Immobili
Veicoli
Avanti
ITALIA
06.10.21 - 08:000

E se la realtà fosse un gioco di specchi quantistici?

Una nuova teoria del fisico italiano Rovelli suggerisce che la realtà potrebbe essere un gioco di specchi quantistici

Nel suo ultimo libro, il fisico italiano Carlo Rovelli ha sostenuto che la teoria dei quanti, cioè la teoria fisica che descrive l’universo a partire da scale più piccole, mostra che la "visione meccanicistica del mondo" quasi sicuramente è falsa. Secondo Rovelli, infatti, sarebbe più opportuno adottare una visione del mondo "relazionale".
Il filosofo e fisico tedesco Gottfried Leibniz sosteneva che spazio e tempo non fossero altro che la somma totale delle distanze e delle durate tra tutti gli oggetti e gli eventi del mondo. Se rimuovessimo i contenuti dell’universo, rimuoveremmo anche lo spazio e il tempo. Questa può essere appunto considerata la visione “relazionale” dello spazio e del tempo: esistono solo le “relazioni” spaziali e temporali tra oggetti ed eventi. Tale visione relazionale, ad esempio, è stata un’ispirazione chiave per Einstein nella teorizzazione della relatività generale.
Rovelli ha adoperato questa idea per comprendere la meccanica quantistica, affermando che gli oggetti della teoria quantistica, come fotoni, elettroni o altre particelle fondamentali, non sono altro che le proprietà che esibiscono quando interagiscono con, e in relazione ad, altri oggetti. Tali proprietà di un oggetto quantistico sono determinate attraverso l’esperimento e includono dati come la posizione, la quantità di moto e l’energia dell’oggetto, e insieme formano lo stato di un oggetto. Secondo l’interpretazione relazionale di Rovelli, queste proprietà sono quindi tutto ciò che c’è nell’oggetto, cioè non c’è sostanza individuale sottostante che “ha” le proprietà.
Se prendessimo ad esempio in considerazione il famoso dilemma del “gatto di Schrödinger”, secondo la teoria quantistica ortodossa il gatto non è né morto né vivo finché non apriamo la scatola e osserviamo il sistema. Rimane però un enigma su cosa significa per il gatto, esattamente, non essere né morto né vivo. Secondo l’interpretazione relazionale, lo stato di ogni sistema è sempre in relazione a qualche altro sistema, quindi il processo quantistico nella scatola potrebbe avere un esito indefinito in relazione a noi, ma avere un esito definito per il gatto. È pertanto perfettamente ragionevole che il gatto non sia né morto né vivo per noi, e allo stesso tempo sia sicuramente morto o vivo. Un dato di fatto è reale per noi, e un dato di fatto è reale per il gatto. Quando apriamo la scatola, lo stato del gatto diventa definito per noi, ma il gatto non è mai stato in uno stato indefinito per se stesso.
Il fisico italiano, dunque, sostiene che, poiché il nostro mondo è quantistico, gli oggetti possono avere le loro proprietà solo in relazione ad altri oggetti, incluso noi. Da questo punto di vista, il mondo è un’intricata rete di interrelazioni, tale che gli oggetti non hanno più una propria esistenza individuale indipendente da altri oggetti, appunto come un gioco infinito di specchi quantistici.
Inoltre, alla base di questa rete potrebbe non esserci alcuna sostanza “metafisica” indipendente che costituisce la nostra realtà. «Non siamo altro che immagini di immagini. La realtà, compresi noi stessi, non è altro che un velo sottile e fragile, oltre il quale…non c’è nulla», ha affermato Rovelli.

ULTIME NOTIZIE AvanTI
ZURIGO
1 gior
Estrarre carburante sostenibile dall’aria grazie all’energia solare
I ricercatori del Politecnico di Zurigo hanno prodotto carburante a impatto zero a partire dall’aria e dalla luce solare
AvanTI
4 gior
Starlab, una nuova stazione spaziale privata in orbita entro il 2027
Presentato il progetto di una stazione spaziale concepita per essere una destinazione turistica e un centro di ricerca.
AvanTI
6 gior
L’ESA al lavoro sul “gemello digitale” della Terra
Il programma Digital Twin Earth permetterà di monitorare gli effetti del cambiamento climatico prevedendone l’evoluzione
FOTO
AvanTI
1 sett
Il primo robot umanoide in grado di volare
iRonCub dell’IIT potrà raggiungere i luoghi più difficili e salvare vite umane nei disastri naturali.
AvanTI
1 sett
Microreattori nucleari per sostituire i generatori a diesel
La società americana Radiant sta sviluppando un microreattore nucleare compatto, portatile e a basso costo.
AvanTI
1 sett
Il futuro dei computer sono gli switch ottici
Creato un nuovo interruttore ottico che è fino a 1.000 volte più veloce dei tradizionali transistor al silicio.
AvanTI
2 sett
Il James Webb Space Telescope è in viaggio
Il telescopio spaziale più grande e potente mai creato guarderà indietro nel tempo per studiare le origini dell’universo
STATI UNITI
2 sett
Il riscaldamento istantaneo come metodo efficiente di riciclo dei rifiuti elettronici
Scosse elettriche ad alte temperature consentono di recuperare i metalli preziosi contenuti nei rifiuti elettronici
STATI UNITI
2 sett
Un nuovo robot che sa camminare, saltare, volare e fare skate
Gli ingegneri del Caltech hanno creato un ibrido robot-drone in grado di eseguire compiti di locomozione complessi
FRANCIA
3 sett
Windbox, il primo modulo ibrido che produce energia eolica e fotovoltaica
SEGULA Technologies e WIND my ROOF hanno sviluppato un generatore eolico-solare per applicazioni sui tetti degli edifici
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile