AvanTi
CINA
24.01.21 - 08:000

La Cina apre le porte del più grande radiotelescopio del mondo agli astronomi stranieri

Il gigantesco radiotelescopio FAST potrà essere utilizzato dai ricercatori di tutto il mondo prenotando dal primo aprile

Il “Five hundred meter Aperture Spherical Telescope” (FAST) è il radiotelescopio più grande mai realizzato ed è ormai diventato il simbolo della crescente supremazia tecnologica della Cina. Ora, nonostante la guerra commerciale con gli Stati Uniti, sembra che aprirà le sue porte agli astronomi stranieri nel tentativo di attrarre i migliori talenti da ogni parte del mondo.
FAST è situato tra le montagne di Pingtang, nella provincia di Guizhou, nel sud-ovest della Cina. La sua costruzione è iniziata nel 2011, entrando in funzione appena un anno fa. La struttura copre l’area di circa trenta campi da calcio ed è costato 175 milioni di dollari (1,1 miliardi di yuan).
Con la sua enorme parabola dal diametro di 500 metri ha superato di gran lunga l’Osservatorio di Arebico a Porto Rico, di proprietà degli Stati Uniti, rimasto distrutto dopo che la sua piattaforma di ricezione da 900 tonnellate è caduta per 140 metri in basso.
«Abbiamo tratto molta ispirazione dalla sua struttura, che abbiamo gradualmente migliorato per costruire il nostro telescopio», ha dichiarato Wang Qiming, ispettore capo del centro operativo e di sviluppo di FAST. Il dispositivo, in effetti, è tre volte più sensibile degli equivalenti statunitensi.
FAST è circondato da una zona di “silenzio radio” di oltre 5 chilometri dalla struttura, in cui è proibito qualsiasi uso di cellulari o computer. I radiotelescopi, infatti, adoperano antenne e ricevitori molto sensibili per rilevare le onde radio dalle sorgenti nel cosmo e quindi necessitano di essere lontani da qualsiasi interferenza.
Il governo cinese di recente ha deciso di mettere a disposizione l’osservatorio anche per gli astronomi e per i fisici del resto del mondo. Secondo il rapporto ufficiale, infatti, la Cina accetterà già da quest’anno le richieste da parte degli scienziati stranieri che desiderano utilizzare lo strumento per le loro ricerche. «Il nostro comitato scientifico mira a rendere FAST sempre più aperto alla comunità internazionale», ha affermato Qiming.
Nello specifico, l’Osservatorio astronomico nazionale della Cina (NAOC), che gestisce il telescopio, ha confermato solo pochi giorni fa che gli scienziati da ogni parte del mondo potranno fissare appuntamenti online per l’utilizzo del dispositivo a partire dal primo aprile di quest’anno. Dal primo agosto, invece, sarà disponibile un calendario assegnato.
L’obbiettivo del radiotelescopio è di catturare i segnali radio emessi dai corpi celesti, in particolare delle pulsar, stelle morte in rapida rotazione. Oltre ad esplorare l’universo, poi, gli scienziati che vorranno avvalersi della straordinaria tecnologia di FAST potranno farlo anche per studiare mondi alieni e per cercare segnali di vita extra-terrestre.

AvanTi
Guarda le 2 immagini
ULTIME NOTIZIE AvanTI
STATI UNITI
1 gior
Un nuovo reattore a fusione nucleare potrebbe cambiare il mondo
Una serie di studi prova che SPARC, il reattore a fusione nucleare sviluppato dal MIT, in teoria dovrebbe funzionare
GERMANIA
3 gior
Powerpaste: un’innovativa soluzione per la mobilità a idrogeno
Realizzata una pasta a base di idruro di magnesio che consente di immagazzinare l’idrogeno e alimentare piccoli veicoli
AUSTRALIA
5 gior
Un rivoluzionario occhio bionico pronto per i primi test sull’uomo
L’impianto ottico dell’Università di Melbourne potrebbe consentire a pazienti non vedenti di recuperare la vista
STATI UNITI
1 sett
Un innovativo progetto per un razzo a riconnessione magnetica
Ideato un nuovo tipo di propulsore al plasma che sfrutta la riconnessione magnetica per ottenere la spinta del razzo
STATI UNITI
1 sett
IBM annuncia un computer quantistico a 1000 qubit entro il 2023
L’azienda informatica lancerà nel 2023 IBM Quantum Condor, il primo computer quantistico a più di 1000 qubit
STATI UNITI
1 sett
L’intero universo potrebbe essere una rete neurale
Una nuova teoria tenta di ridefinire la realtà fisica ipotizzando che tutto l’universo sia una rete neurale
STATI UNITI
2 sett
Nei robot si è accesa la prima scintilla dell’empatia
Realizzata per la prima volta una macchina capace di prevedere le azioni di un’altra semplicemente osservandola
AvanTI
2 sett
I data center del futuro saranno in fondo al mare?
Si è concluso con successo l’esperimento di Microsoft per verificare la fattibilità di porre un data center sott’acqua
REGNO UNITO
2 sett
Osservata per la prima volta interazione tra due “cristalli temporali”
La scoperta potrebbe essere utilizzata per migliorare gli orologi atomici e sostenere la coerenza quantistica
ISRAELE
3 sett
Una batteria per auto elettriche che si ricarica in soli 5 minuti
Una startup israeliana ha sviluppato una batteria pronta per il commercio che riduce drasticamente i tempi di ricarica
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile