ITALIA
13.05.14 - 07:000
Aggiornamento : 22.11.14 - 10:04

Il segreto dei ravioli al plin

Il tipico piatto piemontese è il punto di forza della Sagra degli IN di Cossano Belbo

COSSANO BELBO – Il Piemonte è di sicuro una delle regioni più ricche di storia e qualità a livello gastronomico di tutta l’Italia. Per averne una prova, recatevi a Cossano Belbo il 17 o il 18 maggio: il paesino in provincia di Cuneo ospita infatti la Sagra degli IN, evento dal nome singolare che fa riferimento alla desinenza con cui terminano tutti i piatti più gustosi della tradizione piemontese, dai tajarin ai ravioli al plin. Questi ultimi sono un tipo di pasta ricca e gustosissima, da preparare in casa con un po’ di pazienza, magari in occasione di una cena con tanti invitati (la ricetta è per 10 persone).

Per prima cosa cuocete le carni per il ripieno: rosolate per un quarto d’ora a fuoco vivace 500 gr di fesa di vitello e 500 gr di coscia di maiale in un tegame con olio, 20 gr di burro, uno spicchio d’aglio, rosmarino, sale e pepe.  Abbassate a fuoco medio e fate cuocere per altri 15 minuti, innaffiando con del brodo vegetale. Fate poi raffreddare le carni e tritatele. In acqua salata cuocete 600 gr di spinaci, poi scolateli e saltateli in padella con 30 gr di burro. A questo punto tritate gli spinaci e in una terrina uniteli alle carni cotte in precedenza, 100 gr di parmigiano, tre uova, un po’ di noce moscata e di pepe. Passate alla preparazione della sfoglia creando una fontana con 1kg di farina bianca, 3 uova intere, 9 tuorli, sale e un cucchiaio di olio. Impastate accuratamente e poi tirate una sfoglia molto sottile.

Iniziate poi a formare i ravioli, mettendo delle pallina di ripieno sulla sfoglia a 1 cm dal bordo e a 1 cm l’una dall’altra. Piegate il bordo della sfoglia sulla fila di palline di ripieno e fatela attaccare premendo leggermente con le dita, tagliando poi la fila di ravioli con una rondella. Ripetete l’operazione di chiusura sui lati dei ravioli, dando un pizzicotto (il plin) alla pasta, e separateli con la rondella. Fate riposare per un paio d’ore, poi cuoceteli in acqua bollente per non più di 4 minuti e serviteli con burro e salvia. 

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile