Novità
15.05.19 - 08:000

Maserati, stop ai motori Ferrari dal 2022

La fornitura di motori Ferrari alla Casa del tridente non sarà rinnovata: le unità made in Maranello resteranno esclusive della produzione interna. Futuro elettrico per l’altra marca modenese.

Parenti, ma un po’ meno strette. Quantomeno tra qualche anno, giacché la consueta fornitura di motori Ferrari per equipaggiare la gamma Maserati pare proprio destinata allo stop. La Casa di Maranello produce infatti le unità destinate alla marca del Tridente sin dal 2002, avendo in linea i propulsori benzina v6 3.0, V8 3.9 e V8 4.7 destinati a Ghibli, Quattroporte, Levante e Granturismo. Ma, già alla fine del 2021, al termine del contratto in corso, questa ormai storica fornitura pare destinata a terminare, come ha fatto intendere di recente il CEO di Ferrari, Louis Camilleri.

Ferrari sposa la scelta di motorizzazioni esclusive ed ibride.
La futura produzione di motori Ferrari si avvia dunque a restare riservata unicamente alle made in Maranello, attraverso unità sempre più declinate verso la formula ibrida alle massime prestazioni; il primo modello equipaggiato con questa tecnologia è atteso già per il prossimo maggio. Secondo il massimo dirigente della più famosa marca italiana, il termine della collaborazione motoristica con Maserati – del valore di circa 280 milioni di euro – mostrerebbe in realtà aspetti positivi, specie nell’ottica della possibilità di poter trasferire molto del lavoro e delle risorse umane attualmente focalizzate su quelle unità verso il business strettamente interno. Con l’obiettivo ormai tracciato di superare le 10mila unità all’anno di produzione.

Per la marca del Tridente il futuro sarà votato all’elettrico.
Per Maserati, almeno secondo i piani predisposti ancora l’anno passato da Marchionne, il futuro motoristico dovrebbe vedere la preponderanza delle motorizzazioni puramente elettriche in progressiva sostituzione all’attuale linea tradizionale; ancora non è stato chiarito se dette unità alimentate ad accumulatore saranno frutto della progettazione interna oppure provenienti da collaborazioni tecniche esterne all’azienda modenese. In ogni caso, resterebbero poco più di 18 mesi alla storica marca italiana del lusso sportivo per adeguare la propria produzione all nuovo corso.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Motori
TEST DRIVE
10 ore
EQC 400, anche per Mercedes arriva il “pieno” di corrente
La prima elettrica della Casa sfoggia un carattere a tratti esuberante grazie ai 408 cv dei due motori elettrici, senza trascurare una valida autonomia. Comfort ed accoglienza di qualità.
TEST DRIVE
3 gior
V60 D4 Cross Country, oltre i confini
L’accogliente wagon svedese declinata nell’allestimento crossover si lascia apprezzare per l’isolamento aggiuntivo, senza perdere le conosciute ad apprezzate qualità stradali delle altre versioni.
TEST DRIVE
5 gior
Mazda3 Skyactiv-X, arriva la rivoluzione nel motore a scoppio
La nuova media giapponese porta in dote il 2.0 benzina con accensione spontanea da 180 cv, che promette più efficienza e minori consumi. Abitacolo accogliente, bagagliaio sufficiente.
TEST DRIVE
1 sett
Ford Ranger Raptor, fascino e qualità d’Oltreoceano
Allestito da Ford Performance, è rinforzato, allargato, rialzato per un look tutto muscoli: in 4x4 è spettacolare, ma va bene anche su asfalto. Forte di un 2.0 TD da 213 cv con cambio a 10 marce.
TEST DRIVE
1 sett
Porsche 911 GT2 RS, in pista a Misano Adriatico
Una giornata da piloti: abbiamo provato la più potente delle 911 affrontando cordoli e staccate, gestione delle gomme ed esuberanza dei 700 cv del suo boxer 3.8 biturbo. Ecco come è andata.
PRIME IMPRESSIONI
1 sett
Renault Captur, cambia tutto tranne lo stile
La seconda generazione del crossover segue la scia della Clio e conserva un design “di casa”, in verità evoluto per stile e dimensioni accresciute. Con comfort e accoglienza in evidenza.
Novità
2 sett
Anche Mazda si dà all’elettrico: arriva il crossover MX-30
Strizza l’occhio al fuoristrada ma insiste sulla linea sportiva, ispirata alle coupé. Sotto il cofano un’unità elettrica da 143 cv. Sarà in vendita dalla seconda metà dell’anno prossimo.
TEST DRIVE
2 sett
Hyundai i30 Fastback N, gustosa e pure “cattiva” a comando
Alla grinta del 2 litri turbo da 275 cv, la due volumi con allestimento sportivo N Performance abbina una guida notevolmente reattiva ed incisiva: il coinvolgimento è assicurato.
TEST DRIVE
2 sett
Ford Mondeo Hybrid Wagon, l’economia è servita
La versione ibrida permette una marcia docile e briosa con consumi sempre piacevolmente contenuti. Spazio ed accoglienza generosi ne accompagnano il carattere fluido e rilassante.
NOVITA'
3 sett
Yaris, la compatta Toyota sempre più regina in città
La nuova generazione conserva ingombri “tascabili”, con più abitabilità e look ispirato. Disporrà di tutti gli ausili attivi alla guida, insieme alla variante ibrida ben più potente ed efficiente.
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile