+ 2
GAMES
13.02.19 - 09:000
Aggiornamento : 14:57

Terremoto “Apex Legends” è arrivato l'ammazza “Fortnite”?

Il seguito battle royale di “Titanfall” (ma senza robottoni) è una hit stratosferica e inattesa che fa tremare Epic. Ma riuscirà a tenere botta?

 

LOS ANGELES - È arrivato, ha visto, ha preso quello che funzionava dagli avversari e poi ha colpito. E ha dominato. Così ha fatto “Fortnite”, mettendo k.o. “Playerunknow's Battlegrounds” e reclamando lo scettro di videogame più popolare (e di fenomeno globale).

È la fine di un'era? - In molti si domandavano quanto sarebbe potuta durare, quando sarebbe arrivato qualcuno in grado di scalzarlo dal suo trono dorato. Quel qualcuno, forse, potrebbe essere “Apex Legends” firmato Respawn Entertainment e pubblicato da Electronic Arts giusto settimana scorsa.

Nei primi tre giorni i suoi numeri sono davvero da record. Anche “Legends” è uno sparatutto battle royale, ma in prima persona, che – per la sua formula – prende a piene mani da altri titoli di successo da “Overwatch” passando per “Titanfall” (di cui è seguito ma senza robottoni) fino a “Call of Duty”.

Simile ma diverso - Fra le differenze radicali con “Fortnite” c'è l'impostazione in classi/eroi differenti (8 di cui 2 da sbloccare giocando o pagando) e l'accento sulla cooperazione (si gioca sempre in squadre di tre giocatori). C'è anche la possibilità di resuscitare i compagni di squadra, facendoli riatterrare sulla mappa, sfruttando delle apposite stazioni hi-tech.

Non potrebbe essere più diverso pure l'approccio estetico: un po' meno cartoonoso, ma comunque non fotorealistico e con delle palette di colori completamente all'opposto dello spettro cromatico. Diciamo che ricorda un po' il taglio dato da Blizzard con i suoi eroi di “Overwatch“ ma con un taglio meno Pixar e più cupo.

Per chi cercava un'alternativa - Dal punto di vista delle meccaniche, bisogna dirlo, è estremamente solido e premia la precisione e l'abilità balistica più di quanto faccia lo stesso “Fortnite”. Particolarmente profondo anche l'accento messo sull'equipaggiamento protettivo e non. Il suo arrivo è stato accolto a braccia aperte da tutti quelli che cercavano un'alternativa al colosso di Epic, tanto che si è generato un vero e proprio fuggi-fuggi di streamer, youtuber e semplici curiosi verso i lidi targati Ea.

Per capire se questo iniziale periodo di successo possa tradursi in un vero e proprio (nuovo) regno bisognerà aspettare però ancora un po'. Fondamentale dovrà essere l'impegno degli sviluppatori a mantenere il gioco fresco e interessante.

Staremo a vedere.

“Apex Legends” è disponibile per Playstation 4, Xbox One e Microsoft Windows.

Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
Andy Da Silva 6 mesi fa su fb
Fortnite, gioco acchiappa bimbi mongoli
Alessio Bernardi 6 mesi fa su fb
Fan cagare entrambi 😂
Mike Pereira 6 mesi fa su fb
Apex illusi
Nicolas Fedrigo 6 mesi fa su fb
Mike Pereira disse il tipico giocatore di fortnite
Mike Pereira 6 mesi fa su fb
Apex non richiede nessun tipo di skills, entri e inizi a sparare, gioco per nabbi
Alfredo Corradi 6 mesi fa su fb
Come fortnite... Basta avere cromosomi in più per giocarci
ULTIME NOTIZIE Games
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile