GRIGIONI
08.04.18 - 07:000

A cavallo sulle alpi del far-est!

Trekking nella regione del Parco Nazionale Svizzero

 

SCUOL - «Chiedete ai vostri cavalli di tenere un buon tempo, così vi assicurate che mantengano il ritmo necessario per la tratta odierna del trekking» spiega Men Juon che con la sua partner Brigitte conduce la scuderia con agriturismo. San Jon. «A 22 anni ho ripreso la fattoria da mio nonno senza che allora avessi esperienza con i cavalli. Il mio progetto prevedeva un allevamento di manzi» continua il proprietario e pioniere turistico.

Juon voleva animare questo luogo situato a pochi chilometri da Scuol e così, quando suo padre si comprò un cavallo, si rese conto che per far scoprire questa zona in piena natura questa era la soluzione. Da allora il creativo imprenditore organizza, con i suoi 40 cavalli, uscite e trekking. Per esempio, in sella dei cavalli, si può cavalcare alla scoperta della Val Mora facendo tappa a Tschierv. Si tratta del comune più alto della Val Müstair che sorge a sudest dell’Ofenpass e confina con il Parco nazionale svizzero. In questa valle l’escursionismo e l’osservazione degli animali selvatici occupano un posto di primo piano.
Il villaggio fa onore al proprio nome romano “Tschierv” (cervo): qui si possono osservare periodicamente numerosi animali selvatici. Inoltre, le abitazioni di Tschierv sono caratterizzate da uno stile che presenta influenze sia engadinesi che altoatesine. Da vedere sono le case delle frazioni di Chasuras, Plaz e Süsom Tschierv. Vale la pena visitare anche la chiesa di Tschierv, risalente al XV secolo, con l'organo restaurato, costruito per la chiesa di S-chanf e arrivato a Tschierv nel 1904. La chiesa conventuale carolingia di Müstair (patrimonio culturale dell’umanità UNESCO) o il Talmuseum (museo vallivo) di Valchava offrono la possibilità di fare escursioni culturali nella vallata.

Il trekking a cavallo di 3 giorni viene organizzato 10 volte sull'arco della stagione estiva.
Conoscenze e pratica nell'ippica sono consigliate, così come pure una buona condizione fisica. «Siamo in sella in media per 6 o 7 ore - conferma Men Juon. Quest'anno per i gli avanzati abbiamo in programma un'escursione di ben 10 giorni». I progetti al "ranch" San Jon sono sostenuti dall'Aiuto Svizzero alla Montagna, importante istituzione che da anni s'impegna per le regioni discoste. «Complessivamente sono quasi 20 i collaboratori che durante la stagione profittano di quest'offerta» spiega il suo portavoce Ivo Torelli.

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch

ULTIME NOTIZIE Viaggi & Turismo
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report