GIAPPONE
27.04.16 - 15:530
Aggiornamento : 20:49

La Playstation come un iPhone? Gli sviluppatori: «un bel disastro»

Sony pensa a una console aggiornabile anno dopo anno (come gli smartphone) ma per chi i giochi li fa è un gran bel problema

TOKYO - "Playstation 4.5", come la chiama la stampa specialistica, "Playstation 4 NEO" come l’avrebbero battezzata voci ufficiose (ma molto credibili). Di che stiamo parlando? Ma di una versione aggiornata dell’attuale console di Sony - praticamente uguale ma più potente - che potrebbe uscire entro l’anno e che aprirebbe alle «console upgradabili» in stile smartphone.

Una PS4 con il turbo - In soldoni: non più una macchina completamente nuova ogni tot anni (se ci basiamo sulle generazioni passate 7 è una buona media) ma una base hardware più o meno fissa che potrà essere aggiornata periodicamente proprio come gli iPhone o i Galaxy. La nuova Playstation potrà quindi far girare i giochi in modalità “normale” oppure “neo”, con performance aumentate. Inoltre prestazioni maggiorate si sposerebbero a pennello con la svolta virtuale in arrivo con il Playstation Vr.

A Sony l'idea piace, agli altri meno - La trovata, che dal punto di vista del produttore di console appare senz’altro redditizia, non ha fatto impazzire né i consumatori né tantomeno gli sviluppatori. Il motivo? Ai primi sembra una presa in giro, considerando i soldi sborsati nemmeno troppo tempo fa per avere in casa una macchina obsoleta. Per gli altri, invece, si tratta di un impegno in più che potrebbe anche essere importante.

«Per chi fa games per Ps4 tutto rischia di complicarsi» - Realizzare un videogame, forse non tutti lo sanno, è un’impresa titanica: differenze a livello di hardware rilevanti (come in questo caso) aumenterebbero in maniera notevole l’impegno per la realizzazione (e, di riflesso, i costi). «Dal lato di chi fa il gioco la faccenda senz’altro si complica», ci spiega Fabrizio Zagaglia dell’one-man-studio bolognese Z4GO e autore del titolo indipendente per PS4 “Albedo: Eyes from outer space”, «per ottimizzare le prestazioni bisognerebbe tenere conto delle caratteristiche di entrambe le macchine/modalità, di certo è lavoro in più».

«Benvenuta la potenza,  ma anche Sony dovrà venirci in contro» - Ma non sono tutte ombre: «Diciamocelo, a chi fa games fa piacere avere a disposizione una gran potenza di calcolo, d’altro canto una natura molteplice come quella che si sta prospettando rischia di rendere ancora più impegnativa la fase di approvazione e pubblicazione di un titolo». Ora come ora, infatti, per ottenere l’approvazione ed essere pubblicato un gioco deve passare una lunga trafila (anche burocratica), «Se gli standard diventeranno due (o più)», continua Zagaglia, «le cose rischiano di allungarsi esponenzialmente. Non è detto però che in questo senso le cose non cambieranno e Sony non ci venga incontro».

ULTIME NOTIZIE Games
GAMES
2 sett
“Holly & Benji” in versione game: il tiro della tigre basta solo a metà
"Captain Tsubasa: Rise of New Champions", da poco disponibile, è bellissimo da vedere ma ha i suoi difettucci
FOTO E VIDEO
GAMES
3 sett
La serie Netflix sui games un po' ci azzecca, un po' no
“High Score”, che racconta la storia dei videogiochi, ha inventiva ma problemi di ritmo. Ai nostalgici però piacerà molto
FOTO
GAMES
1 mese
In “Mortal Shell” morire non è poi la fine del mondo
L'omaggio indipendente a “Dark Souls” di un mini-team di veterani è un mostriciattolo bonsai con qualcosa da dire
FOTO
GAMES
1 mese
“Fall Guys”, la corsa deficiente che (a sorpresa) è diventata un fenomeno
È il titolo dell'estate in grado di rivaleggiare con roba tipo “GTA Online” e altri colossi, e voi ci state giocando?
GAMES
1 mese
Sword Art Online, e il videogame ti imprigiona... in un videogioco
La celebre meta-serie giapponese torna con un colossale nuovo episodio che divertirà parecchio i fan
FOTO
STATI UNITI
2 mesi
Né Sekiro, né Tenchu: Ghost of Tsushima è una storia a sé
L'ultima esclusiva per la console Sony, targata Sucker Punch, convince per design e azione. La narrazione però si rivela
FOTO
GAMES
2 mesi
Deadly Premonition 2: così il gioco si fa ancora più strano
Un dei titoli più improbabili della storia dei games ha ottenuto un ancor più improbabile seguito. Ma ne vale la pena?
FOTO
GAMES
3 mesi
“The Last of Us - Part II” porta il videogioco là dove non è mai andato
Il titolo più atteso di questa generazione non delude le attese ma potrebbe non essere per tutti
GAMES
3 mesi
Il ritorno a Skyrim è tutto online, “Greymoor” dolce nostalgia
L'espansione a tema per “The Elder Scrolls Online” è un bel viaggio che però non c'entra (quasi) niente con l'originale
FOTO E VIDEO
GIAPPONE
3 mesi
Dite buongiorno alla nuova Playstation 5
La macchina da gioco di Sony annunciata in pompa magna ieri in serata con un paio di novità molto accattivanti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile