AVANTI
17.09.19 - 08:000

Creata un’Intelligenza Artificiale in grado di generare testi falsi ma altamente credibili

GPT2, il generatore di testi più evoluto di sempre potrebbe creare seri problemi se finisse nelle mani sbagliate. Per tale motivo per il momento resterà segreto

 

OpenAI, una società di ricerca senza scopo di lucro co-finanziata da Elon Musk, ha realizzato un’Intelligenza Artificiale chiamata GPT2 e che tecnicamente è un generatore di testi. Produce testi talmente credibili a livello di contenuti e di forma che potrebbe essere oggetto di un uso improprio, come per esempio la creazione delle cosiddette fake news.
Il funzionamento di GPT2 è stato descritto dal quotidiano The Guardian come un algoritmo che, partendo da poche parole o da un breve testo, è in grado di scrivere abilmente il prosieguo di una notizia o di un racconto. Sarebbe inoltre capace di produrre passaggi credibili e associabili alla persona al quale vengono accostati.
Ad esempio, facendo leggere a GPT2 l’inizio del testo “1984” di George Orwell, “Era una luminosa e fredda giornata d’aprile, e gli orologi battevano tredici colpi […]”, l’algoritmo riconosce il tono futuristico e lo stile romanzesco, inventandosi il prosieguo: “Nel 2045 ero un insegnante in una scuola della Cina rurale. Ho iniziato con la storia cinese e la storia della scienza”.
Un altro sorprendente esempio è quando, facendo scorrere a GPT2 i primi paragrafi di un articolo del Guardian sulla Brexit, l’algoritmo è stato in grado di scrivere un articolo di giornale plausibile, pieno di citazioni di Jeremy Corbyn, e di risposte del portavoce dell’ex Primo Ministro britannico Teresa May. Uno di questi totalmente inventato.
Secondo il direttore della ricerca di OpenAI, Dario Amodei, sono due i motivi principali per i quali GPT2 sarebbe “rivoluzionario” nel settore. Il primo riguarda la sua dimensione: si basa infatti su un set di dati 15 volte più grande rispetto al precedente modello di IA all’avanguardia. La sua formazione si è basata su 40 GB di testi presi da Internet e ciò ha permesso a GPT2 di allenarsi di più e assimilare più nozioni sulla comprensione del testo scritto. Il secondo elemento rivoluzionario dipende dal fatto che ha competenze più generiche rispetto ai suoi predecessori, quindi partendo dal testo che viene immesso riesce a fare traduzioni e a riassumere molto meglio di altre Intelligenze Artificiali progettate per avere competenze verticali.
Questi fattori, tuttavia, potrebbero portare a possibili problemi. Non a caso, il responsabile dell’azienda Jack Clark, ha spiegato che GPT2 verrà tenuto segreto fino a quando non si saranno fatti tutti gli esperimenti utili per capire cosa si può e cosa non si può fare con questo strumento. Il fatto è che si potrebbe essere tentati di fare un uso improprio delle sue capacità, come ad esempio generare giudizi positivi o negativi sui prodotti, creare spam e notizie false, o addirittura produrre teorie complottistiche o simili. Tutti problemi che un’intelligenza Artificiale dovrebbe semmai aiutare a debellare, non incrementare.

ULTIME NOTIZIE AvanTI
VIDEO
STATI UNITI
16 ore
Il serpente robot che potrebbe rivoluzionare gli interventi di neurochirurgia
La nuova tecnologia messa a punto dai ricercatori del MIT consiste in un filo per procedure endovascolari rivestito in idrogel e controllato magneticamente che riduce i rischi per medici e pazienti
STATI UNITI
3 gior
Il pilota automatico di Tesla è statisticamente 9 volte più sicuro della guida umana
Tesla ha aggiornato i dati del rapporto sulla sicurezza della guida autonoma: in condizioni di guida medie il pilota automatico sarebbe quasi 9 volte più sicuro di un conducente umano
AVANTI
1 sett
Embrioni modificati geneticamente con il metodo CRISPR per prevenire la sordità
Lo scienziato russo Denis Rebrikov ha informato della possibilità di utilizzare la tecnologia CRISPR per ottenere embrioni privi di una mutazione genetica che rende i nascituri sordi
AVANTI
1 sett
Realizzato un sistema di auto-programmazione modulare per robot sicuri
Un team di ricercatori dell’Università di Monaco ha creato IMPROV, un robot modulare assemblabile a seconda delle esigenze, economico, autoprogrammabile e che può lavorare con le persone senza ferirle
STATI UNITI
2 sett
Il computer quantistico di Google è realtà: risolve in 3 minuti un calcolo di migliaia di anni
Google ha annunciato di aver raggiunto la “supremazia quantistica”, risolvendo con il suo computer quantistico in 200 secondi un calcolo che un supercomputer tradizionale risolverebbe in 10.000 anni
MONDO
2 sett
Il primo “simulatore di universi” AI al mondo che impara da solo ad analizzare i dati
Un team internazionale di scienziati ha creato un software in grado di produrre simulazioni accurate dell’evoluzione dell’universo anche quando vengono modificati i parametri
VIDEO
STATI UNITI
3 sett
La nuova invenzione dei ricercatori del MIT: arriva l’inchiostro riprogrammabile
L’inchiostro sfrutta un mix di coloranti fotocromatici che possono essere pitturati o spruzzati sulla superficie di qualsiasi materiale creando oggetti dalle proprietà camaleontiche
STATI UNITI
3 sett
Un nuovo studio dimostra che i farmaci potrebbero portare indietro l’età biologica
Dopo decenni di ricerche ecco la prima prova promettente che un cocktail di farmaci potrebbe invertire l’orologio epigenetico, una misura dell’età e della salute biologica dell’uomo
STATI UNITI
4 sett
Secondo gli scienziati di Harvard le radiazioni emesse dai buchi neri potrebbero creare la vita
In base a un recente studio i ricercatori di Harvard hanno scoperto che alcune zone intorno ai buchi neri potrebbero essere in grado di supportare la vita
AvanTI
1 mese
IBM partner di Fraunhofer per promuovere la ricerca sul quantum computing in Europa
La Germania ha stanziato un budget biennale di 650 milioni di euro per finanziare progetti di ricerca nel campo del calcolo quantistico e realizzare il super computer Q System One
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile