GAMES
13.12.17 - 10:000

Questi sono i nostri game dell'anno per il 2017

Uno è addirittura una console (con i baffi) e poi... E quali sono stati i vostri preferiti?

 

LUGANO - Per quanto riguarda il videogiocare il 2017 non è stato un anno proprio di quelli tipici. Al di là dei titoli, che possono essere stati più o meno di qualità a catalizzare tutte le attenzioni sono state le console: upgradate (come Xbox One X) e nuove di pacca (come Nintendo Switch).

Quest’anno, quindi, verrà ricordato soprattutto per l’hardware più che per il software. Diciamolo pure, a parte un pugno di eccezioni i giochi non ci hanno proprio cappottato. Il motivo? Ci sembra un po’ una fase interlocutoria in cui il gaming non ha ancora ben deciso dove andare: se verso il multiplayer duro e puro - di quelli che cominciano a spopolare in streaming su Twitch - oppure verso un’esperienza mediata, ibrida fra la tradizione e l’innovazione.


Gioco dell’anno: Nintendo Switch

In questo momento di incertezza in cui le idee dei game designer un po’ baluginano, a brillare sono quelle di chi, invece, le console le costruisce. Per questo motivo abbiamo deciso, per la prima volta, di premiare una macchina da gioco come la Nintendo Switch che - a suo modo - è anche un balocco (d'incastri) a sé stante.

Accessibilità, rapidità, divertimento: sono le tre caratteristiche di una macchina sulla quale alla vigilia dell’uscita nessuno (nemmeno noi, forse) avrebbe scommesso un centesimo ed eppure si è rivelata un gioiello. Ad aiutare, oltre al fatto che è fatta davvero benissimo, ci hanno pensato i titoli strepitosi e non solo made in Nintendo.

Stiamo parlando di “Zelda: Breath of The Wild” e di “Super Mario Odissey”, probabilmente i due migliori giochi dell’anno, ma anche di una manciata di frizzanti comprimari: come “Splatoon 2” e “Super Mario Kart 8 Deluxe” godibilissime terze parti come “Skyrim” di Bethesda (sapete già che ci piace un tot, no?).

Insomma, tanto di cappello ai papà di Mario (sic!). Riusciranno a tenere alta l’asticella anche nel 2018? C’è proprio da sperarlo e non vediamo l’ora di lasciarci stupire.


Menzioni d’onore: Xbox One X, Horizon Zero Dawn (PS4), Zelda: Breath of the Wild (Switch).

 

Esclusiva dell’anno: Horizon Zero Dawn (Guerrilla Games, PS4)

Se con la nuova One X Microsoft ha il primato della potenza, anche quest’anno Sony si consola spadroneggiando nell’ambito delle esclusive (e c’è chi dice: «Sono queste che contano»). I titoli in lizza anche a questo giro sono parecchi: “Persona 5”, “Horizon Zero Dawn”, “Uncharted: L’eredità perduta”. Insomma, un gran bel malloppone che si aggira attorno alle diverse centinaia di ore di gioco.

Fra questi pesi massimi a colpirci di più, e in assoluto, è stata l’immensa prova di coraggio di Guerrilla Games con le strepitose avventure della sua rossa amazzone primitiva Aloy in un mondo popolato da dinosauri robot.

“Horizon Zero Dawn” è un capolavoro d’inventiva ma anche di visionarietà e perizia tecnica. E poi è pure super divertente. Magari non sarà levigato come le avventure della archeoladra Chloe in “L'eredità perduta” ma ce lo ricorderemo a lungo. Anche per essere stato il primo a farci vedere, con le sue sconfinate distese preistoriche (?), quanto strabrilla il 4K. Ah, è da poco disponibile una "Complete Edition" che racchiude in un singolo scintillante pacchetto il gioco e tutte le sue (belle) espansioni.


Menzioni d’onore: Persona 5 (PS4), Cuphead (Xbox One), Zelda: Breath of the Wild (Switch).

 

Gioco indipendente dell’anno: Playerunknown’s  Battlegrounds (Pc, Xbox One)


È in beta praticamente perenne, ed è stato pubblicato ufficialmente solo da pochissimissimo (su One) ma malgrado ciò “Battlegrounds” è uno dei più grandi fenomeni del videogioco di oggi e senza dubbio uno dei titoli più sconvolgenti di quest'anno. Centinaia di migliaia lo giocano e altrettanti lo guardano in streaming.

La ricetta è semplice: una manciata di concorrenti, un’arena urbana, e chi sopravvive vince. Ma non pensate che sia facile perché si parte in mutande (o quasi) e bisogna farsi strada, palmo dopo palmo, conquistando armi e risorse facendo la pelle agli avversari. Ed è una cosa incredibilmente epica.


Menzioni d’onore: Cuphead (Xbox One), Senua’s Sacrifice (multi), Thimbleweed Park (multi).


Premio dei lettori di tio.ch: Super Mario Odissey (Nintendo, Switch)


Quando c’è da cercare affetto e/o amore nessuno sa farsi volere bene quanto Super Mario che, con la sua ultima galattica avventura (in tutti i sensi) ha convinto i nostri lettori. Grazie al loro "polliciamento" a più non posso gli hanno permesso di scalzare dai gradini alti del podio pure i colossi di EA come FIFA e  NHL. E a ben donde: “Odissey” è una vera meraviglia che ci ha convinto su tutta la linea.


Menzioni d’onore: NHL 18 (multi), FIFA 18 (multi), Destiny 2 (multi).

 

E voi, cari lettori, che ne pensate? Quali videogiochi vi hanno tenuti incollati allo schermo quest'anno?

1 anno fa Nintendo Switch: ai giapponesi piacciono le ibride
1 anno fa Horizon Zero Dawn: quando i dinosauri erano di metallo
9 mesi fa Super Mario Odyssey: Verso l'infinito, e oltre
Commenti
 
TIA84 8 mesi fa su tio
Ho scaricato da poco Rust, versione alfa in early access su Steam.. devo dire che, a parte un paio di meccaniche a mio avviso troppo penalizzanti (vedi durata parti edificio e relativi costi di riparazione troppo esosi), di prospetta un giocone... Per essere in versione Alfa poi.. complimenti agli sviluppatori, bug io non ne ho trovati (per ora).. Si tratta di un gioco open World, soppravivenza e MMO.. Al momento ho giocato in un server deserto quindi non ho nessun avversario che mi disturbi, ma già la natura mette abbastanza i bastoni tra le ruote (orsi e freddo i principali nemici)... Potenzialmente, sempre che arriverà alla versione definitiva, può essere il miglior gioco del 2018 o del 2019... per il momento merita ampiamente il premio come migliore alfa del 2017!!
Eddie Mombelli 8 mesi fa su fb
Gt sport... Nemmeno menzionato... :(
ULTIME NOTIZIE Games
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report