AvanTi
STATI UNITI
03.10.20 - 08:000

Il Pentagono ammette l’incontro con gli UFO

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha pubblicato tre video di oggetti aerei non identificati

Verso la fine di aprile di quest’anno il Pentagono ha reso noto, attraverso un comunicato, di aver preso la decisione di pubblicare ufficialmente tre video non secretati in cui è possibile vedere degli UFO, ovvero degli “oggetti volanti non identificati”.
Si tratta di tre video in bianco e nero realizzati nel 2004 e nel 2015 da piloti della Marina americana durante alcune esercitazioni. I filmati mostrano oggetti misteriosi in volo ripresi di notte da telecamere a infrarossi. Le immagini erano già state rese note in passato anche dal New York Times (2017) e da alcuni siti internet, mentre la Marina militare ne aveva confermato l’autenticità già nell’ottobre scorso.
Nel video del 2004, girato al largo della California, è possibile vedere un oggetto di forma allungata muoversi rapidamente, per poi scomparire sulla sinistra con un’accelerazione improvvisa, dopo essere stato intercettato da uno dei sensori a bordo dell’aereo della Marina statunitense. «Mentre mi avvicinavo, accelerò rapidamente verso su e scomparve in meno di due secondi», ha dichiarato alla CNN nel 2017 l’ex pilota della Marina David Fravor. «Sembrava una pallina da Ping Pong che rimbalzava contro un muro. Non aveva ali, ma non si trattava di un elicottero: il tipo di movimento era completamente diverso».
Negli altri due video, invece, risalenti a gennaio 2015, si nota un oggetto non identificato intento a volare sopra le nuvole. Uno dei piloti che lo osserva ipotizza che si possa trattare di un nuovo tipo di drone. «C’è un’intera scia. Sta andando contro il vento! Un vento da ovest di 120 nodi!», afferma il suo compagno di volo. «Guarda questa cosa!», continua il suo interlocutore mentre l’oggetto misterioso inizia a ruotare.
Il Dipartimento della Difesa americano ha scelto di diffondere ufficialmente i tre video «per dissipare eventuali idee pubbliche sbagliate sulla veridicità o meno delle immagini diffuse o sul fatto che ce ne fossero altre», come si apprende in un comunicato emanato dalla portavoce della Difesa Sue Gough. «Dopo un attento esame, il Dipartimento ha concluso che la pubblicazione di questi video non rivela nessuna informazione sensibile», ha aggiunto la Gough. Il Pentagono, inoltre, rivela che non intende effettuare ulteriori indagini su quelli che sono stati qualificati come “oggetti aerei non identificati”.
L’ex senatore del Nevada Harry Reid, ovvero lo Stato in cui si trovano le installazioni segrete della Zona 51 dell’Aeronautica americana, ha affermato in un tweet di essere «contento del fatto che il Pentagono stia finalmente trasmettendo queste immagini», nonostante sia consapevole che ciò «scalfisce soltanto la superficie della ricerca e delle documentazioni disponibili». Reid conclude sostenendo che «gli Stati Uniti devono dare uno sguardo serio e scientifico a questo e a tutte le potenziali implicazioni per la sicurezza nazionale. Il popolo americano merita di essere informato».
In effetti, come riporta l’agenzia Afp, nel dicembre 2017 il Dipartimento della Difesa Usa aveva ammesso di avere finanziato fino al 2012, data ufficiale del suo completamento, un programma segreto di diversi milioni di dollari per indagare sugli avvistamenti di UFO.

AvanTi
Ingrandisci l'immagine
ULTIME NOTIZIE AvanTI
STATI UNITI
7 ore
Topi messi in animazione sospesa: funzionerà anche per gli esseri umani?
Scoperto nel cervello dei topi la chiave dell’ibernazione: questo potrebbe consentire i viaggi spaziali di lunga durata
SINGAPORE
1 gior
Produrre energia solare dall’ombra
Sviluppato un prototipo in grado di sfruttare i contrasti tra le zone d’ombra e quelle illuminate per generare energia
REGNO UNITO
4 gior
Uno spettacolare jetpack per soccorsi rapidi in montagna
In Inghilterra un jetpack ha permesso a un paramedico di raggiungere il luogo dell’incidente in soli 90 secondi
STATI UNITI
6 gior
Hyperloop, effettuato il primo test con persone a bordo
Nel deserto del Nevada il treno supersonico della Virgin ha trasportato per la prima volta dei passeggeri umani
SPAZIO
1 sett
Impianti fotovoltaici spaziali: una possibile soluzione per il futuro?
Testata l’antenna PRAM per studiare la possibilità di trasmissione dell’energia solare sulla Terra tramite microonde
STATI UNITI
1 sett
Un super-enzima in grado di divorare la plastica
Gli scienziati hanno creato in laboratorio un super-enzima che degrada la plastica a una velocità incredibile
STATI UNITI
1 sett
Ecco Flippy Roar, lo chef robot
Una startup californiana ha sviluppato un efficiente robot da fast food per ottimizzare il lavoro in cucina
REGNO UNITO
2 sett
Il super-condensatore che potrebbe rivoluzionare il sistema di stoccaggio dell’energia
Un team di ricercatori ha usato un materiale polimerico che accumula quantità di energia fino a 10.000 volte superiori
STATI UNITI
2 sett
La startup che produce protesi 3D a un costo accessibile
La Unlimited Tomorrow, fondata dal 24enne Easton LaChappelle, ha di recente svelato la sua ultima innovativa protesi
STATI UNITI
2 sett
Scienziati creano le prime cellule umane trasparenti
Queste cellule possono modulare il modo in cui riflettono la luce grazie a un meccanismo molecolare usato dai calamari
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile