AvanTi
+3
STATI UNITI
07.12.19 - 15:420

Un guanto elettronico riesce a far provare ai portatori di protesi sensazioni simili a quelle umane

I ricercatori della Purdue University hanno creato un guanto elettronico da applicare sulle protesi della mano che consente di far percepire a chi lo indossa temperatura,pressione e altre informazioni

Le protesi artificiali, se da un lato permettono a chi ha subito una mutilazione a causa di un grave incidente di superare alcuni deficit, dall’altro non consentono di provare le stesse sensazioni degli arti naturali. Ora, però, i ricercatori della Purdue University hanno realizzato un guanto elettronico, cioè un e-glove, che si indossa sulla protesi della mano e permette di percepire sensazioni simili a quelle umane, fornendo ad esempio l’abilità di avvertire la pressione, la temperatura e l’idratazione di quello che si tocca.

Vi sono stati molti studi su tale argomento, anche abbastanza complessi, ma in questo caso gli scienziati hanno deciso di puntare certamente sulla semplicità. Il loro guanto, infatti, utilizza sensori elettronici sottili e flessibili, e chip miniaturizzati a base di silicio, integrati all’interno di un comune guanto in nitrile come quelli monouso che si trovano facilmente in commercio. L’e-glove, poi, è collegato a un dispositivo indossabile simile a un orologio da polso che permette la visualizzazione in tempo reale dei dati sensoriali, oltre che la trasmissione remota all’utente per l’elaborazione delle informazioni.

Il primo importante vantaggio di questa soluzione è che si adatta perfettamente a mani di diverse forme e dimensioni. Inoltre, come ha anche sottolineato Chi Hwan Lee, assistente professore al Purdue’s College of Engineering, i sensori all’interno raccolgono “varie informazioni come pressione, temperatura, umidità e bio-segnali elettrofisiologici, fornendo allo stesso tempo la morbidezza tipica di una vera mano umana”. Un ulteriore vantaggio consiste nel fatto che il processo di fabbricazione di questo guanto elettronico è poco costoso e si può realizzare su larga scala. Ciò rende questo dispositivo decisamente economico e conveniente, al contrario di altre tecnologie emergenti basate sul controllo mentale, vocale e muscolare incorporato nella protesi, che hanno costi sicuramente più elevati.

L’e-glove è disponibile in diversi colori per adattarsi al meglio a differenti tonalità della pelle, e ha persino impronte digitali realistiche e unghie artificiali. I ricercatori della Purdue, dopo aver brevettato questa innovativa tecnologia, sono ora alla ricerca di partner per collaborare a studi clinici e di esperti nel campo delle protesi per rafforzare l’uso del guanto elettronico e continuare all’ottimizzazione del design. L’obbiettivo finale è portare questa nuova tecnica fuori dal laboratorio al fine di aiutare chi ne ha bisogno. L’auspicio degli scienziati, infatti, è che questo guanto elettronico a basso costo possa migliorare il benessere dei portatori di protesi, consentendo loro di sentirsi più a loro agio nei diversi contesti sociali.

AvanTi
Guarda tutte le 6 immagini
ULTIME NOTIZIE AvanTI
MONDO
1 gior
Quanto tempo rimane ancora alla civiltà prima che si giunga al collasso?
Secondo alcuni fisici teorici al 90% il crollo della civiltà umana avverrà entro pochi decenni
CINA
3 gior
Produrre energia elettrica dalle gocce di pioggia
Un team di ricercatori dell’Università di Hong Kong è riuscito a generare 140 V da ogni singola goccia d’acqua
STATI UNITI
6 gior
Guanti Hi-Tech traducono il linguaggio dei segni in lingua parlata
I sensori convertono i movimenti della mano in segnali elettrici che un algoritmo e uno smartphone traducono in parlato
STATI UNITI
1 sett
Il teletrasporto quantistico potrebbe essere presto realtà
Un team di scienziati sta costruendo un teletrasporto quantistico basato su due buchi neri
STATI UNITI
1 sett
Verso il computing del futuro basato sull’interazione “intelligente” tra luce e materia
Alcuni ricercatori stanno sviluppando un materiale che potrebbe portare a sistemi di calcolo senza circuiti e silicio
STATI UNITI
2 sett
Un chip per l’Intelligenza Artificiale più piccolo di un coriandolo
I ricercatori del MIT hanno creato un chip potente come un supercomputer ma di dimensioni ridottissime
STATI UNITI
2 sett
Ecco i pannelli anti-solari che producono energia anche di notte
Alcuni ricercatori hanno creato innovativi pannelli che trasformano in energia il calore radiato di sera dalla Terra
VIDEO
STATI UNITI
2 sett
Le auto a guida autonoma ora possono viaggiare anche con neve e nebbia
Una nuova tecnologia del MIT consente alle auto autonome di cercare punti di riferimento sotto la superficie stradale
AVANTI
3 sett
Stampato con la luce un orecchio in 3D all’interno di un topo
Alcuni scienziati sono riusciti a stampare un orecchio in 3D sotto la pelle di un topo usando solo luce e bioinchiostro
AUSTRALIA
3 sett
La fusione nucleare per un’energia illimitata potrebbe essere già realtà
Grazie a un rivoluzionario reattore idrogeno-boro si potrà produrre energia pulita e illimitata in modo sicuro
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile