+ 14
TEST DRIVE
10.06.19 - 06:000

Fiat Panda Cross 4x4, squadra che vince non si cambia

L'inarrestabile Panda non cambia e riconferma dotazioni e qualità, sulla strada casa-lavoro e anche fuori, quando l'asfalto finisce e comincia il divertimento...

Fiat Panda Cross 4x4 resta la stessa: con una immagine da piccola fuoristrada aggressiva, dimensioni ultra-compatte e un orgoglio grande così, è adatta a tutto e a tutti e saprà trovarsi – e farvi trovare – sempre a proprio agio, che stiate guidando su una strada coperta da mezzo metro di neve fresca o in città, alle prese con il traffico e parcheggi impossibili.

In versione Cross 4x4, la fedele Panda sfoggia assetto rialzato (+0.9 rispetto alla 4x4 base) che consente quindi angoli d'attacco di 24° all'anteriore e 34° al posteriore, vistose protezioni, fendinebbia alti, pneumatici dalla spalla più generosa e fari diurni a LED. L'abitacolo ancor meglio rifinito, con sedili in similpelle, offre di serie climatizzatore automatico, volante in pelle e sedile regolabili in altezza, radio DAB bluetooth con comandi al volante (ma un touchscreen sarebbe ora di introdurlo), poggiatesta posteriori; di serie sono anche la chiusura centralizzata, gli specchietti retrovisori elettrici, i cerchi in lega da 15" con pneumatici quattro stagioni, l'ESC.

Sotto al cofano resta giusto il fedele TwinAir da 875 cc e 85 cv come unica opzione. Affiancato al piccolo bicilindrico sovralimentato, c'è il consueto cambio manuale a sei rapporti e la trazione integrale dispone di tre modalità: Auto, Off-Road e Hill Descent Control. Lasciando alla vettura la gestione della coppia in "Auto", la trazione resta distribuita quasi al 100% sulle ruote anteriori, spostandosi automaticamente anche al posteriore quando la strada si fa scivolosa o particolarmente sconnessa; "Off-Road" consente invece di ripartirla da subito al 50% fra i due assi fino a 50 km/h e l'ASR viene disattivato per migliorare l'aderenza; con l'Hill Descent Control, invece, si possono sperimentare le reali doti fuoristradistiche di questo piccolo "stambecco torinese", con l'auto che mantiene velocità costante e agisce in maniera autonoma sui freni per aiutarci a uscire da situazioni "spinose" su fondi particolarmente difficili.

Il bello della Panda Cross 4x4 è che le qualità che sfoggia in situazioni estreme non comportano particolari sacrifici in termini di comfort e consumi (5.3 l/100 km) rispetto alla normale Panda base, se non per l'assetto più alto che porta inevitabilmente a un po' di rollio in più. Al volante è sempre facilissima, con quel cambio dalla leva un po' "spugnosa" ma leggera e dagli inserimenti fluidi e tutto sommato precisi, svolta in un fazzoletto e si parcheggia senza pensieri, solleticando la corona del volante con lo sterzo che si alleggerisce all'inverosimile e la consueta, enorme visibilità.

Il motore fa un buon lavoro e risulta coerente con le prestazioni che ci si aspetta di trovare a bordo di una Panda e sa essere anche brillante nello spunto; tuttavia, la sua natura di bicilindrico comporta inevitabilmente più vibrazioni e rumore quando si preme a fondo il pedale del gas. La modalità "ECO", inseribile tramite il relativo interruttore sulla plancia, consente di ridurre ulteriormente i consumi, ma la riduzione di potenza e coppia è davvero importante e ne consiglieremmo l'utilizzo giusto in mezzo al traffico o comunque quando si guida a bassa velocità ad andatura regolare.

Il prezzo di Fiat Panda Cross 4x4 è di 20.490 CHF e comprende il Pack Cross Plus. Fra gli optional disponibili ci sono tinte speciali per la carrozzeria, Pack Inverno con parabrezza termico e sedile riscaldabile, Pack Flex Light con sedile posteriore sdoppiato e abbattibile, sensori parcheggio, cristalli oscurati, sistema anticollisione.

Guarda tutte le 18 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Motori
PRIME IMPRESSIONI
2 gior

Morde la strada, aggredisce la pista: BMW M8 Competition

La grande coupé bavarese sfrutta tutta la tecnologia della divisione M per offrire un potenziale dinamico capace di renderla davvero rapida ed incisiva. Ma sempre piacevolmente “trattabile”.

TEST DRIVE
4 gior

Kia Sorento, regina di viaggio e di relax

La coreana al vertice della gamma Suv premia i passeggeri con una marcia fluida, versatile e conviviale, all’insegna dell’equilibrio e del comfort. Spazio ed abitabilità in rilievo.

PRIME IMPRESSIONI
6 gior

Turismo di gran carriera per la McLaren GT

Pensata per l’impiego quotidiano e sulle lunghe percorrenze, l’inedita sportiva inglese vanta un look più affusolato con molto più spazio per il bagaglio. Senza rinunciare alla sua anima corsaiola.

PRIME IMPRESSIONI
1 sett

BMW M8 Competition Cabriolet, “pedigree” sportivo anche a cielo aperto

La meccanica di punta della divisione M Sport sprigiona grinta e dinamismo di vertice anche con carrozzeria convertibile: per un raro mix di esuberanza, sportività e coinvolgimento.

TEST DRIVE
1 sett

Ford Focus Active Wagon, la giardinetta veste “offroad”

L’allestimento crossover conferisce più relax e versatilità, grazie all’assetto rialzato e ai programmi aggiuntivi per la gestione della motricità. Vivace ed autorevole il 2.0 turbodiesel.

PRIME IMPRESSIONI
1 sett

Taycan, velocità e curve nel cuore anche con anima elettrica

La berlina “zero emissioni” a quattro posti offre prestazioni entusiasmanti e un carattere dinamico cristallino. Accompagnando la notevole esuberanza con un’autonomia di tutto rispetto.

PRIME IMPRESSIONI
2 sett

Gran Coupé, Serie 8 a metà tra berlina e sport

Strettamente derivata dalla sportiva di lusso, l’inedita variante a quattro porte garantisce tanto più spazio e versatilità con la promessa di conservare lo stesso, pregevolissimo dinamismo.

Novità
2 sett

Koenigsegg Regera, nuovo record di accelerazione… e frenata

La hypercar svedese da oltre 1500 cv abbassa ulteriormente il proprio record nella prova combinata di accelerazione fino alla velocità massima e successivo arresto. In condizioni non ottimali…

TEST DRIVE
2 sett

“Pieno” di corrente e di sostanza per la Optima Sportswagon PHEV

La grande wagon ibrida ricaricabile, ulteriormente affinata, convince per autonomia e rendimento offrendo buone prestazioni ed un’accoglienza di qualità. Leggermente sottotono il vano di carico.

PRIME IMPRESSIONI
3 sett

Nuova linfa per la Renault Zoe

Con la robusta iniezione di contenuti, specie sul piano tecnico e tecnologico, la compatta elettrica approda alla terza generazione col vento in poppa. Anche grazie all’autonomia estesa a 395 km.

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile