Fedez/Facebook
ITALIA
30.01.19 - 09:000

Paranoia Airlines: il ritorno (con turbolenze) di Fedez

Il nuovo disco del rapper (?) meneghino è fra noi, com'è? Dipende un po' a chi lo chiedete

 

MILANO - Lo dicono in tanti: «L'arte nasce dalla necessità», che riassunto in soldoni significa semplicemente: «Se hai fame, se hai un bisogno, avrai qualcosa da dire e da comunicare».


Fedez/Facebook

Data questa prerogativa quanto può ancora arrivarci da uno come Fedez? Il “signor Ferragni”, ormai uscito dalla provincia milanese e arrivato nel jet-set, avrà ancora qualche recondito messaggio, qualche scintilla, da farci arrivare? Lui sostiene di sì e che in questo “Paranoia Airlines” ci ha messo tutto sé stesso e che voleva fare «un disco di qualità».

Ma ci è riuscito? Diciamo che, di sicuro, si è ancora più svincolato dal mondo dell'hip-hop – tenendo giusto quelle basettine trap andante – ed  è entrato in toto nel mondo del pop da radio e classifica (a colpi di autotune). Il risultato, dal punto di vista artistico, non centra sempre il bersaglio e sulle 16 canzoni contenute nell'album diverse sono quelle dimenticabili, altre sono proprio capitomboli.


Fedez/Facebook

Fra le meglio, probabilmente, i pezzi di apertura e di chiusura, ovvero “Prima di ogni cosa” (dedicata al piccolo Leone) e il feat. con la Dark Polo Gang “Tvtb”, che loro sì che sono delle bestiacce affamate.

ULTIME NOTIZIE Musica
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report