Cold Symmetry/Playstack
+9
GAMES
19.08.20 - 13:200
Aggiornamento : 15:29

In “Mortal Shell” morire non è poi la fine del mondo

L'omaggio indipendente a “Dark Souls” di un mini-team di veterani è un mostriciattolo bonsai con qualcosa da dire

LONDRA - Un avatar informe e anonimo, un mondo oscuro da esplorare, spade, magie e tanta (tanta) morte. Una risma di ingredienti, questi, che associamo facilmente a uno dei giochi più influenti di queste ultime due generazioni di games, il giapponese "Dark Souls". 

Titolo tanto fuori dai canoni da influenzare, nella sua stranezza e ostilità, tutto il mondo dei videogiochi: dalle grandi produzioni fino ai prodotti più indie e di nicchia.

Ed è proprio uno di questi “Mortal Shell”, realizzato da un mini-team di veterani del settore, e che del titolo di From Software vuole essere un vero e proprio omaggio.

Ambientato in un universo fuori dal tempo, ci vede nei panni di un'entità amorfa in grado di possedere i corpi morti - o “gusci” (da cui lo ”Shell” del titolo, ndr.) - e utilizzarli a piacere. La nostra missione sarà quella di recuperare 4 reliquie magiche sparse in altrettanti mondi, interconnessi da un minaccioso e paludoso bosco. 

Presenti e ovunque, ovvio, mostri e deformità varie con tanta voglia di farci fuori. Dalla nostra, oltre alla capacità di aumentare la nostra densità corporea (fino alla durezza della roccia) per difenderci, anche quella di effettuare parate istantanee tanto utili quanto devastanti.

Per il resto "Mortal Shell" sceglie la chiave del "poco è meglio" con il numero 4 come pietra fondante: 4 sono i "gusci" da indossare, dopo averli trovati, 4 i dungeon, le reliquie (e i megaboss) e 4 le armi da cercare e sbloccare. Un concept coraggioso, seguito con una coerenza encomiabile, al di là degli (ovvi) limiti.

Non mancano però le grinze: da una parte riguardante proprio gli "abiti" di ossa e carne - poco bilanciati e con migliorie da level up un po' troppo macchinose - e dall'altra il design della zona centrale boschiva. Questa, che dovrebbe fungere da trait d'union, risulta troppo dispersiva, arzigogolata e confusionaria. Anche dopo essersi fatti un'idea della sua struttura resta facilissimo smarrirsi.

Altra cosa che potrà non piacere (o piacere, a dipendenza di che gamer siete) è la durata: per finirlo ci vogliono all'incirca una decina di ore. Una bazzecola rispetto a un "Souls" qualsiasi, ma - anche considerando il prezzo semi-budget - la cosa può anche starci.

VOTO: 8

"Mortal Shell" è disponibile per Playstation 4 (versione provata), Xbox One e Pc Windows. È stato recensito con una copia gentilmente fornita da Playstack.

Cold Symmetry/Playstack
Guarda tutte le 13 immagini
Potrebbe interessarti anche
ULTIME NOTIZIE Games
FOTO E VIDEO
GAMES
1 mese
“Guilty Gear: Strive”: le botte uno-contro-uno più belle di sempre
L'ultimo episodio della saga di Arc System è una fresca sorpresa dall'online (quasi) impeccabile
FOTO E VIDEO
PLAYSTATION 5
1 mese
C'è un motivo se “Ratchet & Clank: Rift Apart” è un'esclusiva Playstation 5
E basta guardare la grafica per capire perché, nel nuovo titolo Insomniac, c'era davvero bisogno della next-gen
FOTO
GAMES
1 mese
10 anni dopo Shepard e “Mass Effect” sono ancora gagliardi
Una collection rimasterizza una delle trilogie più di amate di Xbox360 e Play 3, ma saprà ancora divertire?
GAMES
1 mese
“Resident Evil: Village” è un incubo tutto da esplorare
Il nuovo titolo della saga di Capcom fa forse un po' meno paura ma convince e sa divertire
PLAYSTATION 5
2 mesi
L'infinito loop mortale di “Returnal” non è per i deboli di joypad
Splendida, ma senza alcuna pietà, la nuova esclusiva PS5 ha un concept coraggioso che non piacerà a tutti
FOTO E VIDEO
GAMES
2 mesi
“It takes Two”, e la terapia di coppia si fa con il joypad
La nuova avventura cooperativa di Hazelight Studios, tenta di ricucire un divorzio annunciato. Ma sarà anche divertente?
GAMES
3 mesi
“Forgiati nelle Savane” per “Hearthstone” non è una tabula rasa, ma quasi
Nuova espansione, ma anche nuovo set base (per iniziare senza troppi dolori) per il gioco di carte digitali di Blizzard
FOTO
GAMES
3 mesi
“Monster Hunter Rise”: a caccia di bestie, più liberi che mai
La saga campione d'incassi di Capcom torna con un nuovo episodio per Nintendo Switch decisamente sconvolgente
FOTO E VIDEO
GAMES
4 mesi
Quella Curon sommersa che rivive grazie a un videogioco
L'italiano“A Painter's Tale: Curon” è un esperimento coraggioso che unisce la valorizzazione del territorio al videogame
FOTO
GAMES
4 mesi
Se l'avventura scorre tutta su di un sentiero di pixel senza fine
“Loop Hero”, piccolo grande fenomeno per computer, sfida le convenzioni con una ricetta molto originale
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile