VAUD
31.10.17 - 06:420

Losanna: nasce il social network per auto elettriche

Il futuro del settore automobilistico sono le auto a guida autonoma. Intelligenti e indipendenti, adesso hanno anche un social network tutto per loro, per scambiarsi informazioni e darsi consigli

Un team di ricercatori del Politecnico Federale di Losanna (Epfl) ha messo a punto il primo social network per auto intelligenti, un sistema wi-fi che consente ai veicoli di dialogare tra loro condividendo in tempo reale le informazioni raccolte dai loro sensori per migliorare la sicurezza stradale. L’obiettivo è facilitare manovre ad alto rischio di incidente come sorpassi o svincoli con scarsa visibilità, permettendo all’auto di vedere anche ciò che sta fuori del suo campo visivo grazie alla cooperazioni con i sensori installati sul veicolo che la precede.

“Quattro occhi vedono meglio di due” questo è il principio sul quale si fonda il progetto dell’istituto svizzero che potrebbe contribuire in maniera dirompente alla diminuzione degli incidenti sulle strade e autostrade di tutto il mondo.

Come funziona il social per auto

Il sistema è stato sperimentato con successo su due comuni auto elettriche equipaggiate con una videocamera Mobileye, uno strumento molto preciso, capace di calcolare il livello del rischio collisione, un sistema di localizzazione, un router per la comunicazione wi-fi, un computer per far girare il software che governa, attraverso una serie di algoritmi, quella che viene definita come “percezione cooperativa” e una batteria. In estrema sintesi sono state create delle utilissime sinergie tra tecnologie diverse per raggiungere un risultato davvero significativo. L’unione, in questo caso, non fa solo la forza ma anche la vista.

Esistono poi altri vantaggi che questa invenzione può apportare all’uso quotidiano di veicoli su strada. Per esempio, lo stesso sistema è in grado di calcolare la traiettoria ottimale da percorrere, aspetto che beneficia di un conseguente risparmio di energia. O ancora potrebbe migliorare sensibilmente i flussi del traffico, riducendo le congestioni che ormai intasano le strade principali di tutta europa.

Un’automobile sempre più SMART, sempre più autonoma

Basterebbe fare un piccolo zoom out per notare come il quadro della guida autonoma sia ormai ben definito. Le auto elettriche di nuova generazione possono godere delle tecnologie sviluppate negli ultimi anni per garantire autonomia e sicurezza. Oltre al social network per auto 4.0, abbiamo già visto prendere forma le ricariche wireless per veicolo elettrici, che eliminerebbero per sempre il problema dei tempi di sosta per effettuare il rifornimento di energia, i sistemi di sicurezza avanzata e la guida con intelligenza artificiale. Secondo una voce autorevole come quella di Sergio Marchionne, a breve la guida autonoma sarà realtà.

"Crediamo che la guida autonoma sarà realtà nel giro di un decennio e che i sistemi avanzati di ausilio alla guida svolgeranno un ruolo cruciale nel preparare legislatori, consumatori e aziende per un mondo in cui il controllo dell'auto sarà passato nelle mani dell'auto stessa"

Ha affermato nel suo discorso all’università di Rovereto dove gli è stata conferita la laurea ad honorem in ingegneria industriale.
 

Dieci anni passano in fretta ma visto come si evolvono le tecnologie, il 2027 potrebbe anche arrivare prima del previsto.

ULTIME NOTIZIE AvanTI
STATI UNITI
40 min
Una startup sta lanciando un servizio di backup del cervello che tuttavia è fatale per l’uomo
Nectome è un’azienda in grado di preservare il cervello grazie a una soluzione chimica che può mantenere intatto un corpo per centinaia di anni, ma si tratta di una vera e propria eutanasia
VIDEO
STATI UNITI
2 gior
Gli scienziati creano un’Intelligenza Artificiale da una lastra di vetro
I ricercatori dell’Università del Wisconsin-Madison hanno trovato il modo per creare vetri artificialmente intelligenti che funzionano senza il bisogno di sensori, circuiti e persino dell’elettricità
VIDEO
STATI UNITI
1 sett
Il serpente robot che potrebbe rivoluzionare gli interventi di neurochirurgia
La nuova tecnologia messa a punto dai ricercatori del MIT consiste in un filo per procedure endovascolari rivestito in idrogel e controllato magneticamente che riduce i rischi per medici e pazienti
STATI UNITI
1 sett
Il pilota automatico di Tesla è statisticamente 9 volte più sicuro della guida umana
Tesla ha aggiornato i dati del rapporto sulla sicurezza della guida autonoma: in condizioni di guida medie il pilota automatico sarebbe quasi 9 volte più sicuro di un conducente umano
AVANTI
1 sett
Embrioni modificati geneticamente con il metodo CRISPR per prevenire la sordità
Lo scienziato russo Denis Rebrikov ha informato della possibilità di utilizzare la tecnologia CRISPR per ottenere embrioni privi di una mutazione genetica che rende i nascituri sordi
AVANTI
2 sett
Realizzato un sistema di auto-programmazione modulare per robot sicuri
Un team di ricercatori dell’Università di Monaco ha creato IMPROV, un robot modulare assemblabile a seconda delle esigenze, economico, autoprogrammabile e che può lavorare con le persone senza ferirle
STATI UNITI
2 sett
Il computer quantistico di Google è realtà: risolve in 3 minuti un calcolo di migliaia di anni
Google ha annunciato di aver raggiunto la “supremazia quantistica”, risolvendo con il suo computer quantistico in 200 secondi un calcolo che un supercomputer tradizionale risolverebbe in 10.000 anni
MONDO
3 sett
Il primo “simulatore di universi” AI al mondo che impara da solo ad analizzare i dati
Un team internazionale di scienziati ha creato un software in grado di produrre simulazioni accurate dell’evoluzione dell’universo anche quando vengono modificati i parametri
VIDEO
STATI UNITI
4 sett
La nuova invenzione dei ricercatori del MIT: arriva l’inchiostro riprogrammabile
L’inchiostro sfrutta un mix di coloranti fotocromatici che possono essere pitturati o spruzzati sulla superficie di qualsiasi materiale creando oggetti dalle proprietà camaleontiche
STATI UNITI
1 mese
Un nuovo studio dimostra che i farmaci potrebbero portare indietro l’età biologica
Dopo decenni di ricerche ecco la prima prova promettente che un cocktail di farmaci potrebbe invertire l’orologio epigenetico, una misura dell’età e della salute biologica dell’uomo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile