FC
GAMES
16.05.18 - 06:010
Aggiornamento 22:21

Nintendo si è inventata un Lego (hi-tech) di cartone ed è sorprendente

Si chiama Labo, funziona assieme alla Nintendo Switch, e dà il meglio di sé giocato in famiglia. Stiano alla larga però gli hardcore gamer

 

LUGANO - Quando qualche mesetto fa Nintendo ha annunciato il suo Labo per la neoarrivata (e fortunatissima) Nintendo Switch il popolo dei gamer si è letteralmente diviso.

Entusiasti e... meno - Da una parte c’erano gli entusiasti che nella nuova invenzione dei papà di Mario, che coniugava il fai-da-te in stile Lego con un materiale ludicamente inerte come il cartone, ci vedevano del magico. Dall’altra, invece, c’erano gli scettici che la trovavano una bambinata e, per giunta, cara: in fin dei conti non si trattava poi solo di cartone?

E noi li capiamo entrambi - Dopo aver spirolato per qualche giorno con Labo ci siamo trovati a provare lo stesso bilzo-balzo di emozioni. Dal «Wow!» fino al «Meh...», ma la verità è che lo abbiamo provato e assemblato soli e soletti quando questo è un prodotto evidentemente pensato per essere fruito in compagnia di bimbe o bimbi.

Un'idea pensata per le famiglie - Già perché Labo è un perfetto modo per costruire e sperimentare con un interessantissimo ibrido digitale-tecnologico in compagnia di figlie, figlie, nipotine e nipotini, cuginette e cuginetti. Ingredienti della ricetta: sano lavoro manuale, inventiva in stile Lego e poi… la sorpresa finale dell'interazione. Niente di meglio, no?

Due kit, tanti giochi - Ok, bando alle ciance, ma come funziona? Attualmente esistono due scatole di Labo, il “Kit assortito” e il “Kit robot”, entrambe costano all’incirca 79,90 fr. (a dipendenza del rivenditore) e contengono svariate schede per costruire altrettanti giocattoli di cartone hi-tech, più il software. Sarà proprio quest’ultimo a guidarci con un azzeccato manuale animato e interattivo.

Lunghe, soddisfacenti costruzioni - Per completare l’assemblamento dei giocattoli - pardon Toy-Con, questo è il loro nome - più complessi ci vorrà anche più di un’oretta. Ma, vista l’inventiva dei designer di Nintendo, sarà assai difficile annoiarsi. Ogni singolo componente, infatti, è una piccola meraviglia e una sfida manuale semplice ma soddisfacente.

Bello quando il cartone prende vita... - Una volta terminata la costruzione è tempo… di giocare, inserendo nell’equazione la console Switch e i suo due controller, pardon, Joy-Con. Il risultato è spesso volentieri tanto sorprendente quanto esilarante. Riuscire a tirare fuori l'aspetto videogiocoso da dei baloccotti in cartone è veramente qualcosa che prima non si era mai provato.

... ma poi ci si diverte così così - Detto questo è importante puntualizzare che non si tratta di videogame particolarmente elaborati né in grado di garantire un divertimento più che estemporaneo. E questa è una delle falle di Nintendo Labo che ci si sono subito presentate: ok lo stupore, ma dopo? In realtà dopo c’è parecchio da fare, perché Nintendo offre anche una stimolante modalità fai-da-te per sperimentare con la tecnologia alla base del tutto. Ma in quanti vi si cimenteranno poi per davvero?

Gli svantaggi del cartone - Altra nota dolente che abbiamo riscontrato è legata proprio al materiale: il cartone è economico, creativo e decorabile ma anche… tremendamente fragile. Alcune componenti non ci sono assolutamente sembrate a prova di bambino (guardate il video). Ci è anche capitato di dover tornare sui nostri passi perché avevamo fatto qualche errore d’assemblamento (occhio a forme e dimensione degli adesivi!) e non è stato affatto indolore a un pochino abbiamo sudato freddo.

Per famiglie, gli hardcore meglio che pensino ad altro - In conclusione Labo è un prodotto innovativo e interessante che dà il meglio di sé quando a giocarci sono giovani e giovanissimi: è proprio un prodotto perfetto per svariati pomeriggi da giocare in famiglia. Se siete solitari giocatori hardcore probabilmente non farà per noi. Avrà un futuro rigoglioso? Tanto, anzi tutto, dipende da come Nintendo vorrà supportarlo nei prossimi mesi.

Commenti
 
Keila Falcione 2 mesi fa su fb
Elisabetta Marcionelli scusa ma penso sempre la! 😊
ULTIME NOTIZIE Games
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report