archivio
ATED ICT TICINO
01.07.20 - 08:570

Segway addio: esce di produzione dopo 19 anni

Doveva rivoluzionare la mobilità personale, ma è stato un flop.

Il Segway ispirato alla biga romana, ma alimentato a energia elettrica e guidato con la pressione dei piedi, si appresta a porre fine alla produzione del suo originale e omonimo veicolo elettrico a due ruote. Va anche detto che il “rivoluzionario” mezzo di trasporto è stato superato a destra e forse anche a sinistra dal monopattino, soprattutto dai modelli in formato elettrico. Ma la notizia della chiusura è rimbalzata in scorsa settimana in tutto il mondo e dal 15 luglio il Segway andrà fuori produzione. Il motivo? Costava troppo ed era pericoloso. E per ironia della sorte, anche il proprietario dell’azienda era morto proprio a bordo di un Segway qualche anno fa.

Ma ripercorriamone la storia, seppur breve. Il Segway è stato lanciato nel 2001 e nelle intenzioni della casa produttrice il veicolo di auto-bilanciamento doveva rivoluzionare il trasporto personale. L’inventore è stato un ingegnere americano, Dean Kamen, che lo fece debuttare con un lancio in pompa magna, ma questo prodotto negli anni ha sempre faticato a realizzare un profitto.

Anche se elogiato pubblicamente da personaggi come Steve Jobs, molti analisti lo avevano immaginato come il veicolo ideale soprattutto perché non era inquinante.

A non farlo decollare nelle vendite sono stati principalmente il prezzo elevato, il peso di quasi 40 kili e una serie di incidenti, alcuni purtroppo anche tragici. Ad esempio, nel 2010 proprio su un Segway, durante una gita e dopo una caduta in una scarpata, è morto Jim Heselden, il miliardario britannico che pochi mesi prima aveva rilevato l’azienda. Ma qualche anno prima, nel 2003, anche l’ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush era stato vittima di un incidente e rovinosa caduta dal mezzo mentre si trovava nel Maine. Per non parlare di quando nel 2015 un cameraman a bordo di un Segway investì Usain Bolt che faceva il «giro della vittoria» sui 200 metri appena polverizzati (Bolt non si fece nulla, e anzi ci scherzò spesso), ma da spettatori vedere le sue tibie sotto il mezzo elettrico fece una certa impressione…

Al netto di questi eventi, il 15 luglio andrà fuori produzione, a 19 anni dal primo esemplare venduto. Lo ha annunciato nei giorni scorsi l’azienda cinese che nel 2015 ne ha acquisito il marchio, la Ninebot. Lo stabilimento inglese che lo produceva lascerà a casa 21 dipendenti, e del resto veniva dal Segway meno dell’1,5% dei profitti dell’azienda.

Di Segway ne sono stati complessivamente venduti circa 140.000 esemplari, ed è molto difficile che tale numero aumenti in maniera significativa da oggi al 15 luglio: decisamente pochi per un mezzo che doveva essere rivoluzionario.

Ninebot, dal canto proprio, sostiene che l'eredità del Segway resta comunque preziosa: altri mezzi per la mobilità personale, come il monopattino elettrico Ninebot S e il prototipo S-Pod (presentato all'ultimo Ces) cercheranno di far sopravvivere la nicchia.

 

CHI È ated – ICT Ticino

ated - ICT Ticino è un’associazione indipendente, fondata e attiva nel Canton Ticino dal 1971, aperta a tutte le persone, aziende e organizzazioni interessate alle tecnologie e alla trasformazione digitale. Dal suo esordio, ated - ICT Ticino organizza manifestazioni e promuove innumerevoli conferenze, giornate di studio, visite e viaggi tematici, workshop e corsi. ated - ICT Ticino collabora con le principali istituzioni pubbliche e private, enti e aziende di riferimento, nonché altre associazioni vicine al settore tecnologico e all’innovazione. Grazie alla costante crescita qualitativa dell’attività svolta sul territorio, ated – ICT Ticino si propone come l’associazione di riferimento nell’ambito economico, politico ed istituzionale del cantone, in grado di favorire il dibattito tra aziende e professionisti e capace di coinvolgere le giovani generazioni, grazie ai percorsi promossi dal programma ated4kids a da tutte le sue altre iniziative.

archivio
Guarda le 2 immagini
ULTIME NOTIZIE ated ICT Ticino
CANTONE
1 gior
Hemargroup partecipa a Visionary Day 2020
L’azienda presenta evoluzioni e sperimentazioni possibili grazie alla trasformazione digitale
ATED
3 gior
Quando la tecnologia è a supporto del sociale
Un esempio su tutti: durante il lockdown. Ma si può andare oltre all'emergenza, a spiegarlo un seminario web
ATED
5 gior
Identità culturali a confronto
È in lavorazione un cortometraggio realizzato da due allievi luganesi per riflettere sulle differenze culturali
LUGANO
1 sett
A Visionary Day 2020 con Supsi
All’evento di ated, SUPSI analizza impatti e ricadute delle tecnologie digitali su una molteplicità di settori.
ATED
1 sett
Come difendersi dalle frodi e truffe online
Nessuno è al sicuro, nemmeno i colossi dell'hi-tech come Twitter. Un seminario web per capire come difendersi
ATED
1 sett
Digital Entertainment: un’evoluzione che segna la convergenza tra musica, gioco e film
Negli ultimi 30 anni grazie al progresso tecnologico è cambiato il modo di fruire contenuti.
ICT ATED
2 sett
Security Lab è al Visionary Day
L’appuntamento organizzato da ated-ICT Ticino vede Security Lab fra le aziende in prima fila con contenuti e webinar
ATED
2 sett
Quelle competenze digitali che possono fare la differenza
Ce ne sono diverse e nell'attuale scenario lavorativo sono fondamentali, ai Visionary Day un webinar per conoscerle
ICT ATED
2 sett
Cybersecurity: aziende più preparate, ma rischi sempre alti
Ibm rilascia il “Cyber resilient organization report”
CANTONE
3 sett
Arrivano i Voxxed Days Ticino Workshops e Devoxx4kids2020
L’appuntamento si terrà tra lunedì 28 settembre e giovedì 8 ottobre
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile