Immobili
Veicoli
RODIA
DIAMANTI E PIETRE PREZIOSE
26.03.21 - 06:300

Gli orecchini: cenni storici e attualità

L’evoluzione del gioiello che illumina il viso indossato da uomini e donne sin dall’antichità

I primi ritrovamenti di orecchini risalgono all’età del Bronzo, periodo in cui compaiono anche altri tipi di gioiello.
Sebbene oggi l’orecchino sia indossato sia da uomini che da donne, nell’antico Egitto questo monile veniva utilizzato principalmente come ornamento maschile per indicare lo status sociale. Oro e argento venivano lavorati per formare dischi e catenelle di grande valore.
Solo nell’antica Grecia l’orecchino diventa un oggetto di uso comune anche per i meno abbienti. Nel medioevo queste creazioni subirono una rapida evoluzione: con gemme incastonate, perle, oro, si trasformarono in ornamento prettamente femminile. I primi reperti storici di un certo rilievo risalgono proprio all’alto medioevo.
L’usanza maschile di indossare l’orecchino però non cadde completamente in disuso. Esso veniva indossato per testimoniare l’appartenenza alla nobiltà o coraggio in battaglia.
I pirati indossavano orecchini a cerchio a cui appoggiare tappi di cera per proteggere l’udito durante gli scontri a cannonate e servivano per coprire le spese del funerale in caso di morte oltremare.
La superstizione voleva che forare l’orecchio migliorasse la vista delle vedette e impedisse il mal di mare.
Tradizionalmente venivano regalati a giovani marinai per commemorare la loro prima traversata dell'equatore.
A partire dal Rinascimento agli orecchini più vistosi si sono affiancati modelli di piccole dimensioni e punti luce. Anche in epoca moderna l’orecchino è utilizzato sia da uomini che da donne: alla corte francese i soldati napoleonici avevano l’obbligo di indossare due grandi orecchini ai lobi per sottolineare la potenza del corpo militare.
In altre aree questo monile racchiude in sé simboli e significati speciali. Esso diviene un ornamento diffuso tra le popolazioni nomadi: nelle tribù dell’Africa centrale le donne indossano orecchini vistosi, i dilatatori, quali simbolo di seduzione. Secondo le credenze locali, essi proteggono le giovani ragazze dal male. Allo stesso modo gli orecchini in argento sono diffusi nell’Islam per cui questo materiale ha significato propiziatorio.

Gli orecchini nell’Era Contemporanea
Gli orecchini al giorno d’oggi sono principalmente una questione di stile. Vengono indossati da uomini e donne come ornamento per esaltare le particolarità del proprio corpo, dare luce al volto e sono destinati a rimanere ornamenti amati e desiderati da chiunque.

Esiste una varietà infinita di modelli per forma, materiali e gemme incastonate, che possiamo riassumere nelle seguenti tipologie:

Bottone
Sono di piccole dimensioni e occupano parte della superficie del lobo. Esempi tipici sono gli orecchini punto luce, le perle o modelli in metallo con ogni forma immaginabile.
Avendo dimensioni limitate possono essere indossati comodamente di giorno e di sera.

Cerchio
Gli orecchini a cerchio o ad anello sono disponibili in diamentri e stili illimitati. Tradizionalmente questi orecchini sono rotondi, ma possono essere anche a forma ottagonale, ovale oppure a cerchi concentrici.
Esistono versioni con pietre semipreziose e preziose colorate o diamanti.

Pendenti
Questi tipi di orecchini pendono sotto il lobo dell’orecchio, si possono trovare di diverse lunghezze anche fino alla spalla e il loro moto oscillatorio crea meravigliosi giochi di luce su collo e viso. Esistono versioni a tennis, con chiusura a monachella o catena pendente e gemma incastonata al terminale.

Chandeliers
Questi orecchini prendono il nome, per la loro forma, dai lampadari a sospensione o ‘chandeliers’. Sono orecchini pendenti con aspetto a cascata. La maggior parte degli orecchini chandelier è composta da pietre preziose o cristalli o smalti. Il designer in questo caso può scatenare la creatività, osando con forme voluminose, ricche e appariscenti fino ad essere vere e proprie opere d’arte. A causa del loro peso possono risultare meno confortevoli da indossare.

Abbraccio
Prendono il nome di “huggie”, cioè abbraccio perché sono progettati per circondare il margine dell’orecchio. Sono cerchi di piccolissime dimensioni, più minimalisti e confortevoli. Possono essere sottili o piu’ spessi, in oro o altri materiali e possono recare pietre preziose nei modelli piu’ ricercati, o pietre dure colorate.

Ear cuffs
In italiano “cuffie da orecchio” sono modelli che abbracciano l’intero orecchio, dal lobo fino all’elice. La particolarità di questi orecchini è che rimangono fissati nell’orecchio tramite un solo buco al lobo. Negli ultimi anni questi sono diventati molto popolari poiché richiamano la moda dei piercing. Il designer può progettare diverse creazioni lavorando sullo stile dell’arco, valorizzando l’orecchio senza appesantirlo.
Per effettuare una creazione perfettamente personalizzata per il cliente, ogni disegnatore dovrà tenere in considerazionela l’orecchio, il foro e la forma del viso della persona che lo dovrà indossare. Questo andrà ad esaltare in maniera più armoniosa l’estetica generale.

A cura di Dario Cominotti

Potrebbe interessarti anche
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile