fotolia
MORBIO INFERIORE
02.02.18 - 06:000

Storia e tradizione del velo da sposa

Il velo, dopo l’abito da sposa, è uno degli accessori più importanti. Indispensabile per completare il look e regalare un tocco speciale alla sposa

 

 

MORBIO INFERIORE - Ha una lunghissima tradizione, ricca di significati e nell’antichità era indossato come simbolo di buon auspicio. Nel Medioevo invece era credenza popolare che avesse il compito di proteggere la sposa dagli spiriti maligni o dal malaugurio.

É un accessorio che non passerà mai di moda, ma per poter valorizzare al meglio l’abito deve essere abbinato correttamente.

Oggi ne esistono di tutti tipi, ma è importante sapere che il velo va scelto in funzione della pettinatura, della forma del viso e del corpo e dello stile del matrimonio.

Può essere lungo a strascico o corto e vaporoso, romantico di pizzo o semplice di tulle.

Le regole del bon ton suggeriscono che non dovrebbe mai superare i tre metri di lunghezza ed è più indicato per la cerimonia in Chiesa, sconsigliato invece se ci si sposa in municipio. Un velo in pizzo o ricamato è più indicato per un abito sobrio e minimalista, viceversa un velo elegante e semplice lo è per un abito importante e sofisticato.

Se scende davanti al viso, spetta allo sposo il compito di sollevarlo quando la sposa lo raggiunge all’altare.

Infine da ricordare che al ricevimento va tolto!

Company profile

Petali di Riso è uno studio di wedding planning e design che nasce nel cuore del Mendrisiotto dove realizza matrimoni su misura in tutto il territorio della Svizzera Italiana. Tutti i servizi sono completamente personalizzati per soddisfare le esigenze ed aggiungere quel tocco speciale al grande giorno. Petali di Riso é a disposizione anche per organizzare Feste di compleanno, Battesimi, Comunioni, Lauree e Feste prèmaman. Da Petali di Riso potrete trovare tutto l’occorrente per il vostro evento. Per info clicca qui
Redazione: fashionchannel.ch

ULTIME NOTIZIE Fashionchannel
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report