Foto PR
Maggiori spazi per applicare le nuove regole
LITUANIA
05.05.20 - 16:100

Gran Café Piazza Grande e Drive-in airport

Dalla Lituania arrivano le prime idee per un possibile ritorno alla normalità

Negozi, parrucchieri e saloni di bellezza, biblioteche, musei e caffè all'aperto hanno potuto riaprire in tutta la Lituania lo scorso 27 aprile, quando il paese ha iniziato ad abolire alcune restrizioni imposte per limitare la diffusione della pandemia COVID-19. Due idee interessanti potrebbero tornare utili ai nostri operatori turistici e culturali: trasformare le piazze in spazi d’incontro con bar e ristoranti, anche se non proprio innovativo, il ritorno dei cinema drive-in. Un concetto che potrebbe essere applicato anche per degli eventi musicali: Vasco dalla propria auto, meglio se cabriolet!

I caffè e i ristoranti a VilnIus devono ancora attenersi a rigide regole di distanza fisica per poter riaprire, con posti a sedere solo all'aperto e clienti posizionati a diversi tavoli distanti almeno due metri l'uno dall'altro. Secondo il sindaco Šimašius, intervistato da Euronews, queste restrizioni avrebbero escluso molte attività commerciali nella Città Vecchia, dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. La città ha quindi deciso di aprire i suoi spazi pubblici ai caffè e ai ristoranti. «Piazze, piazze e strade - in questa stagione i caffè vicini potranno allestire gratuitamente dei tavoli all'aperto e quindi svolgere le loro attività durante la quarantena. Basta aprire, lavorare, conservare i posti di lavoro e mantenere Vilnius in vita», ha detto Šimašius il mese scorso.

L’apertura ha anche permesso alle persone di godersi un caffè o un pasto all'aperto con gli amici in modo molto sicuro e anche piacevole. Il provvedimento è stato accolto con favore dai professionisti. Questo spazio aggiuntivo li aiuterà ad accogliere un maggior numero di visitatori, a far quadrare i conti e a riportare la vita nelle strade della città senza violare i requisiti di sicurezza. Secondo l'ufficio del sindaco, circa 200 tra caffè, bar e ristoranti hanno chiesto di allestire posti a sedere all'aperto in luoghi pubblici e la città ha detto che, se necessario, potrebbe essere reso disponibile più spazio.

Stesso posto, nuova scena: un aereo cargo decolla dall'aeroporto di Vilnius, mentre a poche centinaia di metri di distanza la gente guarda un film dalla propria auto in un cinema drive-in di fortuna sull'asfalto dell'aeroporto. Gli occupanti dei circa 160 veicoli avevano l'ordine preciso di tenere i finestrini chiusi per evitare la diffusione del coronavirus - ma sono stati felici di vedere un film premiato con l'Oscar. Sono oltre 3.8 milioni i passeggeri che l’anno scorso sono passati dall'aeroporto di Vilnius, numero calato nel frattempo a zero a causa della pandemia.

 

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch 
Link utile: www.viaggirossetti.ch 

ULTIME NOTIZIE Viaggi & Turismo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile