Pixabay / TheUjulala
La casa ticinese
20.02.21 - 08:000

Si fa presto a dire legno: una guida per non perdersi tra le tipologie per l'arredamento

Conoscere le caratteristiche del legname è cruciale per ottenere la massima resa su mobili, pavimenti e pareti

Quando dobbiamo allestire la nostra casa e scegliere i mobili, non sempre ci chiediamo se i materiali di cui sono composti siano adatti a noi e, quando ciò succede, commettiamo un grosso sbaglio, soprattutto se parliamo di legno. I tipi di legno che possono essere usati per l’arredamento sono tanti, sia per quanto riguarda i colori che il livello di robustezza: ogni specie ha una sua identità e, dunque, non possiamo solo lasciarci influenzare dal gusto, dal prezzo o, peggio, andare a caso.

Che siano morbide o dure, le diverse tipologie di legname hanno caratteristiche precise che è importante approfondire, per capire quale sia il più adatto a ogni determinato uso, e come debba essere mantenuto, nel tempo, in un buono stato.

Analizziamo insieme, quindi, i principali legnami da costruzione e le loro peculiarità.

Il legno duro o massello, data la sua crescita lenta, ha fibre più dense, e alcune sue varietà non galleggiano in acqua. È più costoso del legno morbido, ma richiede poca manutenzione.
Rientrano a far parte di questa categoria:

  • La quercia (o rovere): molto forte, pesante, durevole e resistente agli attacchi delle muffe. È usato principalmente per realizzare armadi, mobili, rivestimenti, pannellatura e pavimentazioni.

  • Il frassino: liscio al tatto, flessibile e resistente. Ha un’ottima tenuta rispetto a viti, chiodi e regge molto bene la colla. Viene adoperato per la realizzazione di pavimentazioni, scatole, casse, mazze da baseball, manici e gambe di mobili.

  • Il ciliegio: apprezzato dai falegnami per il suo colore intenso, la grana levigata e la flessibilità. Risponde molto bene al trattamento a vapore e, quindi, è ottimo per le lavorazioni curve. Viene usato per armadi, pavimenti, radica, strumenti musicali e oggetti torniti.

  • Il faggio: molto durevole, resistente agli urti e alle abrasioni, anch’esso si piega bene a contatto con il vapore. È il materiale ideale per la fabbricazione di giocattoli, schienali e braccioli di sedie, contenitori per alimenti, pavimenti, strumenti musicali e traversine ferroviarie.

  • Il noce: ha una ricca gamma cromatica, buona resistenza agli urti e robustezza. Per questi motivi, è una scelta molto comune. Viene impiegato per arredamenti di fascia alta, pavimenti e strumenti musicali.

  • Il tek: è uno dei legni piu duri e resistenti in natura, caro e difficile da reperire. Essendo resistente a putrefazione, sole, pioggia, gelo, neve, è ideale per la costruzione di arredamento per esterni, costruzioni navali, radica e oggetti scolpiti o torniti.

Il legno dolce proviene dalle conifere, alberi sempreverdi, che hanno una struttura alta e dritta, la quale permette di ricavare tavole di legno lineari. Per l’assenza di vasi, viene chiamato anche legno non poroso, e proprio questa mancanza gli permette di assorbire velocemente i collanti, e ciò si traduce in una migliore finitura. Inoltre, ha una buona resistenza al fuoco. La sua naturale struttura leggera lo rende il materiale ideale per la realizzazione di mobili. Ecco i sottotipi più utilizzati:

  • L’abete rosso: legno altamente resistente al fuoco, alle abrasioni e, data la notevole presenza di resina, alla decomposizione. Viene impiegato per costruzioni pesanti, pasta di legno, impiallacciatura. È il legno più usato, a causa della sua vasta disponibilità e del basso costo.

  • Il pino bianco orientale: è uno dei legni più pregiati e negli anni tende ad assumere un color giallo oro. È abbastanza poroso e se assorbe troppa umidità può fare conca. Relativamente economico e facile da trovare, è adoperato per mobili, falegnameria da esterni e sculture.

  • Il pino silvestre: è uno dei più duri tra quelli dolci disponibili. È resinoso e meno durevole. Non è soggetto ad attacchi dei tarli lictidi. Viene usato per pannellature, costruzioni, pali, scatole e cassette, pavimenti e rifiniture per interni.

  • Il cedro rosso: notevolmente resistente sia al deterioramento che agli attacchi degli insetti, è molto profumato e si modella facilmente, ma è restio all’avvitatura e all’inchiodatura. Si utilizza per piccoli oggetti di legno, matite, ciotole, rivestimenti per comò e armadi.

  • Il larice: legno di ottima resistenza, buona stabilità malleabilità, ha ottimi livelli di impermeabilità e proprietà isolanti. È usato per la realizzazione di pergolati, imbarcazioni, pavimentazioni, rivestimenti e falegnameria per interni ed esterni.

Se vuoi arredare la tua casa con il legno e scegliere il migliore per ciascun ambiente, affidati all’esperienza di Pirmin Murer, falegnameria sita a Mendrisio, Camorino e Bedano, che dal 1982 progetta e realizza mobili in legno e su misura, vendita e posa di finestre e serramenti.
Grazie al nostro team competente, riceverai i consigli perfetti per rendere ogni appartamento bellissimo e funzionale. Scopri di più cliccando sul link qui in basso.

Articolo scritto da Pirmin Murer Falegnameria SA con il supporto di Linkfloyd Sagl - Agenzia di Comunicazione e Marketing in Ticino

ULTIME NOTIZIE La casa ticinese
La casa ticinese
3 sett
La versatilità del bianco: come abbinarlo ad altri colori in ogni spazio della tua casa
I giusti accorgimenti per esaltare una scelta utile, brillante e luminosa
La casa ticinese
3 sett
Casa piccola? Quali errori non commettere nella scelta dell’arredo
Tanti piccoli trucchi per non sprecare neanche un centimetro degli spazi a vostra disposizione
La casa ticinese
3 sett
A ogni casa il suo divano: consigli su materiali, dimensioni, modalità di utilizzo
Qualche consiglio per scegliere quello più vicino alle esigenze della vostra abitazione
La casa ticinese
3 sett
Come creare e organizzare l’angolo camino: soluzioni, rivestimenti e materiali
I consigli per rendere speciale uno degli elementi più particolari e affascinanti della vostra casa
La casa ticinese
1 mese
Librerie “a tutta parete”: un componente unico per il vostro arredo
Materiali, stili e caratteristiche per renderla speciale ed esaltare gli ambienti circostanti
La casa ticinese
1 mese
Smartworking: come ottimizzare l’arredamento di uno studio o una postazione da lavoro
I giusti accorgimenti per rendere il vostro angolo confortevole, ricavando spazi e puntando sull’armonia
La casa ticinese
3 mesi
Come arredare e organizzare al meglio l'ingresso di casa
Molto dipende dai gusti, ma alcuni elementi sono irrinunciabili per il biglietto da visita di ogni abitazione
La casa ticinese
3 mesi
Come rendere vivace il soggiorno con i colori (e qualche azzardo)
I giusti toni e gli accostamenti migliori ci aiuteranno ad esaltare ogni nostra scelta di arredamento
La casa ticinese
4 mesi
Cucina a vista o separata? Consigli per la scelta più adatta a voi
Spazi diversi, scelte diverse. Trucchi e soluzioni per esaltare uno degli ambienti più importanti della casa
La casa ticinese
4 mesi
Pavimento vintage? L’ingrediente perfetto per una casa dallo stile unico
Colori, materiali e tutti i segreti per la giusta fusione tra classico e contemporaneo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile