RUSSIA
14.10.17 - 19:340

Chi controlla l’AI controlla il mondo: parola di Vladimir Putin

In un video inviato agli studenti di 16 mila scuole russe, il Presidente Vladimir Putin ha lanciato un inquietante messaggio: chi controlla l’AI, controlla il mondo

L’affermazione certo non è nuova, anzi è un punto di vista espresso da diversi influencer già da molto tempo. Ma se a dirlo è Vladimir Putin è inevitabile che la cosa susciti un po’ di ansia. In un video inviato a 16 mila scuole russe, il Presidente ha dichiarato:

«L’intelligenza artificiale è il futuro, non solo per la Russia ma per l’intero genere umano. Chiunque diventerà il leader di questa tecnologia sarà il padrone del mondo»

La Russia non è l’unico paese a interpretare l’AI come il prossimo grande traguardo degli armamenti militari. Sia Stati Uniti che Cina sono convinti che l’AI sarà il fattore chiave per il successo nei conflitti del futuro. Tra le prime reazioni quella di Elon Musk, CEO di Tesla, che ha pesantemente criticato l’utilizzo di armi autonome controllate dall’intelligenza artificiale.

Di fatto l’AI potrebbe avere un impatto dirompente e rivoluzionario nella tecnologia militare paragonabile all’avvento degli aeromobili e delle armi nucleari.

Call to action diretta agli studenti

Nonostante le sue ambizioni, è molto improbabile che la Russia raggiunga per prima questo traguardo. Infatti, Cina e USA vantano industrie tecnologiche e digitali che si stanno sviluppando con un ritmo di gran lunga superiore rispetto alle concorrenti sovietiche. Esiste però un aspetto da non sottovalutare. Anche se la Russia non è riconosciuta come una potenza delle tecnologie informatiche, il paese annovera un numero impressionante di hacker che è stato in grado di sabotare la rete ucraina, infiltrarsi nei piani nucleari degli Stati Uniti e persino nelle ultime elezioni a stelle e strisce.

Se guardato da questa prospettiva, il video messaggio di Putin è una vera e propria call to action diretta a più di 1 milione di studenti.

Il vaso di Pandora

Lo scenario futuro è difficile da intravedere. A differenza delle innovazioni dirompenti del passato, che assicuravano ad una nazione il dominio in determinati settori a livello globale, oggi le cose sono molto differenti. Anche se un paese dovesse sviluppare prima di altri tecnologie, militari e non, governate interamente dall’AI, sarebbe impossibile pensare che non avvenga in tempi stretti una diffusione virale. In sostanza, in uno scenario ora non più tanto fantascientifico, tutto il mondo si troverebbe con lo stesso potere.

Di certo c’è che nella corsa verso l’AI, una volta aperto il vaso di Pandora, sarà difficile richiuderlo.

Potrebbe interessarti anche
Tags
putin
mondo
vladimir putin
russia
vladimir
studenti
video
futuro
paese
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report