APPROFONDIMENTO
07.02.18 - 09:570

Alfa Romeo e FIAT puntano sempre più sulla trazione integrale

Dalla leggendaria Panda 4x4 alla Stelvio Quadrifoglio da 510 cavalli: ecco come vanno le “integrali” del gruppo italo-americano.

L’occasione è di quelle giuste. Di fronte a noi un’area completamente innevata di 60’000 metri quadrati e un impegnativo percorso off-road, alle nostre spalla l’intera gamma di veicoli a trazione integrale commercializzati dal gruppo FCA, ovvero Fiat Chrysler Automobiles. Obiettivo della giornata: metterci alla guida di ognuna di esse per scoprire come si comportano nelle condizioni più difficili, osservando come tipologie di trazione integrale diverse tra loro riescono a svolgere il proprio dovere.

L’inizio? Con Alfa Romeo!

Al cuore non si comanda, ed essendo le recenti Alfa Romeo Giulia e Stelvio alcune tra le automobili che più apprezziamo non potevamo che iniziare con loro. A una tentazione abbiamo però saputo resistere: lasciare la nuovissima e potente Stelvio Quadrifoglio per ultima. La trazione integrale in casa Alfa Romeo si chiama Q4, comporta un incremento di peso inferiore ai 60 kg e dato che da un punto di vista concettuale la Giulia (e di riflesso anche la Stelvio) nasce come trazione posteriore, i tecnici hanno fortunatamente cercato di mantenere intatta questa caratteristica. Risultato: in condizioni normali di perfetta aderenza Giulia e Stelvio si comportano come delle vetture a trazione posteriore. Quando la motricità inizia a scarseggiare il sistema è in grado di inviare in una frazione di secondo fino al 60% della coppia motrice alle ruote anteriori. All’atto pratico la trazione integrale Q4 è altamente coinvolgente in quanto cerca sempre di privilegiare il retrotreno, permettendoti di posizionarla in uscita di curva con l’acceleratore. A questo si aggiunge il fatto che la Giulia vanta un massa ridotta, peraltro perfettamente ripartita tra i due assi, nonché una guidabilità eccezionale anche su neve, conservando grande precisione e maneggevolezza, eseguendo senza indugio qualsiasi comando tu le impartisca. Impressionante è anche il fatto che la Stelvio non accusa la maggiore altezza dal suolo e quei chiletti in più che si porta appresso, lasciandosi di fatto guidare come una Giulia ma con una posizione di guida più elevata. L’unico difetto delle due? Che l’elettronica, pur assicurando un controllo ineccepibile e percorrenze sempre neutre, non è disinseribile e risulta troppo imbrigliata, soffocando di conseguenza il potenziale divertimento. Che credetemi: sarebbe davvero tanto!

La soluzione? Puntare direttamente all’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio. Nella modalità “Race” il SUV detentore del record di categoria per il tempo sul giro lungo la Nordschleife rinuncia a qualsiasi controllo elettronico, lasciando piena libertà d’espressione a chi guida. Certo 510 cavalli non rappresentano necessariamente un valore aggiunto nella guida su neve, ma il sound emesso da questo spettacolare V6 biturbo da 2,9 litri realizzato in cooperazione con Ferrari rende il tutto davvero eccitante!

Dalla Panda al pick-up passando per il crossover imparentato con la Jeep Renegade.
La gamma di modelli a trazione integrale del marchio torinese è invece più articolata. Si inizia con la Panda 4x4 e la rispettiva versione Cross, che da sempre stupisce per come una city-car così sbarazzina lunga appena tre metri e settanta riesca ad essere così rispettata da chiunque la incontri lungo un percorso impervio. Certo è frutto di una reputazione costruita nell’arco di decenni, ma anche la generazione attuale ha un ottimo potenziale per l’off-road nonché per diventare un oggetto di culto. Oltre al pick-up Fullback di recente commercializzazione, che peraltro vanta delle interessanti capacità off-road, tre le FIAT più comuni troviamo anche la 500X, anch’essa disponibile nella più specialistica versione Cross. Oltre ad essere il primo modello del marchio ad adottare il cambio automatico a nove rapporti, il suo asso nella manica si chiama Jeep Renegade. Con quest’ultima la 500X condivide lo schema tecnico e buona parte della componentistica. Certo non bisogna aspettarsi un’arrampicatrice nata per i percorsi più estremi come la Renegade Trailhawk, ma su neve la FIAT convince per il grande equilibrio generale e per la facilità con cui si lascia guidare anche su fondi a bassa aderenza.

 

Le FIAT 4x4 e le Alfa Romeo Q4 le trovi da...

Nuova Garage Giorgio SA

Via San Gottardo
6593 Cadenazzo

Tel. 091 850 32 22

www.garagegiorgio.com

Tags
trazione
alfa romeo
alfa
trazione integrale
stelvio
fiat
romeo
giulia
guida
panda
TOP NEWS Motori
Copyright ©2017 - Ticinonline S.A.  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report