AvanTi
STATI UNITI
13.07.20 - 09:520

RFocus: la superficie smart che amplifica la potenza del WiFi

I ricercatori del MIT hanno sviluppato una superficie intelligente che rende il segnale WiFi 10 volte più potente

Oggi stiamo assistendo a una crescente diffusione di dispositivi elettronici smart, o comunque miniaturizzati, che necessitano ovunque di un segnale WiFi adeguato. Inoltre, tali dispositivi spesso adoperano antenne molto piccole che possono avere delle difficoltà a captare i segnali WiFi in modo soddisfacente.
Per tali ragioni, un team di ricercatori del Laboratory of Computer Science and Artificial Intelligence (CSAIL) del Massachussetts Institute of Technology (MIT) ha sviluppato una “superficie intelligente”, denominata RFocus, che non ha bisogno di alcun collegamento alla rete elettrica e ha il duplice scopo di funzionare sia come specchio per il segnale WiFi, ma anche per essere l’obiettivo del segnale stesso.
Invece di concentrarsi sui trasmettitori del segnale radio o sulle antenne dei dispositivi, i ricercatori del CSAIL hanno pensato ad un modo per amplificare il segnale a parità di trasmettitore e di antenna. L’idea quindi è stata quella di aggiungere antenne ad una superficie esterna al ricevitore, ma posta nello stesso ambiente. RFocus, infatti, integra oltre 3000 antenne microscopiche che possono essere riorganizzate via software per massimizzare la ricezione, potenziandola di 10 volte e focalizzandola in una certa direzione, così da assicurare una connessione stabile e veloce.
Si tratta di una soluzione davvero semplice, funzionale ed economica, poiché le antenne costano pochi centesimi e non richiedono fonti di energia, visto che non emettono un segnale attivo ma si limitano a funzionare da lente o da specchio, concentrando il segnale proveniente dalla sorgente e facendolo rimbalzare più forte verso le antenne di determinati dispositivi.
«L’obbiettivo principale era esplorare la possibilità di utilizzare elementi nell’ambiente, organizzandoli al fine di dirigere il segnale in un modo che possiamo effettivamente controllare», ha dichiarato Hari Balakrishnan, co-autore della ricerca. Lo studio, pubblicato sul sito web della American University of Cornell, specifica che le onde vengono direttamente restituite al dispositivo, migliorando fino a dieci volte la qualità della ricezione e il doppio della larghezza di banda.
Questa innovativa tecnologia deve essere ulteriormente migliorata e ne va ancora perfezionato il design. Il team di ricerca, inoltre, deve anche pensare a un modo per la commercializzazione su larga scala. Per questo motivo sta immaginando di produrre RFocus sotto forma di una “carta da parati” sottile, economica e senza cavi.
Ad ogni modo, questa superficie intelligente potrà rivelarsi molto utile sia negli ambienti domestici che di lavoro. «Se vuoi avere dispositivi wireless che trasmettano alla minima potenza possibile, ma ti diano un buon segnale, questo sembra essere un modo estremamente promettente per farlo», ha concluso lo stesso Balakrishnan.

AvanTi
Guarda le 4 immagini
ULTIME NOTIZIE AvanTI
VIDEO
STATI UNITI
2 gior
Una “fionda orbitale” per osservare gli oggetti interstellari
Scienziati del MIT stanno sviluppando insieme alla NASA un’idea innovativa per studiare gli oggetti interstellari
STATI UNITI
4 gior
Titanato di litio per batterie a ricarica ultrarapida
Uno studio ha registrato il movimento esatto degli ioni di litio nel titanato aprendo nuove prospettive in questo campo
GIAPPONE
6 gior
Azienda giapponese testa un’auto volante con conducente
La giapponese SkyDrive ha condotto il primo test pubblico di un’auto volante con a bordo un pilota umano
MONDO
1 sett
Le incredibili piante modificate geneticamente che si illuminano
Un team di ricercatori ha creato delle piante luminose grazie al DNA di un fungo bioluminescente
ITALIA
1 sett
Scienziati decodificano il modo in cui il cervello distingue gli odori
Uno studio ha permesso di decodificare il linguaggio neurale degli odori riuscendo ad ingannare il cervello dei topi
FINLANDIA
1 sett
Idrogeno a basso costo grazie a un nuovo catalizzatore in nanotubi di grafene
Sviluppato un catalizzatore che consente le reazioni chimiche alla base della produzione dell’idrogeno a prezzi ridotti
STATI UNITI
2 sett
Elon Musk ha presentato i progressi di Neuralink
Mostrato su un maiale il funzionamento dell’impianto cerebrale in grado di connettere il cervello ad un computer
STATI UNITI
2 sett
Micrashell, la tuta tecnologica per proteggerci dai virus
Dagli Stati Uniti un progetto futuristico per tornare a socializzare senza distanziamento e al sicuro dal coronavirus
SINGAPORE
2 sett
Le batterie al litio-zolfo ora sono più stabili e performanti
Un team di ricercatori ha creato un elettrolita semisolido per batterie litio-zolfo più sicure e ad alte prestazioni
REPUBBLICA CECA
3 sett
Ecco la prima casa galleggiante stampata in 3D
Si chiama Prvok, si realizza in 48 ore, ha una superficie di 43 mq, è parzialmente autosufficiente e durerà 100 anni
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile