EA Press
GAMES
14.10.20 - 12:000

Tribune piene e nessuna quarantena: il calcio nella "bolla" di FIFA 21

L'ultimo capitolo della saga sportiva di EA gioca in difesa ma propone anche alcune novità. E la formula funziona

VANCOUVER - La pandemia ha ritardato anche le tradizioni digitali più radicate e FIFA non ha fatto eccezione, posticipando di un paio di settimane il classico appuntamento da anni fissato per la fine del mese di settembre. A differenza di PES infatti, che ha scelto la via del DLC, in casa EA hanno confezionato un nuovo capitolo (quasi) da zero.

Quasi, per l'appunto, perché l'infrastruttura di FIFA 21 non si distanzia di molto da quella del suo predecessore. Da un punto di vista grafico poi il gioco non presenta stravolgimenti (e non ne erano attesi, considerato che siamo ormai al tramonto di questa era videoludica), le novità interessanti però non mancano, a partire dal puro gameplay, arricchito da nuove funzionalità sul campo come il "dribbling agile" e reso più realistico da una fase difensiva meno guidata, che richiederà ai player un maggiore tempismo nelle proprie decisioni. In altre parole, se un tempo anticipare un contrasto poteva pagare, ora il rischio è quello di aprire praterie agli attaccanti avversari.

FIFA 21 non propone nuove modalità rispetto al passato e riconferma il pacchetto dello scorso anno, inclusi Volta e l'ormai (per molti) irrinunciabile Ultimate Team.

Un restyling importante (e atteso) è però quello riservato alla modalità Carriera, più profonda nelle sue possibilità gestionali. Si va dai percorsi di crescita personalizzati per i singoli giocatori per migliorarne caratteristiche specifiche, agli effetti degli attributi lucidità, forma e morale che influenzano l'azione del singolo giocatore sul campo, passando per la gestione dei trasferimenti (con l'inserimento della formula del prestito con diritto di riscatto) e la simulazione interattiva delle partite.

Che dire? FIFA è sempre FIFA. EA ha senza dubbio giocato in difesa per presentarsi al salto generazionale senza incassare gol. Come si dice: squadra che vince non si cambia. Soprattutto quando il timer verso l'alba della prossima era è già scattato.

VOTO: 8

Autore: SR

"FIFA 21" è disponibile per Playstation 4 (versione provata), Xbox One, Nintendo Switch, Pc Windows e lo sarà in futuro anche per Playstation 5, Xbox Series X/S e Stadia. Lo abbiamo recensito con un copia gentilmente fornita da EA.

EA Press
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
ULTIME NOTIZIE Games
GAMES
3 sett
Per i 35 anni di Super Mario una compilation tutta in 3D
“Super Mario 3D All-Stars” inaugura l'anno di celebrazioni per il mitico idraulico italiano, ma non convince
GAMES
1 mese
“Holly & Benji” in versione game: il tiro della tigre basta solo a metà
"Captain Tsubasa: Rise of New Champions", da poco disponibile, è bellissimo da vedere ma ha i suoi difettucci
FOTO E VIDEO
GAMES
1 mese
La serie Netflix sui games un po' ci azzecca, un po' no
“High Score”, che racconta la storia dei videogiochi, ha inventiva ma problemi di ritmo. Ai nostalgici però piacerà molto
FOTO
GAMES
2 mesi
In “Mortal Shell” morire non è poi la fine del mondo
L'omaggio indipendente a “Dark Souls” di un mini-team di veterani è un mostriciattolo bonsai con qualcosa da dire
FOTO
GAMES
2 mesi
“Fall Guys”, la corsa deficiente che (a sorpresa) è diventata un fenomeno
È il titolo dell'estate in grado di rivaleggiare con roba tipo “GTA Online” e altri colossi, e voi ci state giocando?
GAMES
2 mesi
Sword Art Online, e il videogame ti imprigiona... in un videogioco
La celebre meta-serie giapponese torna con un colossale nuovo episodio che divertirà parecchio i fan
FOTO
STATI UNITI
2 mesi
Né Sekiro, né Tenchu: Ghost of Tsushima è una storia a sé
L'ultima esclusiva per la console Sony, targata Sucker Punch, convince per design e azione. La narrazione però si rivela
FOTO
GAMES
3 mesi
Deadly Premonition 2: così il gioco si fa ancora più strano
Un dei titoli più improbabili della storia dei games ha ottenuto un ancor più improbabile seguito. Ma ne vale la pena?
FOTO
GAMES
3 mesi
“The Last of Us - Part II” porta il videogioco là dove non è mai andato
Il titolo più atteso di questa generazione non delude le attese ma potrebbe non essere per tutti
GAMES
4 mesi
Il ritorno a Skyrim è tutto online, “Greymoor” dolce nostalgia
L'espansione a tema per “The Elder Scrolls Online” è un bel viaggio che però non c'entra (quasi) niente con l'originale
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile