LA SOLUZIONE
23.01.18 - 18:290

Troppo sudore? Basta una puntura

Le infiltrazioni di botulino sono un rimedio rapido e efficace all’iperidrosi

È un disturbo piuttosto imbarazzante, ma di facile soluzione, grazie alla medicina estetica. Parliamo dell’iperidrosi, ovvero l’eccesso di sudorazione: chi ne è affetto finisce per sentirsi poco sicuro e per isolarsi in ambito sociale. A causarla è una reazione eccessiva delle ghiandole sudoripare ad uno stimolo cerebrale, un processo che va scompensare quello che è un meccanismo automatico del nostro corpo: il sudore, infatti, serve a regolare la temperatura dell’organismo. Status come la menopausa o l’ipertiroidismo, poi, possono aggravare i sintomi.

Per risolvere il problema esiste una via piuttosto drastica e invasiva, come la rimozione delle ghiandole sudoripare, e un’altra molto meno problematica, ovvero le infiltrazioni di botulino. Questo elemento, infatti, va a bloccare la trasmissione dell’impulso nervoso alle ghiandole, causando una riduzione temporanea ma piuttosto drastica della sudorazione. Il botulino può essere utilizzato per ridurre l’iperidrosi di mani, piedi, ascelle e testa: dopo una visita d’approccio, si effettua una seduta ambulatoriale di 15-30 minuti.

Un piccolo bruciore al momento della puntura è l’unica comune controindicazione che presenta il trattamento, mentre molto più rari sono casi di nausea e emicrania che possono manifestarsi casualmente nei giorni successivi. La durata dell’effetto delle infiltrazioni non è permanente, ma può durare fino a un anno, trascorso il quale il trattamento potrà essere ripetuto senza problemi per le ghiandole sudoripare. 

Visita Medi Jeunesse - La medicina estetica a Lugano      

Potrebbe interessarti anche
Tags
ghiandole
infiltrazioni
iperidrosi
ghiandole sudoripare
botulino
puntura
sudore
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report