AvanTi
STATI UNITI
01.05.21 - 08:000

L’indossabile che trasforma il corpo umano in batteria

Un innovativo dispositivo indossabile può convertire il calore del corpo umano in energia elettrica

Un team di scienziati della Colorado University Boulder, negli Stati Uniti, ha sviluppato un innovativo dispositivo indossabile a basso costo in grado di trasformare il corpo umano in una batteria biologica. Il dispositivo si chiama TEG (Thermoelectric generator) e si tratta praticamente di un generatore termoelettrico che attinge il calore naturale di una persona, cioè quello che normalmente viene disperso nell’ambiente, e lo converte in energia elettrica.
Il dispositivo, descritto in un articolo pubblicato sulla rivista Science Advances, è realizzato con un materiale elastico, la poliammine, all’interno della quale vengono inseriti una serie di piccoli chip termoelettrici collegati tra loro con fili di metallo liquido. La sua eccellente flessibilità meccanica fa sì che può essere indossato sul corpo umano come un anello, un braccialetto o qualsiasi altro accessorio a contatto con la pelle. I circuiti flessibili all’interno del generatore convertono il calore corporeo in elettricità e un materiale speciale incorporato è in grado di autorigenerarsi e cambiare configurazione per evitare di rompersi quando ci si muove.
Mentre la parte del dispositivo che è a contatto con il corpo umano trasforma il calore in energia, l’altra parte può assorbire l’energia solare dal suo lato freddo, cioè la zona opposta alla pelle. I generatori termoelettrici, infatti, usano una differenza di temperatura, come quella tra il nostro corpo e l’aria circostante, per trasformare tale differenza in energia. Se in natura per arrivare all’equilibrio termico il calore viene dissipato automaticamente verso zone più fredde, il TEG può invece catturare tali particelle energizzate mentre passano attraverso una barriera ultrasottile.
Il dispositivo può fornire circa 1 Volt per centimetro quadrato di pelle, sufficiente per alimentare apparecchi elettronici come smartwatch e fitness tracker. Tuttavia, il sistema è modulare, nel senso che si può facilmente aumentare la potenza collegando tra loro un numero maggiore di generatori. Combinando quindi assieme più TEG si può ottenere una fascia indossabile grazie alla quale una persona che cammina a passo svelto può generare anche 5 Volt di elettricità.
I ricercatori sostengono che questa tecnologia potrebbe eliminare la necessità di dover adoperare le batterie nei dispositivi utilizzati sugli esseri umani, non solo smartwatch o device per il fitness ma anche pacemaker e altri impianti che richiedono energia elettrica per funzionare. «In futuro, vogliamo essere in grado di alimentare l’elettronica indossabile senza dover includere una batteria», ha affermato Jianliang Xiao, autore dell’articolo e professore associato presso il dipartimento di ingegneria meccanica dell’ateneo americano.
Il TEG può auto-ripararsi se danneggiato ed è completamente riciclabile. Basta infatti immergerlo in una speciale soluzione per separare i componenti elettronici dalla base in poliammine, che si dissolve. «Ogni volta che usi una pila, la stai scaricando e alla fine dovrai sostituirla. La cosa bella del nostro dispositivo termoelettrico è che puoi indossarlo e ti fornisce energia costante», ha dichiarato Xiao.
L’impatto ambientale del dispositivo, dunque, è quasi nullo e una volta che sarà ulteriormente perfezionato potrà rappresentare un’alternativa più pulita e sostenibile all’elettronica tradizionale.

AvanTi
Ingrandisci l'immagine
ULTIME NOTIZIE AvanTI
ITALIA
1 gior
Pepper: il robot umanoide che fa il personal trainer
Progettato da un team di studenti dei politecnici di Torino e Milano il robot guida e allena l’utente grazie all’AI
PAESI BASSI
4 gior
Nuova svolta verso il “cervello quantistico”
Gli scienziati hanno creato un materiale intelligente adattivo e mutevole che si comporta come il cervello umano
STATI UNITI
6 gior
La scimmia che gioca a Pong solo con il pensiero grazie al chip Neuralink
L’azienda di Elon Musk ha raggiunto un altro importante traguardo con un chip impiantato nel cranio di una scimmia
AvanTI
1 sett
La spugna che rende potabile l’acqua grazie al sole
Creata una spugna in grafite espansa che sfruttando l’energia solare può estrarre l’acqua potabile dall’aria e dal mare
STATI UNITI
1 sett
Voyager Station: il primo hotel nello spazio
Un’azienda americana vuole costruire una base per accogliere dal 2027 turisti spaziali, scienziati e astronauti
DANIMARCA
1 sett
Un’isola artificiale per produrre energia eolica
La Danimarca costruirà nel Mare del Nord un hub per 200 turbine eoliche che forniranno energia a 3 milioni di famiglie
MARTE
2 sett
Prodotto per la prima volta l’ossigeno su Marte
Uno dei dispositivi sul rover Perseverance ha convertito l’anidride carbonica dell’atmosfera marziana in ossigeno
AvanTI
2 sett
SostenibiliTi: insieme per trasformare il Ticino nella prima regione a bilancio positivo del mondo
Lo Swiss Institute for Disruptive Innovation lancia un’importante iniziativa per compensare le emissioni di CO2
ITALIA
2 sett
La prima “casa alveare” stampata in 3D con la terra
Si chiama Tecla, la casa a zero emissioni simile ad un alveare interamente stampata in 3D con materiali riciclabili
SVEZIA
3 sett
Un nuovo prototipo di batteria strutturale
Dalla fibra di carbonio l’accumulo senza massa con risultati 10 volte migliori rispetto a tutte le precedenti versioni
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile