Claudio Colombo
La Piazza Grande nell’estate 2020?
CUGNASCO
21.04.20 - 11:410

Quando corona fa rima con creatività

Nuove idee, progetti turistici innovativi e riprogrammazione dei grandi eventi

“Educare alla creatività equivale educare alla vita”, Lo afferma Erich Fromm e mi sembra, fra tutte le affermazioni nate nello sforzo di individuare il concetto di creatività, la più feconda e al tempo stesso la più adatta a testimoniare in modo palmare le difficoltà imposte da una puntuale ricerca volta alla generalizzazione e che finisce di fatto per dissolverne il termine.

Navigando, guardando la televisione e osservando i canali social si incontrano esempi di enorme stupidità ma anche progetti incredibilmente creativi. Dalle affermazioni, per esempio “Da restate a casa a estate a casa”, uno slogan da agenzia di primordine, ai video montati e progetti veri e propri. Una box in plexi per andare in spiaggia a Rimini oppure le varie trasmissioni globalizzate con interventi di artisti di fama mondiale direttamente dai loro divani di casa (quante bruttezze). Tante emozioni e idee nate e sviluppate in pochissimo tempo.

Anche nel turismo le offerte non si sono fatte attendere: in Vallese è stato presentato ieri un progetto di soggiorno di prossimità. Concretamente, partendo dal presupposto che la pandemia ci farà fare le vacanze in Svizzera, i turisti potranno visitare, per esempio, a piedi oppure in bicicletta i vigneti più belli della regione. Fendant, Malvoisie o Heida sono solo alcuni dei vini più famosi del Vallese. Le uve di questi nobili vini maturano nella valle tra Martigny e Leuk, attraverso la quale si snoda la via del vino.
Lungo questo percorso scoprirete invitanti osterie, i cosiddetti Carnotzets, cantine tipiche e alcuni dei vigneti più ripidi del mondo. Non solo le uve che maturano lungo il sentiero sono uniche, ma anche il tour escursionistico è un vero piacere. Interessante, vero? Il tutto prenotabile dal 1 maggio (ambizioso) a metà ottobre. Nell’offerta sono compresi: tre notti in alberghi della categoria standard con prima colazione, trasporto di bagagli e documentazione di viaggio dettagliata con dati GPS. Interessante, vero? Un’idea facilmente traducibile alle nostre latitudini.

Ma la creatività sarà un ingrediente indispensabile anche per le riflessioni attorno ai grandi eventi. Oltre a rimandare il tutto all’anno prossimo (con tutti i rischi economici legati all’attuale stagione), vi sono segnali che provengono dal territorio culturale. Jazzascona in versione mini, Estival in autunno e Cannes a Venezia. Le idee non mancano. La difficoltà potrebbe rappresentare anche una grande occasione: perché, per esempio, non trasferire una parte, quella del concorso e di alcune sezioni del Locarno Festival, a un periodo dell’anno con meno affluenza di pubblico. Al cinema si va quando fa freddo e buio, no? Pur lasciando la più grande piazza cinematografica del mondo, la famosa Piazza Grande, risplendere ad agosto (ho paura nel 2021) come strumento di promozione turistica. Certo, mi diranno gli scettici (e tutti coloro che hanno come credo ‘never change a winning team’) che ci sono le tempistiche (delicate dell’uscita e promozione dei film). Vero. Vero pure che quasi tutte le produzioni attuali sono state fermate dal virus. Vale forse proprio la pena di cominciare a riflettere a pieno schermo, liberi da tutti i limiti.

 

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch 
Link utile: www.viaggirossetti.ch 

ULTIME NOTIZIE Viaggi & Turismo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile