A-Club
SAVOSA
14.07.21 - 16:170

Una corretta idratazione e una buona digestione

Ecco i nostri consigli per praticare senza problemi tutti gli sport estivi che amate di più!

Corsa, bicicletta, camminate in montagna o sulla spiaggia, tennis, calcetto e padel sono solo alcune delle attività che ci terranno occupati e in forma durante questa estate. Tuttavia per essere performanti e godere appieno del piacere di fare sport occorre tenere sempre presenti due aspetti fondamentali: una corretta idratazione e il rispetto dei tempi della digestione (soprattutto in vacanza quando ci lasciamo andare a piccoli peccati di gola).

Bere sempre, prima, durante e dopo, allenarsi lontano dai pasti sono le indicazioni nutrizionali, dall’idratazione alla dieta, per praticare sport in serenità e sicurezza, senza rischiare di disidratarsi o di avere un colpo di calore. Soprattutto d’estate con le alte temperature é fondamentale ricordarci di bere, e di farlo prima ancora di avere sete. E poi non allenarsi o giocare una partita di tennis e/o padel subito dopo un pasto: come per tutti gli allenamenti e le gare, anche nel caso delle sessioni di allenamento estive o delle partitelle con gli amici è bene lasciar passare almeno due ore e mezza dall’ultimo pasto. In questo modo il nostro organismo è pronto a trasformare in energia il nostro pasto.

 

La giusta idratazione
Bicicletta, corsa, camminata, tennis e padel sono attività intense, che spesso si praticano all’aperto, e che fanno sudare molto, soprattutto quando le temperature sono molto elevate e/o giochiamo o ci alleniamo nelle ore più calde della giornata (se possibile sempre meglio evitarle). Per questo l’idratazione è fondamentale. Bisognerebbe bere mezzo litro d’acqua mezz’ora prima di iniziare l’attività e poi continuare a bere piccoli sorsi di acqua con aggiunta di sali minerali in quantità non superiori a 200 ml per volta. Gli elettroliti, i sali minerali, sono fondamentali per la contrazione e il rilassamento muscolare, oltre che per il mantenimento dell’equilibrio salino del corpo. In caso di carenze si rischiano contratture, crampi e dolorosi stiramenti.

L’importanza dei sali minerali
Ma quali sono i sali minerali più importanti per gli sportivi? Sono il sodio, il cloro, il potassio e il magnesio. Sodio e cloro regolano l’equilibrio dei liquidi sia all’interno sia all’esterno delle cellule e modulano la trasmissione degli impulsi nervosi e la contrazione muscolare. Sono minerali per lo più ubiquitari, presenti soprattutto nelle bevande saline e naturalmente nell’acqua, per cui è bene evitare le acque povere di sodio. Anche perché se si ha una carenza di sodio si può andare in acidosi metabolica, un processo pro infiammatorio che porta a problemi a livello muscolare. Proprio per ovviare a questo problema, ad esempio, i maratoneti che corrono nel deserto spesso fanno sciogliere sotto la lingua cubetti di sale grosso. Altri minerali importanti sono il potassio e il magnesio. Anche il potassio regola la contrazione muscolare. Spesso ne siamo carenti ma possiamo reintegrarlo con kiwi, pomodori, banane e gli agrumi. Il magnesio regola gran parte delle reazioni enzimatiche ed una sua carenza può provocare cali di rendimento. Abbonda nei semi oleaginosi, nella frutta secca, nel cacao e nei cereali integrali.

Aspettare i tempi della digestione
Oltre all’idratazione è bene evitare di allenarci o giocare una partita di calcetto, tennis, padel, ecc con la digestione ancora in corso. A volte può capitare di giocare al mattino presto alla sera tardi, perché il campo non è libero in altri orari, oppure perché preferiamo allenarci nelle ore meno calde della giornata. In ogni caso non si può pensare di mettersi a farlo subito dopo aver mangiato. Se il sangue è concentrato a livello di stomaco, per i processi digestivi, non può andare ad irrorare i muscoli. Come per tutti gli sport, in particolare per gli sport di endurance, è bene che il pasto precedente l’allenamento intenso o la partita sia prevalentemente a base di carboidrati, mentre quello successivo prevalentemente a base di proteine. I carboidrati sono importantissimi perché rappresentano il carburante per il nostro corpo! Utilizziamo prevalentemente prodotti integrali, non raffinati. Inoltre, anche durante il giorno ci si può nutrire e idratare allo stesso tempo con estratti naturali di frutta e verdura di stagione, che sono ricchi di sali minerali, di vitamine e di antiossidanti. Ma anche durante il match bisogna mangiare, poco ovviamente. Per il post allenamento spesso i nutrizionisti suggeriscono anche del parmigiano, ricco di BCAA, amminoacidi ramificati utili per la ricostruzione muscolare, da abbinare a degli estratti o ad un frutto come la banana per il recupero.

 

A cura di
A-CLUB Fitness & Wellness SAVOSA
Visita la pagina Facebook A-CLUB

ULTIME NOTIZIE Health, Fitness & Wellness
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile