+ 4
STATI UNITI
10.06.19 - 23:360
Aggiornamento : 16.06.19 - 10:36

Tutte le cose più ganze dall'E3: dalla nuova (super) Xbox a... Keanu Reeves

Tante (ma non tantissime) le sorprese di quest'anno alla fiera dell'intrattenimento digitale di Los Angeles ecco cosa ci è piaciuto di più

 

LOS ANGELES - Tempo di E3, tempo di novità videogiocose, sorprese e tante cose strane. Noi l'abbiamo seguita (come tanti di voi) da casa. Ecco cosa ci ha colpito di più.

1. La nuova generazione di Microsoft (per ora) si chiama Project Scarlett: quando già tutti parlano di videogiochi in streaming (e senza console) ecco che Microsoft butta fuori i muscoli con una macchina da gioco nuova di pacca (anche se già se n'era ventilata la presenza) super potente e super veloce.

Arriverà non prima del Natale 2020 e dovrà tenere testa a quella Play 5 di cui già si sussurra. Ce la farà? Di sicuro sarà uno scontro titanico.

2. C'è Keanu Reeves dentro quel videogioco: dopo il successone "John Wick 3" e l'esilarante cameo nel romantico "Always be my maybe" di Netflix, sembra proprio essere un gran bel momento per il bel Keanu. Insomma, gli vogliamo tutti molto bene. La sua apparizione nel bel mezzo della conferenza di Microsoft ha mandato in visibilio i presenti.

L'occasione era quella (ghiotta) di presentare la nuova bestiaccia di Cd Projekt Red (quelli di "The Witcher") ovverosia "Cyberpunk 2077" nel quale reciterà pure una particina (o particiona?). A differenza del predecessore, il titolo fantascientifico del talentuoso team polacco sarà tutto da giocare in prima persona. Quando ci potremo mettere sopra le mani? Poco prima dell'estate del 2020.

3. "Il giorno della pallottola" di Arkane, lascia ben sperare: specializzarsi in sparatutto di qualità, da giocare da soli in mondi iper-dettagliati, al giorno d'oggi è una scommessa di quelle difficili da vincere. Eppure la francese Arkane, con il suo nuovo titolo, ha stupito un po' tutti.

Ci si aspettava un nuovo "Dishonored" e invece è arrivato un titolo strano - sempre a tema "assassinesco" - vede due killer affrontarsi all'ultima pallottola su di un'isola dal sapore mediterraneo. Morte dopo morte, resuscitando ogni volta. Vi ricorda qualcosa? A noi sì.

4. "Borderlands 3" è come quel vecchio amico che se anche lo rivedi dopo tanto tempo non si smentisce mai: solo che è molto più grosso, colorato, forte e stupido di quanto ce lo ricordassimo. E va bene così.

Se il (seminale) capitolo precedente ve lo siete perso è gratis per Playstation 4 se avete Playstation Plus. Questa volta si andrà - giurano - ben oltre il letale pianeta-killer di Pandora. Quattro eroi molto stilosi, un sacco di armi da sparare, tesori da raccogliere e chi più ne ha... più ne distrugga.

5. Game of Dark Thrones of Souls? Che ci azzecca George R. Martin, autore della saga del "Trono" più famoso della televisione con Hidetaka Miyazaki, papà dei peggiori incubi da affrontare col joypad in pugno? Apparentemente niente, già apparentemente.

Peccato che i due hanno fatto un gioco assieme che, già dal trailer, promette di essere tanto enorme ed epico quanto cattivo. Si chiama "Elden Ring", ha un'ambientazione che ricorda quella nordica, e non si sa quando uscirà.

6. Zelda a catinelle: a fare la parte da leone nella presentazione di Nintendo è senza dubbio la saga dell'elfetto Link. L'annuncio di un seguito dello strepitoso "Zelda: Breath of the Wild" ha lasciato secchi anche gli addetti più ficcanaso mentre la riedizione del classico da Game Boy "Link's Awakening" è piaciuta tantissimo per il nuovo stile grafico "paccioccoso".

Da Nintendo però ci si aspettava qualcosina in più degli (ottimi) giochi: l'annuncio delle due tanto vociferate nuove Switch (quella light e quella pro, più potente e performante). Sarà per il prossimo... Direct?

 

ZAF

Keystone
Guarda tutte le 10 immagini
ULTIME NOTIZIE Games
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report