Ated
ATED
12.06.20 - 08:340

Cybersecurity e COVID-19: le nuove minacce su rete

Sono in crescita in tutto il mondo gli attacchi informatici, ma ci sono alcune raccomandazioni per proteggersi

Andrea Palanca, Senior Cyber Security Advisor - Security Lab Sagl

Se da un punto di vista sanitario COVID-19 sembra concedere respiro nell’ultimo periodo all’interno del Canton Ticino, dal punto di vista informatico la malattia continua ad essere impietosamente sfruttata da malintenzionati per condurre cyberattacchi ai danni di privati ed aziende.

Uno studio pubblicato il mese scorso dalla nota società di soluzioni di sicurezza Check Point ha evidenziato come gli attacchi a tema COVID-19 nel mondo siano passati dai circa 50.000 a settimana registrati alla fine del mese di marzo, ai circa 190.000 a settimana registrati alla fine di aprile, con un aumento del 280% nell’arco di un solo mese.

All’interno del Canton Ticino, la Centrale d’annuncio e d’analisi per la sicurezza dell’informazione Melani ha più volte diramato avvertimenti di possibili minacce durante la crisi per COVID-19. In particolare, il tema che sta risultando più ricorrente è quello del phishing tramite false mail provenienti dall’Ufficio Federale della Sanità Pubblica (UFSP) oppure che promettono presunti rimborsi fiscali. Dietro il finto pretesto di informare l’utente degli ultimi casi di COVID-19 riscontrati nella sua area o promettergli un aiuto economico alle sue difficoltà, l’obiettivo ultimo di tali frodi è quello di convincere la vittima ad aprire il documento allegato nella mail, contenente virus programmati per cifrare i dati del PC e chiedere un riscatto, oppure cliccare link verso siti malevoli cloni di noti originali, allo scopo di rubare le credenziali eventualmente immesse dall’utente.

Nella vicina Italia, i malintenzionati hanno immediatamente sfruttato l’occasione della sperimentazione di Immuni, l’app per il tracciamento dei contatti del Ministero della Salute italiano, per effettuare simili attacchi di phishing. Creando un perfetto clone del sito della Fofi (Federazione Ordini Farmacisti Italiani) registrato sotto il nome “www.fofl[.]it” (con la lettera “elle” al posto della lettera “i”, visivamente simile) ed inviando false mail, i malintenzionati convincevano vittime a scaricare ed avviare l’applicazione fasulla “immuni.exe” su computer Windows. Questa non era altro che il ransomware “FuckUnicorn”, il quale, non appena eseguito, effettuava la cifratura di file presenti sul sistema e chiedeva un riscatto di 300 Euro per la presunta decifratura.

Sempre in Italia, il Cert-AgiD ha recentemente diramato una nuova allerta per un finto sito clone dell’INPS, pubblicato al dominio “inps-it[.]top”, che proponeva il download di una presunta domanda di indennità per COVID-19. In realtà, veniva scaricata un’applicazione Android chiamata “acrobatreader.apk” che, se installata, eseguiva un trojan bancario capace di registrare le azioni compiute dall’utente sul proprio smartphone.

Per proteggersi dagli attacchi di phishing, rimangono valide le seguenti raccomandazioni:

  • Diffidare sempre di email o qualunque altra comunicazione (anche telefonica, via SMS o WhatsApp) che chiede di cliccare su link oppure aprire documenti allegati, a prescindere da quanto sembri ufficiale. Piuttosto, effettuare ricerche su Internet sulla legittimità del messaggio o contattare il mittente tramite altro canale (per esempio, telefonando ai numeri di contatto) per chiedere conferma;
  • Verificare sempre l’indirizzo del mittente. Se per esempio il dominio assomiglia soltanto a quello noto, con probabilità è in corso un attacco di phishing;
  • Verificare la presenza di errori grammaticali, spesso indice di attacchi di phishing;
  • Diffidare sempre di ogni comunicazione che prometta rimborsi in denaro oppure cure miracolose, quasi sempre segnali di una truffa in corso;
  • Non riutilizzare mai le stesse credenziali su più siti differenti, in quanto l’inserimento distratto delle stesse su un solo sito clone comprometterebbe immediatamente tutti gli altri account.

 

 

Ated
Guarda le 4 immagini
ULTIME NOTIZIE ated ICT Ticino
CANTONE
1 gior
Hemargroup partecipa a Visionary Day 2020
L’azienda presenta evoluzioni e sperimentazioni possibili grazie alla trasformazione digitale
ATED
3 gior
Quando la tecnologia è a supporto del sociale
Un esempio su tutti: durante il lockdown. Ma si può andare oltre all'emergenza, a spiegarlo un seminario web
ATED
5 gior
Identità culturali a confronto
È in lavorazione un cortometraggio realizzato da due allievi luganesi per riflettere sulle differenze culturali
LUGANO
1 sett
A Visionary Day 2020 con Supsi
All’evento di ated, SUPSI analizza impatti e ricadute delle tecnologie digitali su una molteplicità di settori.
ATED
1 sett
Come difendersi dalle frodi e truffe online
Nessuno è al sicuro, nemmeno i colossi dell'hi-tech come Twitter. Un seminario web per capire come difendersi
ATED
1 sett
Digital Entertainment: un’evoluzione che segna la convergenza tra musica, gioco e film
Negli ultimi 30 anni grazie al progresso tecnologico è cambiato il modo di fruire contenuti.
ICT ATED
2 sett
Security Lab è al Visionary Day
L’appuntamento organizzato da ated-ICT Ticino vede Security Lab fra le aziende in prima fila con contenuti e webinar
ATED
2 sett
Quelle competenze digitali che possono fare la differenza
Ce ne sono diverse e nell'attuale scenario lavorativo sono fondamentali, ai Visionary Day un webinar per conoscerle
ICT ATED
2 sett
Cybersecurity: aziende più preparate, ma rischi sempre alti
Ibm rilascia il “Cyber resilient organization report”
CANTONE
3 sett
Arrivano i Voxxed Days Ticino Workshops e Devoxx4kids2020
L’appuntamento si terrà tra lunedì 28 settembre e giovedì 8 ottobre
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile