+ 19
PRIME IMPRESSIONI
10.12.18 - 06:000

Ford Edge, neve e temperature polari le fanno un baffo

Abbiamo saggiato lungo le imbiancate strade svedesi il SUV più imponente offerto da Ford sui mercati del Vecchio Continente, apprezzandone sicurezza e comfort

L'area della Scandinavia centrale offre una moltitudine di scenari in cui avventurarsi con un veicolo versatile quanto la nuova Edge: partendo dalle strade principali pulite dagli spazzaneve si passa a strade secondarie con fondo innevato per poi arrivare a strade non asfaltate con fondo sconesso. Il team di Ford vi ha oltretutto messo lo zampino preparando un apposito percorso fuoristrada ad ostacoli ed un tracciato con fondo ghiacciato ed innevato dove poter approfondire la conoscenza della vettura in tutta sicurezza.

Come se l'è cavata la Edge?
Egregiamente, non solo grazie alle 4 ruote motrici di serie ed agli pneumatici chiodati montati sulle vetture in prova, ma soprattutto per merito dei numerosi sistemi di sicurezza. Per citarne alcuni, le versioni col cambio automatico dispongono dell'Adaptive Cruise Control con Stop and Go comprensivo di Lane Centering Assist: impostando il regolatore di velocità viene mantenuta la distanza di sicurezza rispetto al veicolo che vi precede, arrivando a fermarsi e ripartire autonomamente se la situazione lo richiede, rimanendo al centro della corsia tramite una automatica correzione dello sterzo. Un aiuto molto gradito nel traffico, condizione inesistente nella zona tra Åre ed Östersund: in quest'area più selvaggia potrebbe tornare utile l'Evasive Steering Assistance, ovvero il sistema che nel caso in cui, ad esempio, un'alce decida di attraversare improvvisamente la strada, stabilita l'impossibilità di frenare in tempo per evitare l'impatto, permette di scansare l'ostacolo a sinistra o destra in base all'input del conducente.

Sulla sicurezza ci siamo. Ed il piacere di guida?
Inizialmente non è facile abituarsi ai 4.83 metri di lunghezza e quasi 1.93 di larghezza della Edge, complici anche la voluminosa base dei montanti anteriori e la forma del cofano, i quali ostruiscono la visuale in certi frangenti. Una volta prese le misure, si possono apprezzare le sue doti, a cominciare da una silenziosità generale e dall'ottimo incapsulamento acustico del propulsore, un 2 litri a gasolio offerto in due step di potenza, 190 cavalli col cambio manuale a 6 marce e ben 238 (500 Nm di coppia massima) per la versione biturbo associata al cambio automatico a 8 rapporti. Quest'ultimo si sposa a meraviglia col motore per morbidezza e fluidità, ma temporeggia un po' nelle cambiate quando si cerca una guida più dinamica; qui la massa di oltre due tonnellate tende inevitabilmente a soffocare la grinta del motore, ma è comunque ben camuffata da uno sterzo discretamente veloce e da un comparto sospensivo relativamente dinamico nonostante il maggior orientamento verso il comfort. La spaziosità è ineccepibile anche per chi siede dietro e si potrebbe dire lo stesso del bagagliaio se non fosse per la soglia di carico leggermente alta.

Quale versione è meglio comprare?
Se i costi di esecizio sono la priorità, è meglio scegliere la motorizzazione meno potente col cambio manuale (consumo dichiarato 5.8 l/100 km): la versione Trend parte da 46'900 Fr. La dotazione di base è di buon livello anche in termini di multimedialità ma sulle versioni più ricche sono offerti optional molto appetibili: sedili climatizzati, sensori di parcheggio, fari LED direzionali ed il sistema audio Bang and Olufsen da 12 altoparlanti solo per menzionarne alcuni. Noi opteremmo per una di queste versioni (ST Line da 60'400 Fr e Vignale da 62'900 Fr) insieme al motore più potente col cambio automatico poichè offre prestazioni più vivaci e va a braccetto con la vocazione turistica della Edge.

Guarda tutte le 25 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Motori
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report