Mesh, la piattaforma di comunicazione che ci trasforma in ologrammi
AvanTi
STATI UNITI
18.06.21 - 08:000

Mesh, la piattaforma di comunicazione che ci trasforma in ologrammi

Microsoft ha svelato un’innovativa piattaforma che riproduce i partecipanti a una conversazione come fossero ologrammi

Durante il recente evento digitale Ignite, la conferenza che Microsoft dedica a sviluppatori e team di professionisti e tecnici, il colosso tecnologico americano ha svelato Mesh, una nuova piattaforma di realtà aumentata, o più precisamente di realtà mista, per incontrarsi sotto forma di avatar e poter interagire con oggetti virtuali.
Mesh, nello specifico, si presenta come una rivoluzionaria piattaforma di comunicazione che consente alle persone di incontrarsi come avatar e di “teletrasportarsi” in diversi posti grazie all’uso della cosiddetta oloportazione, ovvero l’uso della tecnologia di acquisizione 3D per trasmettere un’immagine realistica di una persona in una scena virtuale. Mesh, quindi, riproduce i partecipanti di una conversazione come fossero ologrammi.
Grazie a Mesh è possibile connettersi con altre persone sentendo la loro presenza tramite, ad esempio, espressioni facciali e gesti. Si possono condividere determinati spazi e si può collaborare in maniera immersiva nello stesso ambiente virtuale, pur trovandosi in luoghi fisici differenti.
Mesh, pertanto, permette a persone distribuite lontano geograficamente di organizzare incontri più collaborativi, condurre sessioni di progettazione virtuale, assistere altre persone, imparare insieme e ospitare incontri sociali virtuali. L’innovativa piattaforma, infatti, è stata pensata anche come supporto per sviluppatori, designer, architetti, ingegneri e per la telemedicina, poiché consente a più persone di lavorare su progetti architettonici o di design in modo interattivo e di svolgere sessioni di addestramento su oggetti digitali prima di passare a quelli reali.
«Un vantaggio fondamentale della realtà mista è sempre stata la possibilità di essere rappresentati altrove, nonostante le barriere spazio-temporali. Posso essere in una fabbrica anche se non ci sono in modo da avere la stessa sensazione fisica della presenza dell’altro», ha dichiarato Alex Kipman, Technical Fellow di Microsoft. «Mesh collega il mondo fisico e digitale. Questo è stato il sogno della realtà mista fin dall’inizio. Puoi davvero sentirti come se fossi nello stesso posto con qualcuno che condivide contenuti o puoi teletrasportarti da diversi dispositivi di realtà mista ed essere presente con le persone anche quando non sei fisicamente con loro».
In un primo momento, i partecipanti a Mesh verranno riprodotti come avatar ma al crescere della community si avrà quello che la compagnia definisce un vero e proprio teletrasporto delle proprie sembianze. In questa fase iniziale, Mesh è disponibile soltanto sugli HoloLens 2, i visori per la realtà aumentata della stessa Microsoft. Successivamente, l’azienda darà l’opportunità agli sviluppatori di creare applicazioni che possano funzionare anche su altri visori, smartphone, tablet e PC. In futuro, poi, la piattaforma potrebbe essere integrata anche in Teams e Dynamics 365, così da rivoluzionare le videoconferenze e la comunicazione digitale.
L’obbiettivo di Microsoft, dunque, è quello di puntare su nuove forme di comunicazione personali e professionali, per far fronte alle restrizioni della pandemia e all’espansione dello smart working.

AvanTi
Guarda le 3 immagini
ULTIME NOTIZIE AvanTI
RUSSIA
1 gior
La Russia vuole inviare un “rimorchiatore spaziale” nucleare su Giove
Gli ingegneri hanno iniziato a sviluppare un veicolo a propulsione nucleare con l’obbiettivo di lanciarlo nel 2030
STATI UNITI
5 gior
Relativity Space punta su razzi riutilizzabili e stampati in 3D
La startup ha raccolto 650 milioni di dollari per realizzare razzi stampati in 3D rimpiegabili e sfidare così SpaceX
STATI UNITI
1 sett
Mappare la mente con gli ultrasuoni
Un team di ricercatori ha utilizzato la tecnologia a ultrasuoni funzionali per leggere la mente di alcune scimmie
STATI UNITI
1 sett
Google lancia Project Starline, la piattaforma di video chat in 3D
Project Starline è una tecnologia che permetterà di chattare con le persone in 3D come fossero davanti a noi
STATI UNITI
1 sett
Ricreare un campo magnetico intorno a Marte per renderlo abitabile
La NASA vuole posizionare tra Marte e il Sole un dipolo magnetico che faccia da scudo contro raggi e venti solari
NORVEGIA
2 sett
DyRET: il robot a quattro zampe che può cambiare forma
L’automa è in grado di mutare la propria configurazione per adattarsi alle caratteristiche dell’ambiente esterno
STATI UNITI
2 sett
Realtà virtuale e alterazione della percezione del tempo
Secondo un nuovo studio la realtà virtuale crea un “effetto compressione” per cui il tempo sembra andare più veloce
GERMANIA
2 sett
Nuovo record di efficienza per le celle fotovoltaiche in GaAs
L’Istituto Fraunhofer sta realizzando delle celle fotovoltaiche speciali per applicazioni Power-by-Light
AUSTRALIA
3 sett
Realizzati i primi modelli artificiali di embrione umano partendo da cellule della pelle
Si chiamano blastoidi e serviranno per studiare infertilità, aborti precoci, malattie congenite e sviluppo embrionale.
FOTO E VIDEO
STATI UNITI
3 sett
Una carreggiata per ricaricare le auto elettriche durante la guida
Speciali lastre metalliche nell’asfalto potrebbero ricaricare le batterie delle auto con un sistema wireless a induzione
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile