+ 6
TEST DRIVE
19.10.18 - 12:250

Tourneo Custom, tutt’altro che un “pulmino”

Otto posti con seconda e terza fila totalmente configurabili insieme ad un’accoglienza di qualità: il veicolo Ford è un prezioso compagno anche per famiglie numerose. Brillante il diesel da 170 cv.

A bordo del Tourneo Custom pulsa forte un “cuore” automobilistico: raramente le origini di furgone si fondono così armoniosamente con esigenze e contenuti da autovettura monovolume come nel caso di questo intelligente veicolo, che Ford ha derivato dalla gamma Transit fornendogli una denominazione a sé stante anche per sottolinearne i contenuti specifici.

Al primo impatto, che sensazioni offre il mezzo?
Le dimensioni sono indubbiamente generose, specie in altezza che raggiunge i 1,98 metri: siamo un po’ al limite con le dimensioni standard dei parcheggi al coperto e dei box, ma in realtà il Tourneo scivola negli spazi delimitati con precisione e senza sorprese, adattandosi al millimetro. Complice una lunghezza al limite dei cinque metri (4,97 m) e una larghezza generosa ma gestibile (1,99 m). Nello stretto, torna particolarmente utile in primo luogo la sterzata di diametro notevolmente ridotto: un risultato di notevole portata per un mezzo dotato degli organi di trasmissione sulle ruote anteriori. Questo permette di ovviare in gran parte alla generosità del passo (2,93 metri, ma viene offerta anche la variante con interasse maggiorato a 3,3 m), ritrovandosi spesso a manovra terminata prima di quanto si potesse immaginare. Il corredo di bordo è inoltre del tutto assimilabile a quello dei modelli convenzionali di fascia superiore: la dotazione standard sull’allestimento Titanium (50'188 CHF) è molto ricca ed è completabile con svariate opzioni, come nel caso dell’esemplare di prova, per trasformarsi in una vera autovettura con il massimo della tecnologia a disposizione. Compresi i comodi sensori di parcheggio integrati dalla retrocamera di manovra, che lascia valutare al millimetro traiettoria e spazi in parcheggio.

Quanto è vicina l’esperienza di guida a quella di una monovolume standard?
Superati i timori dati dagli ingombri, il Tourneo Custom mostra in marcia un comportamento maturo ed autorevole, sotto ogni profilo. Il coricamento laterale è infatti ridotto e fa sentire maggiormente in contatto con il mezzo, a tutto vantaggio del comfort specie di chi è sistemato sulle file posteriori; in curva non mancano buona tenuta ed equilibrio per rendere il controllo intuitivo e rassicurante, mentre anche le manovre volutamente realizzate con urgenza rivelano una stabilità a tutta prova. Aiutata anche dalla gommatura generosa, 235/55 su cerchi in lega da 17”. Non manca una valida agilità di fondo, che permette un ritmo di marcia brioso che non lascia troppo indietro rispetto a monovolume familiari un po’ più compatte. Insomma: i compromessi di guida sono minimi e in generale poco o nulla avvertibili nell’impiego quotidiano. Una buona mano la fornisce naturalmente la motorizzazione turbodiesel di punta, due litri common rail da 170 cavalli con coppia massima di 405 Nm, contraddistinta da un’erogazione molto rotonda combinata a grande elasticità. Con consumi che rappresentano una piacevole sorpresa, in relazione la tipo di mezzo: nel nostro test abbiamo registrato medie frequenti di 8,5 l/100 km, non troppo distanti dai 6,7 l/100 km registrati dalla Casa in sede di omologazione. Con una punta massima di 170 km orari, il Tourneo Custom è inoltre più che attrezzato per trasferimenti rapidi con ampio margine di riserva, con un valido comfort acustico: ad andatura autostradale i fruscii sono contenuti ed il rombo motore, pur avvertibile, è basso ed ovattato. Aiuta la sapiente definizione dei rapporti del cambio manuale standard, a sei marce: prima e seconda sono corte ed agevolano la fluidità di marcia in salita, la sesta è invece lunga per contenere il regime. A richiesta è disponibile il cambio automatico, sempre a sei rapporti. Tutti gli ausili alla guida sono inoltre a disposizione sul veicolo, incluso il regolatore di velocità adattivo combinabile alla funzione di auto-adattamento ai limiti di velocità.

Internamente, spazio e versatilità sono di livello superiore.
Esattamente. L’abitacolo è tra i punti di forza del Tourneo Custom, partendo dalla stessa plancia che su questa versione impiega materiali imbottiti nella zona superiore, insieme ad un arredo di qualità. Le poltrone singole anteriori sono comode e pienamente personalizzabili, oltre che completate da braccioli registrabili in altezza; la posizione di guida rivela l’origine commerciale con un volante sempre un po’ inclinato in avanti e il piano di seduta leggermente orizzontale, ma permette comunque una postura confortevole. La sistemazione è particolarmente elevata e panoramica. Comodi e razionali i vari comandi, subito intuitivi; a centro plancia svetta il display da 8” del sistema Sync 3 per navigazione e infotainment, che risulta ben a portata di mano pur imponendo una visuale un po’ laterale, data la posizione del conducente più avanzata e verticale. Dietro, troviamo poi il “plus” di questo allestimento, contraddistinto da due file di tre poltroncine ciascuna interamente configurabili o, se serve, facilmente rimuovibili per lasciare libero lo spazio di carico. Tutte le sistemazioni sono possibili, inclusa la versione “office” con seconda fila montata in senso opposto per mettere i partecipanti posteriori di fronte, ripiegando magari uno o due schienali in orizzontale a mo’ di tavolinetti. Presenti inoltre 4 porte Usb, in aggiunta a quelle anteriori. Il vano di carico in coda non è profondissimo ma in compenso vanta un’altezza elevatissima; non è prevista la cappelliera e caricando le valigie soprapposte si riesce a sistemare un ampio numero di colli a bordo.

Trovi Ford Tourneo Custom da...

Sant'Antonio Car SA

via Vallemaggia, 16
6604 Locarno

Tel. 091 756 60 10
Fax. 091 756 60 15

santantoniocar@bluewin.ch
www.santantoniocar.ch

Guarda tutte le 10 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Motori
TEST DRIVE
8 ore
Aston Martin Vantage AMR: l'anima prima di tutto
Generosa ed interessantissima la nuova offerta Aston Martin: la nuova Vantage è ora disponibile anche con il cambio manuale. Quale scegliere? La risposta è... dentro di voi.
TEST DRIVE
2 gior
Supra, nuova vita per la sportiva “top” Toyota
Dopo lunga attesa torna in vita la tradizionale coupé sportiva di punta della marca giapponese: forte del sei cilindri da 340 cv, spicca per la guida guizzante, incisiva e rapidissima.
PRIME IMPRESSIONI
5 gior
Morde la strada, aggredisce la pista: BMW M8 Competition
La grande coupé bavarese sfrutta tutta la tecnologia della divisione M per offrire un potenziale dinamico capace di renderla davvero rapida ed incisiva. Ma sempre piacevolmente “trattabile”.
TEST DRIVE
1 sett
Kia Sorento, regina di viaggio e di relax
La coreana al vertice della gamma Suv premia i passeggeri con una marcia fluida, versatile e conviviale, all’insegna dell’equilibrio e del comfort. Spazio ed abitabilità in rilievo.
PRIME IMPRESSIONI
1 sett
Turismo di gran carriera per la McLaren GT
Pensata per l’impiego quotidiano e sulle lunghe percorrenze, l’inedita sportiva inglese vanta un look più affusolato con molto più spazio per il bagaglio. Senza rinunciare alla sua anima corsaiola.
PRIME IMPRESSIONI
1 sett
BMW M8 Competition Cabriolet, “pedigree” sportivo anche a cielo aperto
La meccanica di punta della divisione M Sport sprigiona grinta e dinamismo di vertice anche con carrozzeria convertibile: per un raro mix di esuberanza, sportività e coinvolgimento.
TEST DRIVE
2 sett
Ford Focus Active Wagon, la giardinetta veste “offroad”
L’allestimento crossover conferisce più relax e versatilità, grazie all’assetto rialzato e ai programmi aggiuntivi per la gestione della motricità. Vivace ed autorevole il 2.0 turbodiesel.
PRIME IMPRESSIONI
2 sett
Taycan, velocità e curve nel cuore anche con anima elettrica
La berlina “zero emissioni” a quattro posti offre prestazioni entusiasmanti e un carattere dinamico cristallino. Accompagnando la notevole esuberanza con un’autonomia di tutto rispetto.
PRIME IMPRESSIONI
2 sett
Gran Coupé, Serie 8 a metà tra berlina e sport
Strettamente derivata dalla sportiva di lusso, l’inedita variante a quattro porte garantisce tanto più spazio e versatilità con la promessa di conservare lo stesso, pregevolissimo dinamismo.
Novità
3 sett
Koenigsegg Regera, nuovo record di accelerazione… e frenata
La hypercar svedese da oltre 1500 cv abbassa ulteriormente il proprio record nella prova combinata di accelerazione fino alla velocità massima e successivo arresto. In condizioni non ottimali…
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile