LOCARNO
17.10.19 - 08:150

Un'ora di coccole con Magnum

Sabato 19 ottobre il San Bernardo ‘terapeuta’ incontra a Locarno grandi e piccini

LOCARNO - Nel 2017 il cane San Bernardo è stato eletto dal pubblico animale simbolo della Svizzera e lo scorso anno è persino entrato a far parte del patrimonio immateriale dell’UNESCO. La Fondation Barry del Gran San Bernardo, nata 14 anni fa per garantire un futuro alla razza svizzera più famosa al mondo, oltre a gestire un allevamento ed un museo a Martigny in Vallese, da alcuni anni forma i suoi cani a interventi nel campo sociale. Sabato mattina 19 ottobre Magnum sarà a disposizione del pubblico a Locarno per “un’ora di coccole”. Un’occasione davvero unica e rara.

Tutto iniziò nel XI secolo al Passo del Gran San Bernardo, a 2469 m sul livello del mare, quando dei canonici fondarono un ospizio per fornire riparo a viandanti e pellegrini. In quel luogo già dalla metà del XVII secolo venivano tenuti grossi cani da montagna per la sorveglianza e la protezione. La presenza di questi cani è documentata già dal 1695 e per iscritto in un promemoria dell’ospizio del 1707. I cani furono presto impiegati come accompagnatori e soprattutto per il salvataggio dei viandanti perduti nella neve e nella nebbia. I cani del Gran San Bernardo hanno salvato la vita a numerose persone, proteggendole dalla morte bianca.

Nel corso del 2017 il San Bernardo è stato eletto dal pubblico, superando lo stambecco e la marmotta, animale svizzero per antonomasia. Il cane San Bernardo è il perfetto ambasciatore svizzero nel mondo. Il suo particolare aspetto, la sua grande forza, la dolcezza del suo sguardo, la sua propensione al salvataggio e alla buona azione e… la sua particolare testardaggine rendono il cane San Bernardo un’icona e un marchio riconosciuti in tutto il mondo.

Il cane nazionale svizzero ha un cuore d’oro. Adora il contatto con gli esseri umani e ne ha bisogno. Ci aiuta ormai da secoli: in passato come cane da soccorso, oggi come “terapeuta”. Dal 2012 la Fondation Barry punta con successo sull‘interazione con i cani nel settore sociale: in ospedali, case per anziani, in penitenziari, nel corso di campi per disabili oppure nel corso di programmi individuali. Le interazioni si basano sull’idea che i cani attivino le nostre forze fisiche, intellettuali e spirituali, nonché sociali.

Sabato 19 ottobre, dalle ore 10 alle 11, il cane San Bernardo Magnum incontrerà il pubblico, composto da grandi e piccini, presso la sede della Fondation Barry a Locarno (Piazzetta de Capitani 10, dietro al Municipio cittadino) offrendo un momento di “coccole.
 «Normalmente esco in ‘tandem’ con Magnum per incontrare i residenti delle case di riposo – spiega Claudio Rossetti, Direttore della Fondation Barry -. Questa volta, invece, sarà la gente a recarsi dal San Bernardo per un momento di ‘terapia’ o semplicemente di ‘benessere’». L’incontro offre pure la possibilità al pubblico di informarsi sulle attività promosse da questa istituzione svizzera nata in Vallese.

 

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch 

ULTIME NOTIZIE Viaggi & Turismo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile