Immobili
Veicoli
Pokémon “Diamante lucente” e “Perla Splendente”: un viaggio cullati dalla nostalgia
Nintendo
+2
CANTONE
30.11.21 - 08:000

Pokémon “Diamante lucente” e “Perla Splendente”: un viaggio cullati dalla nostalgia

Il nuovo capitolo dell'appassionante saga su Nintendo Switch è un vero e proprio tuffo al passato

LUGANO - Tre possibilità, una sola scelta. La prima volta erano Squirtle, Charmander e Bulbasaur, in Pokémon "Diamante lucente" e "Perla splendente" sono Piplup, Chimchar e Turtwig, in una selezione che rimane tanto importante quanto emozionante, in vista del lungo viaggio che ci si appresta a intraprendere.

Ed è proprio il collegamento al passato che permette ai due nuovi giochi del franchise - i remake per Nintendo Switch di Pokémon "Diamante" e "Perla", usciti nel 2006 per Nintendo DS - di cullare chi si lancia all'avventura in un'atmosfera nostalgica per chi - come noi - ci ha già passato ore e ore in passato. Una storia che nonostante ciò fila liscia, anche grazie alla nuova interfaccia e ai combattimenti spettacolari e più realistici (almeno a livello di proporzioni).

Una novità delle due uscite è che per la prima volta per un gioco Pokémon lo sviluppatore principale non è Game Freak. Sono infatti stati sviluppati da ILCA, un team giapponese con sede a Tokyo, in occasione del 25esimo anniversario dell'evento Pokémon. Eh già: sono già passati 25 anni dal lontano 1996, quando sono usciti Pokémon "Blu" e "Rosso", giochi che hanno ben presto conquistato il mondo.

Un remake fedele - Rispetto ad alcune recenti uscite targate Game Freak (ad esempio Pokémon "Let's Go") la strada intrapresa in questi remake è principalmente l'accurata fedeltà rispetto agli originali. Un aspetto per cui "Diamante lucente" e "Perla splendente" ottengono pieni voti: ILCA si è attenuta in modo stretto agli originali, concedendosi solo poche modifiche a livello di meccanica e di grafica. Lo scheletro della storia nella regione di Sinnoh è invece lo stesso: le città, i percorsi, gli allenatori e il Pokédex corrispondono a quelli di "Diamante" e "Perla".

Spicca invece l'aggiunta dello stile artistico chibi durante le esplorazioni, molto popolare nei manga. Un nuovo aspetto dei protagonisti - raffigurati con testone e occhioni - che al primo impatto è un po' strano, e che a molti potrebbe non piacere.

Poco coraggio? - Una critica che si può lanciare è inoltre una mancanza di coraggio nel provare nuove dinamiche per tentare di migliorare gli originali, e di evolvere ulteriormente una franchise tra le più solide al mondo. L'audacia può però stare anche nel fatto di aver deviato dai tentativi di modernizzare lo stile messo in atto dai precedenti remake, rilanciando il modello top-down classico delle prime uscite della serie.

A livello di gameplay desta qualche dubbio la condivisione dei punti esperienza tra tutti i Pokémon della propria squadra, al termine di un combattimento: seppur faciliti la crescita di tutti i propri compagni di lotta, non c'è un modo di disattivarla, e rischia di rendere troppo forte il team troppo velocemente.

Come i giochi originali del 2006, la differenza principale tra le due versioni sono in primis i Pokémon esclusivi: ognuno dei due giochi presenta una manciata di creature che non possono essere trovate nell'altra versione, compresi i Pokémon leggendari al centro della storia.

Il gioco è tutto sommato scorrevolissimo, senza alcuni cali di framerate o rallentamenti, in un'atmosfera gratificante e avvincente che invita a proseguire il proprio viaggio per completare il Pokédex. Per i veterani della saga questi titoli sono quindi un bel tuffo nel passato, nostalgico ed emozionante, mentre chi vi si vuole lanciare per la prima volta nella carriera di allenatore ha davanti a sé una grande avventura, fedele ad una storia originale che ha appassionato milioni di giocatori.

VOTO: 8,5

Pokémon "Diamante Lucente" (versione provata) e Pokémon "Perla splendente" sono disponibili per Nintendo Switch. Li abbiamo recensiti con una copia gentilmente messa a disposizione da Nintendo.

RK

Nintendo
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche
ULTIME NOTIZIE Games
GAMES
3 gior
Quel divorzio fra Fifa ed EA che scontenta proprio tutti
Il simulatore di calcio per eccellenza si chiamerà “Ea Sports FC”. Ma la colpa di chi è?
VIDEO
GAMES
1 sett
Abbiamo provato “Switch Sports” ed è andata a finire così
La versione per Switch del leggendario "Wii Sports" non delude, con un gameplay liscio e una grafica eccezionale
FOTO
GAMES
3 sett
“13 Sentinels: Aegis Rim” è un capolavoro che merita una riscoperta
Lo strepitoso titolo d'avventura e strategia di Vanillaware e Atlus, ritorna su Nintendo Switch, ed è sempre splendido
GAMES
1 mese
"Super Mario Kart 8 Deluxe" si espande, ed è un tuffo nel passato
Raddoppiano i percorsi, raddoppia il divertimento: è disponibile il nuovo "Pass percorsi aggiuntivi"
GAMES
1 mese
Un giro nella Tokyo deserta e infestata di "Ghostwire"
Il titolo di Tango Gameworks non passerà alla storia per le sue doti tecniche. Ma ha tutto per diventare un piccolo cult
GAMES
1 mese
Con “La Terra Perduta” il piccolo Kirby scopre il 3D
La mascotte per i più piccini di Nintendo ritorna con un'avventura davvero godibile per Switch.
GAMES
2 mesi
Con “Dawn of Ragnarök” anche Odino diventa un assassino
L'espansione di “Assassin's Creed: Valhalla” ci riporta ad Asgard per un'avventura godibile ma a rischio indigestione
GAMES
2 mesi
È “Gran Turismo 7”. Ed è un piacere rimettersi al volante
Il 7° capitolo canonico della saga è approdato sulle console di Sony. Con i suoi pregi e un paio di (storici) difetti
FOTO
GAMES
2 mesi
“Triangle Strategy” guarda al passato (e con orgoglio)
Lo strategico di Square Enix è un omaggio a “Final Fantasy Tactics” che d'innovare proprio non ne vuole sapere
GAMES
2 mesi
“Elden Ring” è splendido ma ci ha comunque fatto un sacco arrabbiare
Il capolavoro di From Software arriva in pompa magna ed è tanto bello quanto letale
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile