PROVA SU STRADA
28.02.18 - 22:480

Mercedes-AMG GLC 63: un V8 Biturbo per volare

Nella versione AMG, la SUV di Stoccarda guadagna l’esclusivo V8 Biturbo costruito a mano. Su strada si gode di prestazioni mozzafiato e guida sportiva accomodati in un salotto panoramico.

Infilare un motore così grosso in un corpo vettura compatto: tanta scena o progetto sensato?
Sebbene la GLC 63 AMG sia l’unica del suo segmento ad essere equipaggiata con un otto cilindri (tutte le concorrenti si fermano a sei) non si tratta certamente di un semplice esercizio tecnico, tutto il contrario semmai. Infatti, se da un lato è vero che la richiesta del pubblico verso veicoli polivalenti e rialzati – SUV e crossover – spinge verso lo sviluppo anche di prestazioni elevate su questa categoria d’auto, è pur vero che il recente e prestante V8 biturbo tedesco di 4.0 litri meritava senz’altro di trovare posto anche sotto il cofano della GLC. Anche perché è un motore compatto, che si adatta facilmente nel vano motore standard: non a caso, equipaggia già numerose altre AMG, dalla sportiva GT alle Classe C, E ed S, nonché sulla intramontabile G. La stessa gamma della GLC firmata AMG appare inoltre articolata: il motore al vertice della gamma è disponibile su entrambe le varianti di carrozzeria, convenzionale così come la sua variante Coupé. A sua volta il V8 è offerto con potenza standard di 476 cv oppure nella declinazione S ulteriormente potenziata a 510 cv e 700 Nm di coppia.

Con così tanti cavalli lo scatto sarà senz’altro bruciante. Ma in curva?
In effetti l’accelerazione è il fiore all’occhiello della GLC 63, che in versione S impiega appena 3,8 secondi per “bruciare” lo scatto da fermo fino ai 100 all’ora. Accompagnando il tutto da una gran sonorità, coinvolgente al massimo. E senza contare la velocità massima, ben 280 km/h. Ma non si tratta solo di un veicolo da rettilineo, tutt’altro. Qualità ed ambizioni dinamiche di questa vettura esclusiva sono rafforzate da dotazioni tecniche specifiche, tra cui sospensioni pneumatiche dalla taratura sportiva e ribassata ed impianto frenante potenziato; ulteriormente migliorabile, a richiesta, con dischi in ceramica. In questo modo, nelle stesse curve strette, tecnicamente più impegnative per la SUV tedesca dati mole e baricentro più alto, le sospensioni pneumatiche riescono a limitare pressoché interamente i movimenti di rollio, a tutto vantaggio dell’efficacia ma anche dello stesso piacere di guida, da sportiva di razza. La trazione integrale 4Matic+, a sua volta, ha una regolazione iniziale che privilegia la spinta sulle ruote posteriori, in modo da permettere anche al volante della GLC sensazioni di pilotaggio vicine a quelle vivibili a bordo di berline più agili, con trazione puramente posteriore. Un altro punto che contribuisce al valore dinamico della SUV firmata AMG.

D’accordo, SUV pienamente riuscita in chiave sportiva. Non sarà un po’ esagerata nell’impiego quotidiano?
È vero che il look non fa che suggerire un dinamismo molto spinto, ma in realtà la GLC AMG 63 stupisce per dolcezza e progressione di risposta tanto del motore che della trasmissione, permettendo una conduzione facile insieme ad un comfort di elevata qualità. Le sospensioni pneumatiche permettono una certa versatilità, risultando morbide a sufficienza per il pavé cittadino, pur con una risposta talvolta un po’ più secca del normale. L’abitacolo presenta poi finiture ed attenzione ai dettagli di gran classe, pur sottolineando anche qui la vocazione assolutamente sportiva del modello: a bordo si trovano poltrone anteriori avvolgenti, rivestimenti misti in pelle ecologica e microfibra nonché tutto l’insieme di equipaggiamenti e soluzioni per il comfort, dall'eccellente lavorazione dei materiali alla cura posta nei sistemi audio ed infotainment. Non è trascurata ovviamente la sicurezza, che può contare sull’intera gamma di sistemi di assistenza alla guida. La GLC AMG offre insomma una sorta di quadratura del cerchio, portafoglio permettendo (da 108’500 CHF per la AMG 63 S): sportività in primo piano combinata ad una guida raffinata, per poter godere appieno del “cuore” V8 ma pure impiego quotidiano dal gran relax, con la comodità della trazione integrale e dell’altezza da terra sufficiente per affrontare inverni e nevicate senza stress.

Tags
amg
glc
v8
motore
suv
guida
v8 biturbo
biturbo
sospensioni
sospensioni pneumatiche
TOP NEWS Motori
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report