Zenimax/Bethesda
+9
GAMES
18.06.20 - 08:000

Il ritorno a Skyrim è tutto online, “Greymoor” dolce nostalgia

L'espansione a tema per “The Elder Scrolls Online” è un bel viaggio che però non c'entra (quasi) niente con l'originale

ROCKVILLE - Se i videogame vi interessano almeno un pochino, è impossibile che non conosciate “Skyrim”. Giocone di ruolo di Bethesda e parte della decennale saga “The Elder Scrolls” è uno di quei titoli che hanno fatto la storia e che – a 8 anni dall'uscita – continuano a essere ancora molto giocati.

Sia grazie a mod, rimasterizzazioni e nuove versioni (da quella portatile a quella VR) sia grazie alla sua imponente grandezza e varietà, perfetta per un presente fatto di streamer e video YouTube. Un'occasione per tornare a esplorare il suo gelido, ma affascinante, mondo è questa nuova espansione autonoma per “The Elder Scrolls Online”.

Un paesaggio arido e nevoso, un carro, dei passeggeri. Inizia proprio con una voluta citazione dell'originale il modulo “Greymoor” che catapulta il giocatore nel bel mezzo di un'avventura esoterica fra vampiri, lupi mannari e conclavi streghe.

L'impostazione è sempre quella di “Eso”, ovvero un gioco di ruolo online vagamente più action del solito. Rivedute e corrette, invece, le location: più spaziose, moderne e imponenti.

Se, su tutto, domina la familiarità il feeling non è, per forza di cose, più lo stesso dell'originale: cambia lo stile di gioco e con esso anche il modo di avvicinarsi al mondo. Le distese non sono più poi così desolate e la nostra avventura non sembra più così unica.

Mettiamo subito le cose in chiaro “Greymoor” non è “Skyrim” è solo ambientato nello stesso mondo, e ce ne renderemo conto praticamente subito.

Resta un'espansione, e un gioco, di evidente qualità che può essere un ottimo punto d'accesso per il buon “Elder Scrolls Online” per chi magari ancora non lo conosceva. O un'ottima occasione per rispolverarlo per i veterani che si stavano forse un po' anche annoiando.

VOTO: 8

“Greymoor” è disponibile per Playstation 4 (versione provata), Xbox One, Pc Windows e Mac OS. Lo abbiamo recensito con una copia gentilmente fornitaci da Bethesda.

ZAF

Zenimax/Bethesda
Guarda tutte le 13 immagini
Potrebbe interessarti anche
ULTIME NOTIZIE Games
FOTO
GAMES
6 gior
Genshin Impact, quando il fenomeno è gratuito e arriva dalla Cina
Non un clone, ma qualcosa di più, il titolo per console e cellulari ha fatto davvero il botto. Ma sarà giusto per voi?
GAMES
2 sett
Tribune piene e nessuna quarantena: il calcio nella "bolla" di FIFA 21
L'ultimo capitolo della saga sportiva di EA gioca in difesa ma propone anche alcune novità. E la formula funziona
GAMES
4 sett
Per i 35 anni di Super Mario una compilation tutta in 3D
“Super Mario 3D All-Stars” inaugura l'anno di celebrazioni per il mitico idraulico italiano, ma non convince
GAMES
1 mese
“Holly & Benji” in versione game: il tiro della tigre basta solo a metà
"Captain Tsubasa: Rise of New Champions", da poco disponibile, è bellissimo da vedere ma ha i suoi difettucci
FOTO E VIDEO
GAMES
1 mese
La serie Netflix sui games un po' ci azzecca, un po' no
“High Score”, che racconta la storia dei videogiochi, ha inventiva ma problemi di ritmo. Ai nostalgici però piacerà molto
FOTO
GAMES
2 mesi
In “Mortal Shell” morire non è poi la fine del mondo
L'omaggio indipendente a “Dark Souls” di un mini-team di veterani è un mostriciattolo bonsai con qualcosa da dire
FOTO
GAMES
2 mesi
“Fall Guys”, la corsa deficiente che (a sorpresa) è diventata un fenomeno
È il titolo dell'estate in grado di rivaleggiare con roba tipo “GTA Online” e altri colossi, e voi ci state giocando?
GAMES
2 mesi
Sword Art Online, e il videogame ti imprigiona... in un videogioco
La celebre meta-serie giapponese torna con un colossale nuovo episodio che divertirà parecchio i fan
FOTO
STATI UNITI
3 mesi
Né Sekiro, né Tenchu: Ghost of Tsushima è una storia a sé
L'ultima esclusiva per la console Sony, targata Sucker Punch, convince per design e azione. La narrazione però si rivela
FOTO
GAMES
3 mesi
Deadly Premonition 2: così il gioco si fa ancora più strano
Un dei titoli più improbabili della storia dei games ha ottenuto un ancor più improbabile seguito. Ma ne vale la pena?
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile