LE ALTERNATIVE
25.11.17 - 14:000

Lipoemulsione contro liposuzione: quale scegliere?

Pro e contro di due tecniche differenti per combattere gli accumuli di grasso

Lipoemulsione e liposuzione tradizionale sono due tra le tecniche più note ed utilizzate per eliminare la cellulite e risolvere i problemi di grasso localizzato. Parliamo, però, di due trattamenti differenti, ognuno con i suoi pro e i suoi contro. La lipoemulsione è adatta per persone che hanno accumuli di grasso in aree particolari: un esempio tipico è quello dei soggetti che, dopo una dieta dimagrante, abbiano conservato degli accumuli adiposi in zone specifiche (fianchi, interno coscia).

È inoltre un trattamento meno traumatico rispetto alla liposuzione tradizionale: si esegue in anestesia locale e prevede la rottura delle cellule contenenti grasso (gli adipociti) attraverso l’utilizzo di un laser. Quindi niente bisturi e niente cannule, ma solo una fibra ottica di appena 0,5 millimetri, pari ad un ago molto sottile. Di conseguenza, in tempi di recupero post-operatori sono più brevi: la compressione che bisogna applicare dopo l’intervento è di una settimana, contro le quattro/sei settimane della liposuzione; la ripresa è immediata, mentre nella liposuzione è parziale dopo una settimana e totale dopo un mese.

I risultati si notano già dopo 10 giorni, contro il mese che si deve attendere con la liposuzione: tra i pro della lipoemulsione anche il rassodamento della pelle e l’eliminazione della buccia d’arancia, due vantaggi che la liposuzione non presenta. Quest’ultima, che rappresenta un vero e proprio intervento chirurgico, praticabile in anestesia totale o locale, possiede però un altro pregio: dà risultati più duraturi rispetto alla lipoemulsione e consente di rimodellare completamente la zona trattata.   

Visita Medijeunesse - La medicina estetica a Lugano   

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
lipoemulsione
liposuzione
grasso
pro
accumuli
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report