ated
CINA
03.02.20 - 10:220

I robot scendono in campo per portare cibo a chi è in quarantena per il coronavirus

In Cina alcuni robot consegnano cibo alle persone che si trovano in quarantena in un hotel

Chi l’avrebbe mai detto che la robotica avrebbe avuto un utilizzo molto concreto per evitare un contagio come quello del coronavirus cinese. Capita in un albergo a Hangzhou, in Cina, dove un robot di nome Little Peanut sta consegnando cibo alle persone messe in quarantena dopo aver viaggiato su un volo insieme ad alcuni sospetti malati, appunto, di coronavirus. In sostanza, sul volo, da Singapore a Hangzhou, 2 degli oltre 335 passeggeri si sono ammalati. E di conseguenza le autorità hanno subito deciso di mettere il resto del gruppo in quarantena.

Il robot compare in un video girato nel corridoio dell’hotel… Una situazione che a qualche cinefilo potrebbe ricordare il set di Shining, il film ambientato proprio in un hotel e diretto da Stanley Kubrick nel 1980.

Nel video trasmesso anche su Twitter si vede il piccolo automa, dotato di ripiani per riporre vassoi con il cibo, che percorre il corridoio dell’albergo. Si muove di porta in porta per consegnare bevande e cibarie agli ospiti lì confinati. Lo conferma l’agenzia Reuters, che segnala come alcuni robot siano stati impiegati su ognuno dei 16 piani dell’hotel il 27 e 28 gennaio scorsi, per ridurre il contatto umano e prevenire la diffusione e l’ulteriore contagio del coronavirus.

Il robot comunica con gli ospiti e dice: «Ciao a tutti. Little Peanut ti sta servendo cibo ora. Godetevi il vostro pasto. Se avete bisogno di qualcos’altro, inviate un messaggio al personale su WeChat».

 

«L’emergenza dettata dal coronavirus ci sta mostrando un utilizzo inedito della robotica, applicata in questa circostanza a un caso di emergenza sanitaria - commenta Cristina Giotto Direttrice e Membro di Comitato di ated – ICT Ticino. Ma gli ambiti e le applicazioni di robot e intelligenza artificiale si stanno rivelando sempre più vari e di estrema utilità per l’uomo. Per questa ragione, come ated nel corso dell’anno promuoviamo l’organizzazione di molti percorsi di formazione dedicati alla robotica sia nell’ambito della sezione ated4kids sia per un pubblico di professionisti, che già lavorano e che desiderano aggiornare le proprie competenze e skill tecniche.
L’innovazione e la continua evoluzione tecnologica ci pongono costantemente di fronte a eventi o circostanze in cui dobbiamo saper gestire e padroneggiare nuove competenze e linguaggi, come quelli di programmazione, che nella situazione cinese del coronavirus consentono di limitare e circoscrivere in un hotel un possibile focolaio di contagio».

L’ambito sociale si sta rivelando come uno dei terreni più floridi di applicazione dell’intelligenza artificiale che guida e comanda i robot a supporto di persone in situazioni critiche o con disabilità. Nel 2018 il valore del mercato dei robot in campo ospedaliero era stimato di oltre 3,5 miliardi di euro (di cui circa il 70% negli Stati Uniti).
Una valutazione sicuramente destinata a crescere visto l’enorme aumento di device intelligenti e smart come quelli immessi sul mercato da Google e Amazon. E anche nelle sale chirurgiche i robot sono da oltre un decennio di enorme aiuto per medici e specialisti. Al punto che nel 2017, nel mondo, sono state effettuate più di 700.000 procedure chirurgiche con l’assistenza di un sistema robotizzato, per non parlare delle molte sedute di riabilitazione affidata a dei dispositivi robotici.

I robot vengono anche utilizzati per aiutare bambini e ragazzi con problemi di autismo o altri deficit cognitivi, o per la partecipazione a distanza alle lezioni in classe di bambini costretti a stare per periodi prolungati in ospedale, come nel progetto “Ivo va a scuola”, promosso da Elmec Suisse.
Si tratta di attività che rientrano nel settore emergente denominato tech for good, che è stato uno degli argomenti principali dell’ultimo World Economic Forum 2020.

Per essere aggiornati su percorsi promossi da Ated Academy e corsi dedicati di robotica con ated4kids informazioni su: www.ated.ch

ULTIME NOTIZIE ated ICT Ticino
ATED
1 gior
Coronavirus e privacy personale
Di Zulay Menotti, European lawyer, privacy and legal advisor
ATED
3 gior
Remoto io, remoti tu, conviviamo 4.0
Di Luca Tenzi, esperto in corporate Security e Resilienza, consulente all’Agenzia Internazionale Energia Atomica
ATED
6 gior
WellD quando il digitale non si ferma col Covid-19
Chi opera nel digitale può lavorare da remoto per gestire i propri clienti, anche in periodi critici come quelli attuali
ATED
1 sett
Quando la tecnologia si scopre vulnerabile
In tempi di Coronavirus anche nei programmi informatici di Microsoft si scoprono alcune falle
ATED
1 sett
L’analisi dei dati per prevedere i contagi da Coronavirus
www.solidarietadigitaleated.ch abbraccia il progetto no-profit www.Data4Covid19.com
ATED
1 sett
Ated cerca Mentor per Minecraft4Switzerland
Al via la ricerca di Mentor per aggregare i giovani nello sviluppo e programmazione di un progetto digitale comune
ARTICOLO SPONSOR
2 sett
e-learning: nasce in Ticino l’e-learning Atelier!
Nuovo centro di competenza sul territorio per formazione a distanza
LUGANO
2 sett
A Lugano la scuola continua grazie al digitale
Everest Academy non “chiude”… ma “migra” online e sostiene un'iniziativa promossa da ated-ICT Ticino
ARTICOLO SPONSOR
2 sett
Lo smart working da opportunità a necessità
Rendere accessibili i propri sistemi Informatici da remoto ai collaboratori è semplice e veloce
ATED
3 sett
Nasce www.solidarietadigitaleated.ch
ated-ICT Ticino lancia una piattaforma digitale per trovare soluzioni tecnologiche gratis o a costo ridotto
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile