IL TRATTAMENTO
18.02.18 - 13:000

I vantaggi della crioelettroforesi

Ovvero come sciogliere il grasso con il freddo

Le varie tecniche che combattono la cellulite senza l’utilizzo del bisturi hanno tutte in comune un meccanismo: lo scioglimento degli accumuli di grasso. Tale risultato si può ottenere anche attraverso… il freddo. La crioelettroforesi, infatti, è una tecnologia che abbina l’utilizzo dell’elettricità a quello delle basse temperature per raggiungere ottimi risultati in tempi piuttosto brevi.

Con questa metodologia il medico estetico riesce a far transitare sotto l’epidermide dei farmaci in grado di sciogliere gli accumuli adiposi: tale passaggio avviene dopo una prima fase in cui la zona da trattare viene massaggiata molto energicamente da cilindri di ghiaccio. Successivamente i cilindri sprigionano il mix di farmaci selezionato dallo stesso medico, all’interno dei quali solitamente trovano spazio prodotti naturali come il limogene o la furosemide, in grado di agire sul metabolismo dei grassi.

L’efficacia della crioelettroforesi è dimostrata: bastano anche sole 5 sedute, della durata di 40 minuti l’una, per ottenere un visibile riduzione degli accumuli di grasso localizzato.  Il trattamento ideale, solitamente, prevede 8 sessioni concentrate in un paio di settimane. 

Visita Medi Jeunesse - La medicina estetica a Lugano

Potrebbe interessarti anche
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile