Verità immobiliari
Verità immobiliari
25.10.21 - 08:000

Il millenario errore nel mondo dell’affitto & come evitarlo

Cari proprietari di immobili, ci rivolgiamo di nuovo a voi per una semplice considerazione di fondo

Una considerazione che ci sta molto a cuore, e che determina la serietà con cui abbiamo deciso di applicarci al nostro lavoro. 

Partiamo dall’inizio. 
Siamo fermamente convinti che il gioco della locazione, per quanto abbia radici antichissime, debba essere conforme al tempo e alla società in cui viviamo, ovvero quella del presente. 

Gli errori commessi in passato sono molto utili perché dovrebbero insegnarci a fare meglio, non a lasciarci crogiolare in regole non scritte abitudinarie, paludose, ristagnanti e improduttive. 

Dal tempo degli antichi romani, con la loro locatio conductio, si è sviluppata la convinzione, che serpeggia fino ai nostri giorni, di un certo tipo di RUOLO che l’inquilino ricopre. 

Ovverosia - generalmente - un ospite. 
Spesso scomodo. 
Un estraneo che ci ficchiamo in casa. 
E, come si sa, l’ospite dopo tre giorni “puzza”. 

Nei 2000 anni che ci separano da loro poco è cambiato rispetto a questa visione, che conduce tuttora ai famigerati colloqui o - spesso e volentieri - vere e proprie audizioni, nei quali il proprietario sceglie l’inquilino che più si confà alle proprio esigenze di padrone di casa attraverso un’interrogazione degna di un esame universitario, più ancora di un colloquio di lavoro. 

Ma è davvero giusto così? 
Vediamola da un’altra prospettiva. 
L’inquilino è un cliente. Né più né meno. 

Nessuno si sognerebbe di fare una selezione all’ingresso di un ristorante o di un ferramenta o di un fruttivendolo. 

Si tratta di un’attività commerciale come un’altra, il tentennamento davanti alla domanda porterebbe chiunque a rivolgersi ad un’altra offerta, magari più allettante o rapida. 

Dal momento che l’offerta è sostanziosa - basta dare un’occhiata alla quantità smodata di appartamenti sfitti in Ticino - ci vuole molto poco - perché il provvido cercatore di una casa dove abitare in santa pace si rivolga alla spietata concorrenza. 

Una discoteca enorme frequentata da tre persone per sera non si sognerebbe mai di praticare una door selection all’entrata. 

Questo è un lusso riservato alle attività SENZA concorrenza. 

Come circoli o club unici nel loro genere, per cui la gente farebbe a pugni al solo scopo di mettere il naso dentro.

Il mondo degli affitti invece, nel nostro PRESENTE, è paragonabile a una QUALSIASI altra attività commerciale inserita in un vasto mondo di concorrenza di mercato. 

Come un noleggio auto non controlla le abitudini personali e private del cliente prima di affittare una macchina, così il mondo della locazione non può permettersi di gestire arbitrariamente una selezione ferrea all’ingresso. 

Motivo: il cliente si sente aggredito e cerca il servizio altrove.
Questo vuol dire che allora bisogna fregarsene? 
No di certo. 

Vuol dire che bisogna affidarsi a un esperto che sappia conciliare l’esigenza sacrosanta dell’inquilino di sentirsi a proprio agio e - soprattutto - non giudicato, con le imprescindibili esigenze della proprietà. 

Come assicurarsi (questo sì, trattandosi di un rapporto di clientela REGOLARE e non OCCASIONALE come quello di un autonoleggio) che il suddetto inquilino abbia, ad esempio, la facoltà di pagare la pigione. 

Il fai da te è sempre pericoloso quando si tratta di mercato immobiliare esattamente come è pericoloso in ogni altro campo. 

L’amatorialità viene accompagnata dalla fortuna del principiante molto più raramente di quanto si crede, ma, anche nei rari casi un cui accade, questa non può mai durare al cospetto dell’esperienza e della professionalità. 

Qualsiasi genio che abbia anche incredibili qualità innate, quando si trova a ripetere la magia per una vita intera, ha bisogno di studiare. 

Da Mozart a Einstein, senza scomodarne altri. 
Morale della favola: studiare paga. 

Serve anzitutto un sistema digitalizzato in cui il potenziale inquilino possa fornire tutto ciò di cui il proprietario ha bisogno, ma non un questionario d’esame, bensì un metodo semplice e informale, dinamico e in condizione di comfort e serenità. 

Tutto questo, cari proprietari, se vi affiderete ai professionisti del settore che hanno studiato e studiano per fornire questi servizi al top delle potenzialità. 

Date un’occhiata al nostro sito www.tiaffitto.ch
per scoprire come lavoriamo e leggere le recensioni di tutti coloro che sono rimasti soddisfatti. 

Da molti anni consociamo questo mercato nei suoi meandri e siamo spaventati dai tanti profani che cercano di occuparsi della nostra arte, ingolositi solo dal denaro, ma senza reali competenze, né cognitive, né basi legali per “giocare agli Immobiliaristi dell’ultima ora”.

Per questo caro proprietario, in questa era, in questo 2021 in Ticino, non devi solo preoccuparti di scegliere al meglio gli inquilini, dovrai anche impegnarti a scegliere con cura chi potrà tutelare il tuo interesse.

Ma noi siamo qui… quelli veri, TiAffitto, gli originali. 
Perché provarci è un vostro diritto, ma riuscirci è un nostro dovere.

Chiamaci allo +41 91 921 24 28 o al +41 78 404 56 75.

TiAffitto

 

ULTIME NOTIZIE Verità immobiliari
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile