MA True Cannabis
RIVOLUZIONE CANNABIS
05.06.20 - 08:000

Cannabis Legale tra verità e false credenze

Forse non sapevate che…

La Cannabis è una pianta che accompagna l’uomo da millenni, per le sue molteplici proprietà ed applicazioni. Nel corso del 20° secolo si è profondamente acutizzata la diatriba tra sostenitori e detrattori di questa pianta e, nel corso degli ultimi anni, nuove sfumature di sono aggiunte a questa affascinante discussione.

La nascita di un nuovo mercato di Cannabis, chiamata Cannabis Light (o Cannabis CBD), ed il crescente interesse verso la Cannabis Medica trovano ampio spazio nel dibattito a livello nazionale ed internazionale.

Per cercare di fare chiarezza in questa complicata situazione abbiamo parlato con il Managing Director di MA True Cannabis, azienda elvetica che produce Cannabis Indoor in Svizzera, seguendo le più moderne tecnologie di coltivazione biologica di infiorescenze di Cannabis.

 

Cannabis, Cannabis Light, Cannabis Medica, parliamo della stessa cosa.

Parliamo di un’origine comune, ovvero delle varietà specifiche di piante di Cannabis, ma, in termini pratici, ci riferiamo a cose ben diverse.

È importante partire dal presupposto che la pianta di Cannabis è nota per la sua cosiddetta "plasticità", ovvero la capacità delle nuove generazioni di esprimere caratteristiche differenti da quelle precedenti; questo a seconda dei diversi fattori ambientali a cui vengono sottoposte, come ad esempio la luce solare, la temperatura o l'altitudine.

Nel corso dei decenni l’uomo ha selezionato, adattato e modificato le varietà delle piante di Cannabis e le condizioni all’interno delle quali le piante evolvono: questo ha portato allo sviluppo di piante con caratteristiche estremamente eterogenee e variegate. Tra i principali parametri da osservare troviamo il THC, che caratterizza il livello di effetto psicotropo di un fiore.

Le varietà che coltiviamo in MA True Cannabis in realtà sono molto simili, in termini di contenuto cannabinoidi, ai famosi fiori fumati negli anni 60’-70’, caratterizzati da un livello molto basso di THC (Tetraidrocannabinolo), ed un alto livello di CBD (Cannabidiolo). Nel specifico parliamo di THC al disotto di 1% e CBD tra il 10% ed il 25%.

Nelle varietà di marijuana, sostanzialmente illegali in tutta Europa salvo rare eccezioni, è facile trovare concentrazioni di THC che superano il 25%, con il conseguente effetto profondamente psicoattivo.

Per inciso, il nostro nome MA True Cannabis è stato scelto in onore delle caratteristiche storiche della cannabis, che oggi viene chiamata cannabis legale, ma che 50 anni fa era, ed è tutt’oggi, la Vera Cannabis.

 

Fumare Cannabis fa male?

La storia ci insegna che l’uomo fuma da millenni. Le piante e la combustione delle stesse accompagnano l’essere umano da sempre. La cruda verità è che fumare fa male, che si parli di tabacco come di altre piante.

Nessuno può infatti sostenere che l’atto di fumare, tramite combustione, tabacco, erbe medicinali o Cannabis non sia nocivo alla salute: la combustione essa stessa, è dannosa per l’essere umano.

Detto ciò, è importante distinguere in maniera chiara e profonda il consumo di Cannabis Light (la nostra True Cannabis) rispetto alla marijuana ad alto contenuto di THC.

Recenti studi hanno per esempio dimostrato come il consumo di Cannabis ad alto contenuto di THC abbia potenziali effetti negativi su persone predispose a sviluppare ansia, psicosi e schizofrenia. In aggiunta a ciò, altri studi dimostrano come sia fortemente sconsigliato assumere regolarmente Cannabis con alto di THC per i giovani al disotto dei 25 anni.

Per quanto riguarda la Cannabis Light, non vi sono evidenze che l’alto contenuto di CBD presente nei fiori, porti a problematiche di sorta.

Peraltro la Cannabis Light, a differenza ad esempio della nicotina, non crea assuefazione e dipendenza.

Detto ciò, riteniamo che l’uso ragionevole dei nostri prodotti MA True Cannabis (e ribadiamo l’uso, non l’abuso) non possa comportare controindicazioni specifiche al di fuori delle normali controindicazioni legate alla combustione – che peraltro può essere ridotta mediante l’utilizzo dei numerosi vaporizzatori per fiori di cannabis disponibili sul mercato.

 

Fumare Cannabis crea dipendenza?

È importante, anche in questo caso, analizzare la problematica in maniera strutturata.

Esistono diversi tipi di dipendenza, la più conosciuta, e chiaramente presente per la nicotina, è la dipendenza chimica.

Per quanto concerne la Cannabis Light, se assunta da sola o accompagnata da altre erbe medicinali come nel caso dei nostri MA Pre-Rolled, non è mai stata scientificamente riscontrata una dipendenza chimica.
Chiaramente la situazione cambia qualora la Cannabis Light viene mescolata al tabacco che, contenendo nicotina, crea una chiara e dimostrata dipendenza (chiamata dipendenza secondaria).

Esistono chiaramente altre forme di dipendenza, la più comune è quella psicologica. Come tutte le sostanze che offrono un effetto positivo e gradevole esiste una forma ricerca di tale effetto da parte dell’essere umano. Come detto in precedenza, riteniamo che un consumo ragionevole dei nostri prodotti non porti ad una dipendenza effettiva.

 

Articolo a cura di MA True Cannabis

MA True Cannabis
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile