CANTONE/VALLESE
21.04.18 - 07:000

Trekking sui sentieri Walser

Escursione per appassionati della natura e cultura montana

 

FIESCH - Il Goms, la Valle Formazza e il villaggio di Bosco-Gurin sono zone che, oltre a rappresentare un patrimonio naturale unico nella regione alpina, da secoli sono legate dalla storia dei Walser. I promotori di questo progetto, con la collaborazione dall’organizzazione turistica Ascona-Locarno Turismo – Vallemaggia, ripropongono per il settimo anno consecutivo il trekking di 4 giorni sulla via dei Walser. La passeggiata attraversa i parchi naturali Binntal e Alpe Devero, tocca i villaggi Walser in Valle Formazza per raggiungere infine la comunità di Bosco Gurin.

«Avete mai sognato di camminare in mezzo a pascoli incontrando villaggi dove il tempo sembra essersi fermato? Bene, questo sogno può diventare realtà - spiega la guida Fabio Bella, presidente dell’associazione degli operatori turistici di montagna -. Gli storici hanno accertato che gruppi di coloni alemanni si stabilirono nell'alto Vallese, tra l’800 e il 900 d.C. formando il primo nucleo di quella che sarebbe poi diventata la grande comunità Walser.
La povertà delle terre dell'alto bacino del Rodano, l'aumento della popolazione e la peste indussero i vallesani, a partire dal 1200, a cercare sostentamento in nuove località. In questo modo, con gradualità e ad ondate successive, i Walser si diffusero in tutto l'arco alpino. In Ticino abbiamo la bella testimonianza di Bosco Gurin dove una piccola comunità è riuscita a preservare quest’importante patrimonio». Il trekking di quattro giorni si propone come visita naturalistica e culturale e per vivere momenti unici in luoghi straordinari e ancora poco battuti al di fuori dei circuiti turistici tradizionali.

Il programma parte dal Ticino con una una trasferta in bus fino nella valle della Binn, dove è prevista un’escursione alla scoperta delle saghe e leggende accompagnate da un gustoso “Colera”, un pasto tipico della regione. In seguito il trekking comincia dal Parco naturale Binntal, entra nel Parco nazionale Alpe Veglia e Devero superando il passo dell’Arbola per scendere poi in Valle Formazza, da dove attraverso il Guriner Furka si raggiunge il villaggio di Bosco Gurin. Il trekking offre ai partecipanti uno scorcio naturalistico, storico e gastronomico di quest’importante via delle genti. Queste montagne raccontano di come l'uomo le ha colonizzate: un'avventura epica da leggere ad ogni curva di sentiero, ma dimostrano anche come l’amore e il rispetto per la natura siano un bene antico da tramandare alle generazioni future. La guida Fabio Bella, che accompagnerà anche quest’anno il trekking, ha individuato un percorso adatto agli appassionati della natura e cultura montana che non richiede una particolare preparazione alpinistica. Per la notte sono stati scelti, anziché capanne, accoglienti e tradizionali pensioni ed alberghi.

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch
Link utile: www.viaggirossetti.ch

ULTIME NOTIZIE Viaggi & Turismo
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report