AvanTi
CINA
21.06.21 - 10:150

Nuovo record per il reattore a fusione nucleare cinese

Il reattore cinese EAST ha raggiunto la temperatura record di 120 milioni di gradi mantenendola per 101 secondi

La reazione a fusione nucleare sembra oggi ancora più vicina. La Cina ha infatti annunciato di aver stabilito un nuovo record mondiale grazie all’Experimental Advanced Superconducting Tokamak (EAST), il reattore sperimentale dell’istituto di scienze fisiche di Hefei, che è riuscito a portare il plasma al suo interno fino ad una temperatura di 120 milioni di gradi Celsius per ben 101 secondi.
Si tratta, insomma, di temperature che sfidano quelle prodotte dal Sole stesso.
Come è noto, mentre in un reattore a fissione nucleare un atomo di un elemento pesante decade in elementi più leggeri, in un reattore a fusione si tenta di ottenere l’unione di due atomi leggeri per produrne uno più pesante, imitando la stessa reazione che avviene all’interno delle stelle. Tale processo, al quale gli scienziati stanno lavorando da anni, permetterebbe di produrre enormi quantità di energia a basse emissioni di carbonio.
Il problema è che si tratta di un processo tecnologicamente molto complesso da ottenere. Se infatti all’interno delle stelle la fusione nucleare è possibile grazie alla gravità, che comprime gli atomi di elementi come l’elio con tanta forza da fonderli tra loro, sulla Terra un risultato simile si può raggiungere solo tramite le alte temperature. La comunità scientifica, a questo proposito, stima che un reattore a fusione terrestre dovrebbe spingersi almeno alla temperatura di 100 milioni di gradi per sperare di ottenere dell’energia dalle reazioni fisiche che avvengono al suo interno. Questa è infatti considerata la temperatura minima che consentirebbe di conseguire una reazione autosufficiente, cioè in cui il reattore è potenzialmente in grado di iniziare a produrre più energia di quanta ne consumi.
Tale obbiettivo è stato oggi ampiamente raggiunto dalla Cina grazie al suo Tokamak, il reattore a ciambella all’interno del quale il plasma viene riscaldato al punto da permettere ai combustibili a idrogeno di fondersi insieme per rilasciare energia in grado, a sua volta, di generare elettricità.
Nello specifico, i ricercatori che lavorano presso il centro di controllo dell’EAST, chiamato anche il “sole artificiale cinese”, la mattina del 28 maggio hanno stabilito un nuovo record mondiale, raggiungendo una temperatura del plasma di 120 milioni di gradi Celsius per un periodo di 101 secondi. Durante l’esperimento, inoltre, è stata raggiunta anche una temperatura del plasma di 160 milioni di gradi Celsius per 20 secondi.
Ad annunciare la notizia è stato Gong Xianzu, ricercatore dell’Istituto di fisica del plasma dell’Accademia cinese delle scienze (Asipp) e responsabile dell’esperimento condotto a Hefei, capitale della provincia di Anhui, nella Cina orientale. Lo scopo finale dell’EAST è creare una fusione nucleare simile a quella del Sole, utilizzando l’abbondanza di deuterio nel mare per fornire un flusso costante di energia pulita. Naturalmente, secondo gli scienziati che stanno lavorando al progetto, la tecnologia è ancora in fase sperimentale e serviranno almeno 30 anni perché esca dal laboratorio. Ma una volta messa a punto in maniera definitiva, la fusione nucleare potrebbe fornire all’umanità energia sicura, sostenibile e praticamente infinita.

AvanTi
Ingrandisci l'immagine
ULTIME NOTIZIE AvanTI
AvanTI
2 gior
Una batteria ferro-aria economica e ricaricabile in grado di fornire energia per 100 ore
Sviluppata una nuova batteria per l’accumulo di rete che produce elettricità a un decimo del costo degli ioni di litio.
VIDEO
AvanTI
4 gior
Mini-eolico da parete per muri che producono energia
Piccoli generatori eolici incorporati nelle pareti degli edifici potrebbero sfruttare l’energia del vento nelle città.
AvanTI
6 gior
La presentazione dei regali aziendali proposti da sostenibiliTi per Natale 2021
Iscrivendosi al webinar del 23 novembre si potranno scoprire tutti i dettagli dell’iniziativa smart e sostenibile.
AvanTI
1 sett
Airbus svela la prossima generazione di CityAirbus
Il produttore europeo ha presentato la sua nuova soluzione di mobilità aerea urbana elettrica, sicura e sostenibile
AvanTI
1 sett
Un nuovo chip di plastica flessibile per “l’Internet of Everything”
Realizzato il primo processore non in silicio che potrebbe aggiungere funzionalità di elaborazione a qualsiasi prodotto.
FOTO
AvanTI
1 sett
Batterie allo stato solido grazie al legno
Un team di scienziati ha testato un elettrolita a base di cellulosa al posto dei ceramici con risultati super efficienti
AvanTI
2 sett
Un nuovo sistema di refrigerazione che non usa l’elettricità
Gli scienziati del KAUST stanno lavorando a un metodo di raffreddamento che utilizza solo luce solare e acqua salata.
AvanTI
2 sett
La coscienza potrebbe essere spiegata dalla fisica quantistica
Un nuovo studio sui frattali potrebbe fornire le basi per testare sperimentalmente la teoria della coscienza quantistica
FOTO
AvanTI
2 sett
Una mongolfiera spaziale per viaggiare nella stratosfera
Space Perspective sta sviluppando un sistema di palloni stratosferici per trasportare i turisti nello spazio.
FOTO
GIAPPONE
3 sett
Stabilito un nuovo record di velocità su connessione Internet
I ricercatori giapponesi hanno raggiunto una velocità di trasmissione dati di 319 Tbps usando un cavo in fibra ottica.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile