AvanTi
+ 3
STATI UNITI
07.12.19 - 15:420

Un guanto elettronico riesce a far provare ai portatori di protesi sensazioni simili a quelle umane

I ricercatori della Purdue University hanno creato un guanto elettronico da applicare sulle protesi della mano che consente di far percepire a chi lo indossa temperatura,pressione e altre informazioni

Le protesi artificiali, se da un lato permettono a chi ha subito una mutilazione a causa di un grave incidente di superare alcuni deficit, dall’altro non consentono di provare le stesse sensazioni degli arti naturali. Ora, però, i ricercatori della Purdue University hanno realizzato un guanto elettronico, cioè un e-glove, che si indossa sulla protesi della mano e permette di percepire sensazioni simili a quelle umane, fornendo ad esempio l’abilità di avvertire la pressione, la temperatura e l’idratazione di quello che si tocca.

Vi sono stati molti studi su tale argomento, anche abbastanza complessi, ma in questo caso gli scienziati hanno deciso di puntare certamente sulla semplicità. Il loro guanto, infatti, utilizza sensori elettronici sottili e flessibili, e chip miniaturizzati a base di silicio, integrati all’interno di un comune guanto in nitrile come quelli monouso che si trovano facilmente in commercio. L’e-glove, poi, è collegato a un dispositivo indossabile simile a un orologio da polso che permette la visualizzazione in tempo reale dei dati sensoriali, oltre che la trasmissione remota all’utente per l’elaborazione delle informazioni.

Il primo importante vantaggio di questa soluzione è che si adatta perfettamente a mani di diverse forme e dimensioni. Inoltre, come ha anche sottolineato Chi Hwan Lee, assistente professore al Purdue’s College of Engineering, i sensori all’interno raccolgono “varie informazioni come pressione, temperatura, umidità e bio-segnali elettrofisiologici, fornendo allo stesso tempo la morbidezza tipica di una vera mano umana”. Un ulteriore vantaggio consiste nel fatto che il processo di fabbricazione di questo guanto elettronico è poco costoso e si può realizzare su larga scala. Ciò rende questo dispositivo decisamente economico e conveniente, al contrario di altre tecnologie emergenti basate sul controllo mentale, vocale e muscolare incorporato nella protesi, che hanno costi sicuramente più elevati.

L’e-glove è disponibile in diversi colori per adattarsi al meglio a differenti tonalità della pelle, e ha persino impronte digitali realistiche e unghie artificiali. I ricercatori della Purdue, dopo aver brevettato questa innovativa tecnologia, sono ora alla ricerca di partner per collaborare a studi clinici e di esperti nel campo delle protesi per rafforzare l’uso del guanto elettronico e continuare all’ottimizzazione del design. L’obbiettivo finale è portare questa nuova tecnica fuori dal laboratorio al fine di aiutare chi ne ha bisogno. L’auspicio degli scienziati, infatti, è che questo guanto elettronico a basso costo possa migliorare il benessere dei portatori di protesi, consentendo loro di sentirsi più a loro agio nei diversi contesti sociali.

AvanTi
Guarda tutte le 6 immagini
ULTIME NOTIZIE AvanTI
STATI UNITI
2 gior
Il drone a guida autonoma cinese EHang ha potuto solcare i cieli americani
Il velivolo autonomo cinese che potrebbe rivoluzionare la mobilità urbana ha compiuto per la prima volta un test sperimentale nei cieli della North Carolina, negli Stati Uniti
FINLANDIA
4 gior
Sviluppato un nuovo tipo di materiale che in futuro potrebbe sostituire la plastica
Un team di ricercatori finlandesi ha ideato un nuovo materiale basato su fibra di legno e seta di ragnatela con una resistenza e rigidità superiori a quelli sintetici e naturali oggi in commercio
DANIMARCA
1 sett
Due chip hanno comunicato per la prima volta attraverso il teletrasporto quantistico
Gli scienziati di due università grazie al fenomeno dell’entanglement quantistico hanno teletrasportato un’informazione tra due chip senza alcun tipo di collegamento fisico e senza limiti di distanza
ARABIA SAUDITA
1 sett
L’Arabia Saudita sta progettando di costruire la città del futuro
Sarà estesa quasi quanto il Belgio e si chiamerà Neom, la smart city più grande al mondo con taxi volanti, camerieri robot, pioggia nei periodi di siccità e persino una luna artificiale
STATI UNITI
2 sett
Cosa accadrebbe se esistesse un dispositivo tecnologico in grado di creare qualsiasi cosa?
Il nano-fabbricatore, la macchina teorica che produce qualunque cosa manipolando la materia a livello degli atomi, potrebbe rivoluzionare per sempre il mondo e la società umana così come li conosciamo
KENYA
2 sett
Le monete del futuro: ovvero nuove forme di scambio per nuovi sistemi economici
Grazie alla tecnologia, l'emergere di valute completamente nuove che aprono l'accesso all'imprenditorialità e alla mobilità verso l'alto è già realtà in alcune economie in via di sviluppo
STATI UNITI
3 sett
Le batterie al litio del futuro saranno più leggere, più sicure ed economiche
Uno studio americano ha sviluppato una nuova promettente tecnica per realizzare batterie al litio con materiali più economici, facili da reperire e ugualmente sicuri
VIDEO
STATI UNITI
3 sett
Toybox: la stampante 3D per bambini che consente di realizzare giocattoli
È da poco entrata in commercio la stampante 3D appositamente progettata per i bambini con un’interfaccia user-friendly che ha una vasta gamma di giocattoli tra cui scegliere
VIDEO
STATI UNITI
1 mese
Mini Cheetah, il robot quadrupede del MIT in grado di fare acrobazie
La nuova versione del robot quadrupede Mini Cheetah sviluppata dai ricercatori del Massachusetts Institute of Technology è ora capace di eseguire movimenti davvero straordinari
STATI UNITI
1 mese
Colonizzare Marte in futuro potrebbe essere possibile grazie a un materiale chiamato aerogel
Una sperimentazione effettuata da alcuni ricercatori di Harvard e della NASA con un materiale simile al polistirolo ma composto al 99% di aria potrebbe consentire di “terraformare” il Pianeta Rosso
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile