Nintendo
GAMES
26.10.17 - 06:000

Super Mario Odyssey: Verso l'infinito, e oltre

Con il suo nuovo Mario per Switch, tanto per cambiare, Nintendo stravolge ancora una volta le carte in tavola. Questa volta avrà osato troppo?

 

KYOTO - «Azzardato», «incomprensibile», «destinato a fallire», sono solo alcuni dei commenti su Nintendo Switch prima del suo lancio da stampa, critica e fan. E pure noi non eravamo davvero convintissimi.

La Switch è un fermento - Eppure l'ardita scommessa di Nintendo ha finito per pagare in una maniera tanto sorprendente quanto soddisfacente. A convincere non solo l'hardware - agile, ben progettato e piacevolissimo - ma soprattutto la qualità del parco-giochi: da "Zelda: Breath of the Wild" a "Arms" fino a "Splatoon 2". E non sono solo i titoli marchiati Nintendo ad andare, l'eShop della macchina è un tripudio di titoli indipendenti.

Un Mario diverso dal solito - Insomma, alla viglia dell'atterraggio del "suo" primo Mario, per la Switch sembra andare tutto alla grande. Sarà questo "Super Mario Odissey" la classica ciliegina sulla torta oppure un cavolo... a merenda? Diciamolo pure subito: "Odyssey" non è il classico Mario, l'impegno dei designer nipponici al lavoro sull'ultima avventura del baffuto italiano è stato appunto quello di stravolgere il tutto in favore (assoluto) dell'elemento sorpresa.

Questo matrimonio non s'ha da fare - Basta una paragrafetto per esporre la trama: Bowser ha rapito Peach (pensa un po'), e se la vuole sposare. Per farlo però ha bisogno tutta una serie di magici elementi (dall'anello, passando per il boquet...) sparsi per i vari Regni del cosmo. Compito di Mario, ancora una volta, inseguire il brutale dragosauro - spalleggiato da una ghenga di bellicosi bianconigli - per liberare la dolce dama in pericolo. 

Un cappelo per cap...turarli - Ad aiutare nell'impresa ci sarà un nuovo alleato: Cappy, magico copricapo munito di occhioni, che permetterà al nostro eroe di possedere praticamente tutti i nemici presenti nei vari livelli. In questo modo sarà possibile sfruttare tutte le loro abilità per superare i vari ostacoli e/o ragiunggere luoghi altrimenti irragiungibili. A parte questa novità il mitico (ex-)idraulico fra salti e scivolate si controlla - e bene - come sempre. Gradita chicca: i divertenti siparietti retro-2d nascosti nei mitici tubi verdi e che fungono (sic) da collante fra diverse sezioni di gioco.

Non solo di piattaforme vive il Mario - La vera novità è che dopo "Zelda", anche Super Mario passa per il trattamento "open". I vari Regni che potremo esplorare raggiungendoli a bordo dell'astronave a forma di tuba Odyssey saranno quantomeno aperti e, sebbene avranno un percorso chiaro che porta dall'inizio fino al boss di fine livello, ci sono tante biforcazioni e passaggi segreti da scoprire per recuperare monete speciali (color viola) e le magiche Lune che sono un po' l'obiettivo del gioco perché alimentano l'astronave permettendo di viaggiare da un Regno all'altro

Fantasia portami via - E proprio parlando di Regni ce n'è per tutti i gusti e aspettatevi roba completamente diversa da quella del "solito" Mario, ci troviamo infatti fuori dal Regno dei Funghi che praticamente da sempre ne ospita le avventure. E i designer si sono sbizzarriti fra colori e atmosfere: da deserti messicaneggianti al sapor di dias de los muertos passando per foreste verdissime, laghi profondi e città umane (con esseri umani di proporzioni normali) fino a idee veramente sopra le righe come un interno Regno a tema culinario. In tutti i casi la resa grafica è deliziosa e calibratissima.

Tanto ma non troppo - Insomma tanta carne al fuoco, per tante cose da fare e tante ore da spendere giocando. "Super Mario Odyssey", malgrado sia un titolo decisamente vasto e che non ha paura di fartelo capire, ha però il grande pregio di non spaventare il giocatore nel segno dell'accessibilità. Insomma c'è un sacco da fare, ma non devi per forza farlo adesso. I Regni, poi, seppure vasti non sono tanto sterminati da perdersi e il loro "focus" è sempre chiaro.

Sorpresa non fa rima con mistero - Per concludere "Super Mario Odyssey" non è assolutamente un Mario tradizionale, e non vuole esserlo. Si tratta di una scelta netta che potrebbe non far felice chi, invece, proprio canonico lo voleva. C'è molta varietà e voglia di stupire anche se poi, bisogna dirlo, le trovate e le cose da fare non sono poi così sconvolgenti sebbene sempre realizzate a regola d'arte. Da un Super Mario ci aspettiamo sorprese e segreti nascosti abilmente fra le pieghe del sistema di gioco, in "Odyssey" ci sono sembrati anche troppo apparecchiate. Resta comunque un signor gioco e l'ennesima perla nella ludoteca della Switch.

VOTO: 9

Super Mario Odyssey è un'esclusiva per Nintendo Switch.

10 mesi fa Splatoon 2: seppioline stilose alla riscossa
1 anno fa Zelda Breath of the Wild: Nintendo mai così in alto
1 anno fa Nintendo Switch: ai giapponesi piacciono le ibride
Commenti
 
ULTIME NOTIZIE Games
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report