TARGET
TARGET
16.02.21 - 16:470

Come scegliere i giusti fornitori e negoziare il miglior prezzo: la parola all’esperto

Appalti e digitale anche per piccole ditte, ma non solo. Per Slav Vasilevski, gestire le spese è la chiave del successo

Occuparsi di un’azienda significa prestare attenzione a molti aspetti del business su base periodica, o addirittura quotidiana. In imprese di qualsiasi dimensione, infatti, si rivela spesso fondamentale distribuire i compiti sulla base delle competenze del team che si ha a disposizione, sia esso composto da pochi elementi o da decine di persone.

Uno degli aspetti gestionali più interessanti e complessi è quello che, in termini tecnici, conosciamo come Procurement Management: questo ambito amministrativo fa riferimento a tutto ciò che abbia a che fare con l’approvvigionamento dall’esterno. Dalle materie prime che contribuiscono alla propria produzione al materiale necessario a portare avanti il lavoro fino ad arrivare, uscendo dalla dimensione prettamente “fisica”, ai servizi che contribuiscono al regolare svolgimento dell’attività.

In ognuno di questi casi è molto utile - e quasi indispensabile - disporre di una o più figure che si occupino di supervisionare le forniture, monitorando l’investimento di risorse e negoziando gli accordi.

È l’ambito di cui si occupa, ormai da dieci anni, Slav Vasilevski, esperto di Procurement e di Sourcing Strategy, che ci ha raccontato il proprio punto di vista sul settore e le ragioni per cui tutto ciò che riguarda l’approvvigionamento è fondamentale per la vita e la redditività di un’impresa.

 

Di cosa si occupa esattamente chi fa Procurement?
L'approvvigionamento esiste da secoli. Le aziende hanno da sempre avuto bisogno di acquistare materiali e servizi sul mercato per realizzare i propri prodotti finiti. In parole semplici, procurement significa ”fare shopping”. Ma le aziende fanno shopping in modo molto diverso da come lo fanno i singoli consumatori: spendono più soldi, acquistano beni e servizi molto specifici quando ne hanno bisogno, e controllano prezzi, prestazioni e caratteristiche in ogni dettaglio.

Il Procurement Manager raccoglie e analizza le esigenze del business, crea una strategia di acquisto, fa una ricerca sul mercato, individua i fornitori, raccoglie le offerte, negozia le condizioni dei contratti. Infine, dopo la firma di un accordo, controlla i tempi e la qualità dei prodotti e dei servizi consegnati dai fornitori.

L'approvvigionamento si è evoluto nel corso degli anni ed è diventato molto dipendente dall’informatica. In questo senso, ci sono molti sistemi e strumenti che vengono utilizzati nella gestione degli appalti. Questi ultimi hanno raggiunto un grado di complessità tale che il loro utilizzo viene insegnato e approfondito nelle business school e nelle università.

 

In che modo un’attività di Procurement specializzata può aiutare le aziende locali ticinesi?
Ogni impresa o associazione si dedica alla gestione di appalti e contratti. Le piccole imprese solitamente hanno una persona sola che li gestisce, mentre le organizzazioni più grandi hanno interi dipartimenti impegnati nell’approvvigionamento.

In Ticino, la maggior parte delle imprese sono di piccole e medie dimensioni, e tutte acquistano servizi e materiali per produrre i propri beni che vendono ai mercati locali. Conoscere e comprendere l'approvvigionamento come disciplina aziendale è fondamentale: ogni franco che il Procurement può risparmiare negoziando un prezzo più basso nei contratti, è un franco che aumenta la redditività dell'azienda.

Molte piccole imprese non prendono sul serio gli appalti, e di conseguenza pagano prezzi più alti o non sono in grado di trarre il meglio dai termini di un contratto. L'approvvigionamento richiede formazione e competenze specifiche: analisi dei dati, negoziazione, gestione delle relazioni, gestione dei contratti, gestione dei fornitori, strategia di acquisto, analisi del mercato e molto altro. Insomma, se una persona si dedica al proprio shopping ogni settimana, non significa che sappia e possa gestire degli appalti.

Ora che il Procurement ha molto in comune con il digitale, le aziende devono capire quali strumenti acquistare e come usarli. Molti elementi possono essere automatizzati, per aiutare le imprese a concentrarsi su negoziati di valore maggiore e per eliminare compiti improduttivi. Di questo sicuramente potrebbero beneficiare molte aziende ticinesi.

 

Secondo te, una migliore gestione delle spese, quindi, è fondamentale?
Assolutamente! Il Procurement moderno, però, concerne anche la gestione del tempo per svolgere questi compiti. E deve essere come un intervento chirurgico: preciso, veloce ed efficace. Se la nostra organizzazione spende milioni per vari materiali o servizi come internet,
elettricità, trasporti e altro, è fondamentale disporre di un team di esperti in grado di analizzare il mercato e negoziare un prezzo più basso.

Di solito, ogni ditta spende il 50-70% del suo fatturato in materiali e servizi: questo significa che un eventuale risparmio può impattare in maniera estremamente rilevante sul suo successo economico. È per questo che comprendere i nostri modelli d’acquisto, i nostri mercati e negoziare accordi migliori richiede degli esperti di Procurement.

Nell'ultima azienda in cui ho lavorato, il dipartimento dedicato agli acquisti contava 400 persone che operavano in 40 paesi e gestivano una spesa complessiva di 8 miliardi di dollari. Non importa quanto piccola o grande sia: ogni impresa deve gestire diligentemente le sue spese. Se non negoziamo bene, paghiamo ai nostri fornitori più soldi del necessario, aumentando il costo dei prodotti e dei servizi che produciamo e abbassando la nostra redditività.

 

Che ruolo ha la strategia nello svolgere questo compito?
La strategia è alla base della progettazione delle attività di acquisto. Essa di solito risponde ai seguenti quesiti: come acquistare, dove acquistare, quando acquistare, che qualità acquistare, quanto acquistare, dove consegnare, dove conservare e molto altro.

Una strategia di Procurement riguarda anche l’impatto fiscale degli acquisti, la sicurezza delle informazioni, la protezione dei dati personali e tanti altri aspetti della vita aziendale. Come ho detto all'inizio, gli appalti moderni sono molto complessi e devono essere presi molto seriamente da ogni organizzazione, affinché rimanga competitiva e redditizia.

 

Conoscere meglio questo settore ci aiuta sicuramente a capire quanto scegliere i fornitori giusti sia importante per ogni impresa. Ciononostante, non basta essere consapevoli del proprio budget per condurre un’efficace operazione di Procurement Management: servono competenze specifiche e risorse adatte a tutelare l’azienda da disattenzioni che potrebbero portarla a subire perdite considerevoli.

Allo stesso modo, quando si parla di marketing digitale, le competenze a entrare in gioco sono numerose e prevedono la formazione di un team eterogeneo, all’interno del quale ogni risorsa ha compiti e skills definiti. Se sei in cerca di professionisti del settore che se ne occupino, non esitare a contattarci per richiedere una consulenza gratuita: saremo a tua disposizione per proporti la strategia giusta per far crescere il tuo business grazie a internet, nonché a fornirti un preventivo che ti aiuti a comprendere l’impatto che l’investimento avrà sulla tua attività.

 

Articolo a cura di Linkfloyd Sagl, agenzia di marketing e comunicazione in Ticino.

ULTIME NOTIZIE Target
Target
1 gior
Ufficio stampa e PR. A cosa serve? Come si fa? Episodio 2
Abbiamo fatto qualche domanda ad altri tre esperti: Matteo Cremaschi, Simone Intelisano e Cecilia Brenni
Target
4 gior
Ufficio stampa e PR. A cosa serve? Come si fa? Episodio 1
Ecco cosa ne pensano gli esperti Benedetto Motisi, Veronica Crocitti e Luca Montagner, impegnati tra Svizzera e Italia
Target
5 gior
Che cos’è la Marketing Automation e come può far crescere un’attività locale
Risparmiare tempo e personalizzare al massimo le comunicazioni ai clienti sono azioni conciliabili. Ecco in che modo
Target
1 sett
Consegne a domicilio e asporto direttamente da Google Maps e My Business? Presto si potrà
Ecco le interessanti novità a favore delle attività locali che saranno presto introdotte dal gigante di Mountain View
TARGET
2 sett
I tre pilastri degli e-commerce nel 2021
Ad anno ormai inoltrato, scopriamo che cosa sta determinando maggiormente gli acquisti online degli utenti
Target
2 sett
Vita da cani? Non proprio: ecco come e quanto guadagnano i Pet Influencers
Stimolando le interazioni positive degli utenti, hanno presto attirato l’attenzione (e i soldi) dei brand più importanti
Target
3 sett
Fare il copywriter per i social media? Non basta saper scrivere
Alessia Abrami racconta cosa significhi creare contenuti badando a differenze di canale, tone of voice e obiettivi
Target
3 sett
Comunicare sui social con le immagini: la grafica web secondo gli addetti ai lavori
Deborah Giofrè e Salvatore Di Bella raccontano il backstage delle realizzazioni visive per Facebook e compagnia postante
Target
4 sett
Social Listening: come ascoltare bene per comunicare meglio
Ciò che interessa ai clienti è fondamentale per il successo di un business: ecco come ottenere le informazioni giuste
Target
4 sett
Quanto inquiniamo quando siamo online? C’è da restarne sconvolti. 3 consigli per evitarlo
Il modo in cui usiamo internet ha un impatto negativo sull'ambiente: ecco cosa possiamo fare perché non succeda
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile