ITALIA
04.05.18 - 08:120

I porti sul fiume Po: Brescello

La città di Don Camillo e Peppone

 

BRESCELLO – Anche se Brescello non si trova direttamente sul fiume Po (in realtà il porto si trova a Boretto), questa cittadina rappresenta da sempre un piccolo polo politico-culturale. Le origini di Brescello risalgono all’epoca preistorica, come dimostrano i ritrovamenti fatti nelle località della Ravisa di San Genesio e della Motta Balestri. I primi popoli sedentari che però si stabilirono in questa zona furono i Galli Cenomani, di razza cimbrica. Essi diedero ai territori da loro conquistati nella valle del Po il nome di Brixellum.
Intorno al 220 a.C. Brescello fu conquistata dal console romano Quinto Manlio e intorno al 190-189 a.C., come ricorda Plinio il Vecchio nella sua Naturalis Historia (III, 15, 115), divenne colonia romana. Il territorio venne centuriato ed assegnato alle famiglie della tribù Arnense, proveniente dal Lazio. Brescello era considerata un centro importante dal punto di vista economico e strategico, infatti, da qui era possibile controllare un punto chiave lungo il corso del fiume. La città divenne ricca e popolosa, sede di magistrati e corporazioni, con il suo forum, l’acquedotto e il porto sul Po.

Il "Museo Peppone e don Camillo", allestito nel Centro Culturale San Benedetto (sede della Casa del Popolo durante le riprese) e di proprietà del comune, è situato a pochi passi da Piazza Matteotti. È stato inaugurato il 16 aprile 1989 ed è frutto degli sforzi e dell’entusiasmo di un piccolo gruppo di cittadini brescellesi, guidati dal Sig. Bertoli Erminio.
Oggi è gestito dalla Pro-Loco del paese. Ogni anno è visitato da decine di migliaia di turisti provenenti da ogni parte d’Italia e del mondo (soprattutto dalla Germania, dalla Francia e dalla Svizzera). 

Le sale contengono numerosi cimeli del Don Camillocinematografico: la moto di Peppone, il vestito di don Camillo, le biciclette usate dai due alla fine di Don Camillo e l’On. Peppone (dopo che il sindaco ha rinunciato alla sua avventura parlamentare romana). 
All’interno si possono ammirare numerose fotografie scattate durante la lavorazione dei film; i manifesti originali; le ricostruzioni della canonica di don Camillo e della cucina di Peppone.

Brescello sorge sulla riva destra del Po e dal grande fiume dista solo pochi chilometri.
Diverse volte all’anno i gruppi della Viaggi Rossetti, a bordo di catamarani oppure gommoni, transitano a Brescello, facendo tappa nel porto di Boretto.

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch
Link utile: www.viaggirossetti.ch

 

ULTIME NOTIZIE Viaggi & Turismo
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report