Audi / Manuel Hollenbach
+ 13
INTERVISTA - ESCLUSIVA
07.01.15 - 06:000
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Nel futuro Audi cinque cilindri turbo e quattro “cattive”

Abbiamo guidato il prototipo A3 Clubsport assieme ad un copilota d’eccezione: Heinz Hollerweger, boss della quattro GmbH.

La futura Audi RS3 è stata presentata virtualmente al pubblico nelle scorse settimane e con essa tutte le più importanti caratteristiche tecniche. Prima tra tutte quella di essere ancora spinta da un motore cinque cilindri turbo. Qualche tempo fa, grazie ad una collaborazione con la rivista italiana Auto, ho avuto la possibilità d’incontrare l’amministratore delegato della quattro GmbH, vale a dire quel ramo di Audi addetto a tutte le vetture a trazione integrale nonché alle creature più cattive marchiate S, R ed RS, senza dimenticare le vetture da corsa destinate ai clienti privati. L’occasione dell’incontro è stata la prova dell’Audi A3 Clubsport, un prototipo da 525 cavalli basato sulla A3 Sedan esposto al Wörthersee - raduno internazionale di VW e derivati – nella primavera del 2014. Il luogo dell’incontro? Il circuito Audi di Neuburg, alle porte di Ingolstadt, sede di Audi Sport e della scuola Audi Driving Experience.

Un incontro molto diverso dalla solita chiacchierata con un dirigente, in quanto Heinz Hollerweger – questo il suo nome – fa immediatamente sgombrare il tracciato nonostante vi fossero dei lavori in corso per mostrarmi di persona quanto vada forte questo prototipo da 525 cavalli. Potenza estrapolata da un cinque cilindri turbo che dallo scarico emette delle tonalità probabilmente illegali per un uso stradale ma che ti fanno sentire come il Walter Röhrl dei tempi d’oro.  Ed proprio a proposito di questo motore che Hollerweger, visibilmente un appassionato di automobili, mi rivela un fatto molto importante: “Il cinque cilindri turbo appartiene alla tradizione Audi come la stessa trazione integrale quattro. È difficile, ma dal canto mio ce la metterò tutta affinché questo motore sarà impiegato nel maggior numero di modelli possibile. È una nostra radice a cui dobbiamo ridare vitalità.”

Nel momento in cui mi metto io al volante resto impressionato dalla veemenza con cui spingono questi cinquecentoventicinque cavalli. Vedremo mai una potenza simile su una RS3? Forse no, dato che il 2,5 litri ne erogherà 376, ma lo stesso Hollerweger mi ha confidato che con lo stesso motore, per un uso stradale, non è così improbabile vedere un “4” quale prima cifra. Essendo un prototipo che non ha giovato di particolari messe a punto è un po’ superfluo soffermarsi sulle caratteristiche di guida, fondamentalmente non diverse da quelle di una RS3 qualsiasi: pulito, veloce ed efficace ma anche un po’ asettico. Hollerweger, come per un’intuizione, anticipa la risposta alla domanda che di li a qualche secondo gli avrei posto. “Nelle Audi del futuro, che si tratti di una trazione integrale Haldex o con differenziale centrale Torsen poco importa, voglio che sia il retrotreno a spingere le nostre automobili fuori dalla curva, unendo quindi l’efficacia della trazione integrale al divertimento di guida.”

Poi, aggrappandomi ai freni, improvvisamente il cielo scompare dallo specchietto retrovisore: è l’alettone posteriore che, proprio come sulla McLaren 650S, si erige per aumentare la forza frenante. Quello dell’aerodinamica attiva è un argomento particolarmente a cuore al nuovo amministratore delegato, anche se la sua diffusione sarà più plausibile su una sportiva quale la R8 che non su modelli più economici come la RS3. A bordo della A3 Clubbsport, frenando da 250 km/h, aiuta a ridurre lo spazio d’arresto di 12 metri.

Terminato qualche altro giro sul circuito ci salutiamo e scappa a tutta velocità a bordo della sua RS6 bianca. Tempo di riordinare le idee. Cosa mi è rimasto dopo questa mezz’ora? Sicuramente l’impressione che in futuro da Audi ci sia da aspettarsi un bel cambio di rotta, anche in relazione al fatto che nel dipartimento addetto allo sviluppo sono approdati tecnici e collaudatori “giusti”. L’attesa non può che essere trpidante.

 

Guarda tutte le 17 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Motori
TEST DRIVE
1 gior

Kia Sorento, regina di viaggio e di relax

La coreana al vertice della gamma Suv premia i passeggeri con una marcia fluida, versatile e conviviale, all’insegna dell’equilibrio e del comfort. Spazio ed abitabilità in rilievo.

PRIME IMPRESSIONI
3 gior

Turismo di gran carriera per la McLaren GT

Pensata per l’impiego quotidiano e sulle lunghe percorrenze, l’inedita sportiva inglese vanta un look più affusolato con molto più spazio per il bagaglio. Senza rinunciare alla sua anima corsaiola.

PRIME IMPRESSIONI
6 gior

BMW M8 Competition Cabriolet, “pedigree” sportivo anche a cielo aperto

La meccanica di punta della divisione M Sport sprigiona grinta e dinamismo di vertice anche con carrozzeria convertibile: per un raro mix di esuberanza, sportività e coinvolgimento.

TEST DRIVE
1 sett

Ford Focus Active Wagon, la giardinetta veste “offroad”

L’allestimento crossover conferisce più relax e versatilità, grazie all’assetto rialzato e ai programmi aggiuntivi per la gestione della motricità. Vivace ed autorevole il 2.0 turbodiesel.

PRIME IMPRESSIONI
1 sett

Taycan, velocità e curve nel cuore anche con anima elettrica

La berlina “zero emissioni” a quattro posti offre prestazioni entusiasmanti e un carattere dinamico cristallino. Accompagnando la notevole esuberanza con un’autonomia di tutto rispetto.

PRIME IMPRESSIONI
1 sett

Gran Coupé, Serie 8 a metà tra berlina e sport

Strettamente derivata dalla sportiva di lusso, l’inedita variante a quattro porte garantisce tanto più spazio e versatilità con la promessa di conservare lo stesso, pregevolissimo dinamismo.

Novità
2 sett

Koenigsegg Regera, nuovo record di accelerazione… e frenata

La hypercar svedese da oltre 1500 cv abbassa ulteriormente il proprio record nella prova combinata di accelerazione fino alla velocità massima e successivo arresto. In condizioni non ottimali…

TEST DRIVE
2 sett

“Pieno” di corrente e di sostanza per la Optima Sportswagon PHEV

La grande wagon ibrida ricaricabile, ulteriormente affinata, convince per autonomia e rendimento offrendo buone prestazioni ed un’accoglienza di qualità. Leggermente sottotono il vano di carico.

PRIME IMPRESSIONI
2 sett

Nuova linfa per la Renault Zoe

Con la robusta iniezione di contenuti, specie sul piano tecnico e tecnologico, la compatta elettrica approda alla terza generazione col vento in poppa. Anche grazie all’autonomia estesa a 395 km.

TEST DRIVE
3 sett

Sportività a tutto tondo per la Cupra Ateca

Motore potente ma elastico e assetto “camaleonte” contribuiscono alle doti di adattabilità del Suv spagnolo, dal vivace carattere sportivo: adatto alla guida ispirata come al traffico quotidiano.

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile