+ 5
PRIME IMPRESSIONI
23.05.16 - 10:220

La Ford Edge sbarca in Europa

Arriva da oltreoceano ma soddisfa gli standard europei: ecco il nuovo SUV marchiato Ford.

Ad attraversare l’oceano Atlantico ci si mette meno di un giorno, ma la Edge si è presa un tempo decisamente più abbondante: la versione in arrivo in Europa è già la seconda di questo modello, nato nel 2006, ristilizzato nel 2014 ma sinora rimasto confinato in Usa e Canada. Buona la seconda, insomma, più adatta al gusto maggiormente raffinato dei consumatori del Vecchio Continente; il nuovo modello nasce con lo scopo di allargare la propria platea di riferimento per uniformarsi alla politica “global” della Casa dall’ovale Blu. Ma anche perché, col mercato SUV mondiale in continuo fermento, non si poteva proprio lasciar confinata un’ammiraglia su un unico continente.

L’auto si distingue per un design dal sapore molto “americano”, specie nel frontale cosi simile a quello del pick-up F-150, best seller a stelle e strisce; al tempo stesso, resta perfettamente in linea con il design internazionale di tutti gli altri prodotti Ford. Le dimensioni sono sul generoso, con una lunghezza che raggiunge i 4,81 metri e, in special modo, la larghezza che tocca quota 1,93 m, piuttosto impegnativa in Europa. Esternamente, tuttavia, l’impressione è di maggior compattezza rispetto a come si percepisce l’auto dall’abitacolo, anche perché la coda con taglio inclinato alleggerisce i volumi suggerendo tra l’altro un certo dinamismo d’insieme, che non guasta su un veicolo di questa taglia.

Interamente, ritroviamo anche qui l’ambiente tipico delle altre Ford, Mondeo in testa che tra l’altro “presta” il pianale alla Edge: l’arredo presenta il consueto stile moderno, sufficientemente personale, con plancia rivestita in materiale morbido nella porzione superiore ed una disposizione familiare dei comandi. Pur caratterizzata da finiture e materiali di qualità più che discreta, l’attenzione generale al design ed ai dettagli appare tuttavia un filo inferiore rispetto ai prodotti conosciuti. Lo schermo centrale dedicato a navigazione e infotainment è ampio (Sync 2, 8” di diagonale) e piuttosto reattivo al tocco, seppur montato in posizione leggermente inclinata e più esposta a riflessi di luce.

Ci si consola, abbondantemente, con uno spazio davvero sontuoso, difficilmente riscontrabile in veicoli di pari taglia. Merito delle forme piuttosto squadrate, oltre che abbondanti, e dell’offerta di soli cinque posti: cui sono riservati, tuttavia, centimetri a profusione in ogni direzione, su entrambe le file di sedili. Tanto che, dietro, si viaggia realmente comodi e ben distesi anche in tre adulti, con il passeggero centrale giusto leggermente perturbato dalla conformazione del divano con bracciolo e dalla presenza dell’estensione del tunnel centrale con bocchette di aerazione e prese di alimentazione (12V e 220V). Altrettanto rilevante la cubatura del bagagliaio, capace di assicurare un volume standard di 602 litri (800 misurati fino al tetto) estensibile fino a 1847.

In marcia, dimensioni e peso si fanno sentire, ma in realtà la Edge si muove con buona precisione e rollio ridotto, mostrandosi precisa e stabile nel seguire la traiettoria; l’assetto standard già di suo è piuttosto controllato, mentre sulla versione Sport con ruote da 20” la sensazione è ulteriormente accentuata restituendo una guida più “presente”, quanto meno su asfalti regolari. Sempre su questo allestimento, il dinamismo è accentuato dallo sterzo adattivo che permette un comando molto diretto in manovra e sullo stretto. Numerosi e di qualità gli ausili attivi alla sicurezza, con frenata di emergenza standard completa di riconoscimento del pedone e possibilità del cruise control attivo. Ad incrementare il comfort provvede pure il sistema di riduzione attiva del rumore, apprezzabile in special modo ad andatura costante, dove il silenzio è di buona qualità, un po’ meno incisivo in accelerazione dove si avverte distintamente il rombo del diesel.

Due solamente i motori, 2.0 TDCi da 180 cv con cambio manuale o  biturbo 210 cv con automatico doppia frizione Powershift. In entrambi i casi la trazione è integrale AWD con innesto automatico a controllo elettronico. Si fa preferire senz’altro la versione di punta, più pronta e fluida (450 Nm di coppia) oltre che meglio gestita dal cambio automatico (0-100 km/h in 9”4, velocità max 211 km orari, percorrenza media 5,8-5,9 l/100 km); il fuoristrada leggero è alla portata dell’auto (manca però la frenata automatica in discesa), ma l’assetto controllato e il disegno dei paraurti scoraggiano “avventure” di difficoltà significativa. La nuova Edge sarà in vendita in Svizzera da giugno, con prezzi che toccano un livello nuovo per un prodotto Ford, seppur in linea con la concorrenza di pari dimensioni e contenuto: da 49.800 a 58.900 CHF.

 

Guarda tutte le 11 immagini
TOP NEWS Motori
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report